Zanele Muholi vince il premio Fine alla Carnegie International

Zanele Muholi ha vinto il Premio per un artista emergente alla Carnegie International 2013, al Carnegie Museum of Art di Pittsburgh, in Pennsylvania. La Carnegie International è la più importante indagine sull'arte contemporanea del Nord America di tutto il mondo e si tiene ogni tre o cinque anni. Il premio Fine, creato nel 2008 per onorare un artista emergente nel sondaggio, ha ricevuto un premio di $ 10 000, finanziato da The Fine Foundation.

Muholi è stato riconosciuto per lei Facce e fasi progetto, che ha iniziato nel 2006 per dare visibilità ai vari volti delle comunità LGBTI nere in tutto il mondo. I 48 ritratti esposti nella mostra "presentano soggetti in posture eleganti ma assicurate e annunciano un fronte collettivo di incredibile grandezza", ha dichiarato il direttore del Carnegie Museum e il membro della giuria Lynn Zelevansky.

'I ricchi e splendidi ritratti di Zanele Muholi che ritraggono membri della comunità LGBTI in Sudafrica e in tutto il mondo sono entrambi commoventi e coraggiosi. Siamo onorati di assegnarle il Premio Fine ", ha aggiunto Zelevansky.

La Carnegie International è stata presentata dal Carnegie Museum of Art dal 1896. La Carnegie International del 2013, a cura di Daniel Baumann, Dan Byers e Tina Kukielski, "presenta nuove voci radicate nella storia, un senso del luogo e del gioco. La mostra è guidata da una passione condivisa per l'individuo e l'eccezionale; per l'arte che celebra la dissonanza e la bellezza; e per le opere d'arte che restano in contatto con il quotidiano. '

Il mese scorso è stato annunciato che Muholi riceverà un prestigioso Prince Claus Award, che sarà assegnato ad Amsterdam l'11 dicembre 2013. Recentemente è stata nominata Professore Onorario dell'Università delle Arti / Hochschule für Künste Bremen, un appuntamento che sarà ufficialmente celebrato dall'università il 28 ottobre 2013. Nel marzo 2013 lei ha vinto il premio artistico Index on Censorship - Freedom of Expression a Londra; e ad agosto ha ricevuto il Mbokodo Award in Sudafrica per la fotografia creativa.

SuoFacce e fasila serie è attualmente in mostra al padiglione sudafricano alla 55a Biennale di Venezia, in mostraFatto immaginario: l'arte sudafricana e l'archivio(fino al 24 novembre). La serie è stata esposta su Documenta 13 nel 2012 e alla 29a Biennale di San Paolo nel 2010.

Oltre al sondaggio Carnegie International sull'arte contemporanea del 2013 (in mostra fino al 16 marzo), il lavoro di Muholi è incluso in SubRosa: il linguaggio della resistenza presso il Museo di Arte Contemporanea della University of South Florida a Tampa, in Florida (fino al 7 dicembre); e Glifi: fotografia, video e politica dell'iscrizioneal Pitzer College Art Galleries, California (fino al 5 dicembre).

Muholi è nato nel 1972 a Umlazi, Durban, e ha studiato fotografia al Market Photo Workshop di Newtown, Johannesburg; ha conseguito un Master in Fine Arts in Documentary Media presso la Ryerson University di Toronto

Per gentile concessione della Stevenson Gallery
Immagine gentilmente concessa da Najib Nafid