Zanele Muholi vince uno dei Prince Claus Awards 2013

Dopo aver vinto il premio sudafricano Mbokodo e il suo appuntamento come
Professore onorario all'Università delle Arti di Brema, Germania,
Premiato con il fotografo sudafricano Zanele Muholi (Umlazi, 1972)
Premio olandese Prince Claus Fund il 6 settembre.

Il premio consiste in un importo di 25.000 euro che la Muholi ha annunciato

utilizzerà per nuove attrezzature.

Muholi, che ha lavorato con ZAM negli ultimi dieci anni, rende potente,
ritratti personali di lesbiche, gay, bisessuali e transgender (LGBT)
comunità in Sudafrica. Le sue esplorazioni visive di genere, sessualità
e gareggiare coraggiosamente con le convenzioni sociali ed esporre il
contraddizioni tra la Costituzione sudafricana, la politica del governo
e la realtà quotidiana del paese di violenta omofobia.

Un "attivista visivo" autodescritto, Muholi usa ritratti intimi di
Oggi le persone LGBT sfidano la violenza sui crimini d'odio in Sudafrica.
Come lesbica stessa, Zanele lavora a stretto contatto con il LGBT sudafricano
comunità ed è preoccupato per gli 'stupri curativi' delle lesbiche nere
in Sud Africa che si sono verificati costantemente nell'ultimo decennio. Lei è
particolarmente vocale per il brutale stupro e omicidio di Duduzile Zozo in
Giugno 2013, che è stato trovato con una scopa nella sua vagina. A maggio
Nel 2012 sono state rubate fotografie di cinque anni (e nient'altro)
dalla casa di Zanele a Cape Town in quello che probabilmente era uno sforzo
zittila. Muholi ha fondato il collettivo di lesbiche inkanyiso.org
attivisti visivi.

Zanele Muholi è nato a Umlazi, Durban, nel 1972, e vive a
Johannesburg. Ha studiato fotografia al Market Photo Workshop di
Newtown, Johannesburg e ha vinto numerosi premi. La sua mostra / f (o) und
/ ha aperto ad Amsterdam, nei Paesi Bassi, il 6 settembre e durerà fino al
22 novembre. Ha frequentato la ZAM Newsroom il 5 settembre. Vedi per un
intervista con la sua ZAM Chronicle su www.zammagazine.com