Luibaina Himid, Naming the Money, 2004. Vista di instillazione dei grafici di navigazione, Spike Island, Bristol 2017. Per gentile concessione dell'artista, Hollybush Gardens e National Museum, Liverpool. Credito fotografico: Stuart Whips.

L'artista nato di Zanzibar vince il premio Turner

Lubaina Himid vince il Turner Prize 2017

Lubaina Himid Per gentile concessione dell'artista e Hollybush Gardens Foto: Edmund Blok per Modern Art OxfordLubaina Himid. Per gentile concessione dell'artista e di Hollybush Gardens. Credito fotografico: Edmund Blok per Modern Art Oxford.

Il Turner Prize 2017 è stato assegnato a Lubaina Himid, è stato annunciato questa sera durante una cerimonia a Hull Minster, in collaborazione con Tate e Hull UK City of Culture 2017. Il premio di £ 25,000 è stato presentato da DJ, produttore e artista Goldie durante una trasmissione in diretta sulla BBC. Un ulteriore £ 5,000 vengono assegnati a ciascuno degli altri artisti selezionati. Quest'anno il Turner Prize si terrà presso la Ferens Art Gallery di Hull come momento clou dell'anno della Città della Cultura.

La giuria ha applaudito i quattro artisti nominati per il loro lavoro socialmente impegnato e visivamente fantasioso. Hanno assegnato il premio a Lubaina Himid per un trio di spettacoli eccezionali a Oxford, Bristol e Nottingham. Hanno elogiato l'artista per il suo impegno senza compromessi su questioni tra cui la storia coloniale e il modo in cui il razzismo persiste oggi. Ammirano il suo approccio espansivo ed esuberante alla pittura che combina satira e senso del teatro. La giuria ha anche riconosciuto il suo ruolo di curatrice ed educatrice influente che continua a parlare con urgenza al momento.

Uno dei premi più noti al mondo per le arti visive, il Turner Prize mira a promuovere il dibattito pubblico sui nuovi sviluppi dell'arte contemporanea britannica. Fondata nel 1984 dai Patrons of New Art, viene assegnato a un artista britannico per una mostra eccezionale o altra presentazione del proprio lavoro nei dodici mesi precedenti il ​​24 aprile 2017. Gli artisti selezionati per il 2017 sono stati: Hurvin Anderson, Andrea Büttner, Lubaina Himid e Rosalind Nashashibi.

Luibaina Himid, Naming the Money, 2004. Vista di instillazione dei grafici di navigazione, Spike Island, Bristol 2017. Per gentile concessione dell'artista, Hollybush Gardens e National Museum, Liverpool. Credito fotografico: Stuart Whips.Luibaina Himid, Denominare il denaro, 2004. Vista instillazione delle carte di navigazione, Spike Island, Bristol 2017. Per gentile concessione dell'artista, Hollybush Gardens e National Museum, Liverpool. Credito fotografico: Stuart Whips.

I membri della giuria del Turner Prize 2017 sono Dan Fox, scrittore e co-editore di Frieze; Martin Herbert, critico d'arte; Mason Leaver-Yap, Bentson Scholar of Moving Image del Walker Art Center e Curatore associato al KW Institute for Contemporary Art di Berlino; ed Emily Pethick, Direttore dello Showroom. La giuria è presieduta da Alex Farquharson, Direttore della Tate Britain.

Il Turner Prize 2017 è co-curato dal critico, educatore e curatore e Chair of New Contemporaries, Sasha Craddock, e dal curatorial fellow della Newcastle University e scrittore, George Vasey, con il supporto di Linsey Young, curatore, Contemporary British Art, Tate.

La mostra dei quattro artisti selezionati alla Ferens Art Gallery di Hull è già stata vista da oltre 90,000 visitatori, rendendola una delle mostre più popolari al Turner Prize fuori Londra. La mostra prosegue fino al 7 gennaio 2018. L'ingresso è gratuito.

I precedenti vincitori del Turner Prize sono: 1984 Malcolm Morley; 1985 Howard Hodgkin; 1986 Gilbert & George; 1987 Richard Deacon; 1988 Tony Cragg; 1989 Richard Long; 1990 (Premio sospeso); 1991 Anish Kapoor; 1992 Grenville Davey; 1993 Rachel Whiteread; 1994 Antony Gormley; 1995 Damien Hirst; 1996 Douglas Gordon; 1997 Gillian Wearing; 1998 Chris Ofili; 1999 Steve McQueen; 2000 Wolfgang Tillmans; 2001 Martin Creed; 2002 Keith Tyson; 2003 Grayson Perry; 2004 Jeremy Deller; 2005 Simon Starling; 2006 Tomma Abts; 2007 Mark Wallinger; 2008 Mark Leckey; 2009 Richard Wright; 2010 Susan Philipsz; 2011 Martin Boyce; 2012 Elizabeth Price; 2013 Laure Prouvost; 2014 Duncan Campbell; 2015 Assemblare; 2016 Helen Marten.

SU LUBAINA HIMID
Lubaina Himid è nata nel 1954 a Zanzibar, Tanzania. Ha studiato Theatre Design al Wimbledon College of Art e un Master in Storia Culturale al Royal College of Art. È Professore di Arte Contemporanea presso l'Università del Central Lancashire. Recenti mostre personali includono Carte di navigazione, Spike Island, Bristol, Regno Unito e Strategie invisibili, Modern Art Oxford, Oxford, Regno Unito (entrambi 2017). Le mostre collettive recenti includono Il posto è qui, Nottingham Contemporary, Nottingham, Regno Unito (2017); Gli inizi di oggi degli anni '1980?, Van Abbe Museum, Eindhoven, Paesi Bassi (2016); parole, Tate Liverpool, Regno Unito (2014); e Burning Down the House, Biennale di Gwangju, Corea del Sud (2014). Dal 1986 al 1990 Himid è stato direttore della Elbow Room e ha curato mostre tra cui Carte de Visite, Hollybush Gardens, Londra, Regno Unito (2015); La sottile linea nera, ICA, Londra, Regno Unito (1986); e Critico, Donald Rodney, Rochdale Art Gallery, Rochdale, Regno Unito (1989).

Lubaina Himid ha 63 anni e vive e lavora a Preston.

IMMAGINE IN PRIMO PIANO: Luibaina Himid, Denominare il denaro, 2004. Vista instillazione delle carte di navigazione, Spike Island, Bristol 2017. Per gentile concessione dell'artista, Hollybush Gardens e National Museum, Liverpool. Credito fotografico: Stuart Whips.