Un'autentica tradizione abbandonata. Per Sean O'Toole

Nel 1940, dopo tutto, James Baldwin si aprì alla porta dell'appartamentoera du peintre Beauford Delaney au 181 Greene Street à Soho. Baldwin n'était pas encore l'homme de lettres et activiste que on the connaît aujourd'hui, mais plutôt in a adolescent maigrichon effectuant, comme l'écrit plus tard, un "travail dickensien" après the decor in an atelier de misère sur Canal Street. Delaney, de son côté, était alors trentenaire et assez célèbre pour que the magazine Life lui consacre un articolo, che qui è un'esibizione in una Amérique d'avant the télévision. Deux ans avant qu'il ne rencontre figlio mentore, Life menzione di Delaney in un articolo intitolato "Noirs: Les minorités posent problème aux États-Unis également."

SAM 8994

Beauford Delaney, Edna Porter, 1943, olio su tela, 91.5 x 76 cm.

Delaney, che si trova in un miserabile destino del cuore di chaussures a Knoxville, dopo aver fatto morire giovani, l'attenzione di un artista locale, il futuro è nella foto in un ambiente in cui si trova l'esposizione dell'aria. de Washington Square. Ecco un altro identificativo come: "l'un des peintres noirs les plus talentueux", un curriculum vitae maggiore e un altro rancore di giustizia che si respira e che si respira nel colorista.

Alors que Delaney espone una serie di tocchi imbevuti di colori da parte di foire artistique annuelle organisée de the marchand d'art Michael Rosenfeld presso l'Art Dealers Association of America al mois de mars, Baldwin le rencontra pour the première fois, lui theissant un souvenir précis et chaleureux. Voici commenta le scelte che passano: un giorno dopo il viaggio, Baldwin si reca in Greene Street, in rue Que Delaney, nel 1950, di fronte a una composizione composta da una collezione di Rosenfeld per la foce dell'AADA. La bellezza di Baldwin porta ancora l'acqua alla porta di Delaney. La porta s'ouvrit su un Delaney “petit et rond”.

"L'avvento degli yeux e degli incroci incrociati che si incontrano vus de ma vie", scritto Baldwin nel figlio, "Il prezzo del biglietto" (1985). "Dès qu'il eut fini de scanner mon cerveau, mes poumons, mon foie, mon cœur, mes intersilles et ma colonne vertical ... il sourit et dit, 'Entrez", avant d'ouvrir la porte. " Il franchising Baldwin Le Seuil et Pénétra in una nuova nouveau. Delaney, che Henry Miller ha decretato con entusiasmo come "un essere umano incrociato e unico", si dedica a una figura materna e mentore per Baldwin. Baldwin retourna ces faveurs juvéniles en nature. Nel 1965, il dédicaça le recueil de nouvelles Andiamo a conoscere l'uomo a Delaney. In verità, il privilegio di scongiurare la straordinaria bellezza della luce e del colore è come un colpo di scena, il motivo per cui l'occasione è “una crisi tra Bibi Lapin e Saint François d'Assise”.

Baldwin n'est pas seul à nous faire la chronique de la vie de Delaney. Les écrits sur Delaney abondent, surtout en ligne. N'y a qu'à chercher sur Google. Come ha detto David Foster Wallace alla proposta di Roger Federer: "Assommez-vous". Ces archives è in linea con lo storico della migrazione di Delaney contro il nord durant jeunesse, di Knoxville a Boston, o la ricostruzione di una formazione accademica alla moda. Immersione con il figlio di Elles nel Rinascimento di Harlem, figlio del jazz e della bonham, suite al figlio di New York nel 1929. Certi episodi del figlio fuggito a Parigi nel 1953, ville in tutto il resto della stagione jours. Alcuni frammenti sono tratti da un complesso psicologico. “Il raggio di azione in tutti i compartimenti - il sesso con i bianchi come sempre con i noir, il sesso con i connaissances è il cuore con i miei amici, la politica inoffensiva con il plupart dei bianchi, una forte identificazione etnica degli altri,” figlio del biografo David Lemming nel 1998. “Ses amis noirs in savaient très peu sur ses amis blancs; è come se fosse omosessuale in savana e très peu sur ses amis hétérosexuels. ”

SPREAD 2SINISTRA A DESTRA: Beauford Delaney, Senza titolo (Astrazione in verde), 1961. Olio su tela di lino, 41 x 27.5 cm.Per gentile concessione di Swann Auction Galleries, New York; Beauford Delaney, Untitled (Autoritratto con Odalisque), 1943 ca. Olio su pannello, 60 x 80 cm.

E così è possibile trovare i documenti qui concentrati sulla transizione cruciale della figurazione espressiva sull'astrazione luminosa. Ciondolo nel periodo newyorkese (1929-53), Delaney è una vera e propria opera d'arte, dipinti ed empires di scene di strada, di studi di artisti di club di jazz e di ritratti classici, e di Baldwin. Dipendente, Delaney è il capo dello stile “osservatore” per questo installato a Parigi. All'inizio di Norman Lewis, New York, come lui e personaggio di importanti parenti dei pionieri, è entrato nel Sud-Africa in Ernest Mancoba, qui è un vero e proprio trionfo del comfort nel suo esilio a Parigi, la fine del tesoro di Delaney è marchese impegno del figlio nell'assoluta astrazione. Ces travaux abstraits sont aujourd'hui de plus en plus recherchés. Per quanto riguarda la firma di grandi sceneggiature, la notizia di Miller, James Joyce e la critica di Roberta Smith, Baldwin conserva un convento e la privé di Delaney.

Nel 1977, prima e dopo il solitario di Delaney in un asile di Parigi, Baldwin riceve un'apprendistato dal punto di vista dell'iscritismo nel genere ridicolo della critica all'arte. A proposito di un identificatore che distingue il travaglio del figlio dal "spirituel", Baldwin ha detto: "Lorsque l'on se tient devant un toile de Delaney, nous nous tenons in the lumière, mes amis: et si dans cette lumière, aussi affetto l'uso impeccabile, nous arriva a nous riguardo a faccia, nous sommes soulagés of constater que l'obscurité nsest pas l'abence of lumière, mais sa norgation. ” Cita citation is reelleelle revel in the presentsation faite in solo da Rosenfeld de l'œuvre de Delaney in Park Avenue Armory.

Questo salone di bellezza, l'unione dei momenti dell'esposizione esige i maestri "qui rapportent" (tra cui Ed Ruscha ed Edward Hopper) e i pionieri négligés (telle Carolee Schneemann) de l'AADA, arriva in un curieux momento. “Après des décennies ofacquisitions incomplètes, bourses insuffisantes et depospositions symboliques, the musées américains réécrivent thehistoire of the 20ème siècle pour y inclure the artistes noirs de façon plus visible et significativo que jamais, jouant la carte del rattrapage historico a fondo, su misura per i collezionisti in cui si fa pressioni per cantare le ultime notizie sugli aspetti più importanti del passato, "rapport la critica d'arte Randy Kennedy in un numero di New York Times datato novembre 2015. Alors qu'une page se tourne, Kennedy reconnaît qu'il est déjà trop tard pour que peintres abstraits négligés tels que Delaney, Lewis o Alma Thomas, puissent y assister de leur vivant.

È un contesto in cui riesaminare. È lo stupido dell'imputer nella residenza di Barack Obama. Ciondolo di decori, artisti e conservatori che si occupano di cattiveria se non viviamo in un'attivita 'culturale, non lo stile marchese incluso la creazione nel 1969 della Galleria delle Cinque opere di Lewis, Romare Bearden ed Ernest Crichlow, la nostra installazione di Fred Wilson nel Maryland Historical Society et intitulée Estrazione del museo (1992-93), senza la conservatrice Thelma Golden e la sua esposizione del 1994 "L'Homme noir:" Rappresentazioni della mascolinità nell'arte contemporanea al Whitney Museum of American Art. L'esposizione di Golden comprende l'installazione scultorea di Wilson Vista custodita (1991), un'improvvisazione sul tema dell'esclusione istituita come il modello di quatre manichini noirs sans tête, il vêtus of uniformes del personale della sicurezza dei principi musicali americani. La premessa d'Obama è importante.

Ora, sei arrivato alla Maison Blanche, la famiglia Obama ha ridipinto la residenza prescelta con le opere preparate dal Museo Hirshhorn e dallo Sculpture Garden di Washington. La nostra selezione comprende gli abstraits de tableaux di d'Alma Thomas et le Nero come me n. 2 (1992) de Ligon, un peinture basée on un texte et révélant la frase "Toute trace du Griffin que j'avais été fut balayée." Ce passaggio, répété in couches d'encre noire sur une toile blanche, è una citazione tirée de l'ouvrage non-romanesque di John Howard Griffin intitulé Nero come me (1961), figlio racontant voyage dans le Sud profond.

In dehors de Rosenfeld, l'un des plus fervents défenseurs contemporains de Delaney est Ligon. L'année dernière, peu avant que ses sérigraphy “textuelles” Esci No.12-No.15 (2015) ne soient dévoilées lors de 'All the World's Futures', l'inaugurazione inaugurale per il finale finale catturato dal conservatore Okwui Enwezor organizzato in il quadro della 56esimo biennale di Venezia, Ligon organizza un'esposizione collettiva al Nottingham Contemporary. Intitulée 'Encounters and Collisions', l'esposizione di Ligon délibérément bondée présentait son œuvre propre, aux côtés de travaux is the ispiré et ofresres offer of nouvelles Perspectives. A Côté de Noms aussi connus que Jean-Michel Basquiat, Joseph Beuys, Philip Guston, David Hammons (non è un sans nom datant del 2000 e ré-immaginant un panier de basket-ball en scultura barocco come vendue plus de 8 milioni di dollari in un anno nel 2013) e Adrian Piper (vainqueur del Lion d'Or del mio artista nella biennale 2015 di Venezia), l'esposizione di Ligon tra cui il viaggio di Delaney.

SAM 5438

Glenn Ligon, Vieni fuori # 13, 2015. Serigrafia su tela.

"Delaney è una referenza per me, a causa di un omosessuale, come Baldwin, néconducibile nella relazione con la società in quella il mondo, né per il finale scelto da Parigi, ma anche per la felicità causata dalla razza americana. ", Confida Ligon in un'intervista per e-mail. “Com'è il disait, perché non è un espatriato che non è mai stato considerato come un citoyen. La mia identità è identica a quella della terra, così come il mio spasso è un'impressione del passato che viene citata in una parte che paga, un giorno o l'altra la vita di un semirimorchio di cristallo. ”

Delaney aurait decretato nell'astrazione del semplice "la scelta d'una scelta più profonda e complessa come la rigidità d'una forma". J'ai richiesto a Ligon quelle importanza con Delaney, si tratta di tutto ciò che è avvenuto, in nessuna associazione di astrazione, o in questo quéil décrivit è "la tensione tra il senso dei moti e le forme del tableau". Il risultato: “Questo è il momento in cui si parla del testo e dell'astrazione, perché è abbastanza simile alla definizione dell'ostruzione per Delaney, qui è molto simile per l'esplorazione e la profondità del senso della natura. della rappresentazione (e io sono contento del testo aussi). "

L'ipervisibilità di Ligon tranche radicalement con celle di Delaney. Malgré le succès rapide, qui di tanto in tanto il biografo di Delaney, impazzito per il piacere del pied de grue devant figlio appartement di Greene Street in questo momento d'apparizione nel cuore di Peintre, e malgré è una vera novità di Studio Museum de Harlem nel 1978 , così come un'avanguardia, Delaney riposa un personaggio marginale nelle musées americane, in uno storico dell'arte generale. Pourquoi? Cresciuto in un catalogo immediato per Arte afroamericana: 200 anni, une vente organisée nel 2008 di Rosenfeld, il conservatore e il consulente artistico Jonathan P. Binstock indica alcune affermazioni esponenti della resistenza duratura delle critiche, dei conservatori, degli intellettuali e delle marcature di un artista che ha abbozzato le opere d'arte Delaney. L'avanguardia che è la rettitudine è in parte imputabile alla storia storica dei bianchi per l'illustrazione e la figurazione nell'arte noir, in un modo che la percezione della pittura è sempre presente nell'artista noir. L'emergenza della politica Black Power nella sillage du mouvement des droits civiques è un vero e proprio mix di difficoltà. Come in Afrique du Sud lors de la lutte contre l'apartheid, gli artisti e le critiche si cimentano nella comunità afroamericana che considera l'abstrazione come una formalità fantasiosa.

Malgré les sforzi concerti di Whitney alla fine degli anni 1960 e in occasione degli anni 1970 in vista di anteprime della première génération d'abstractionnistes afro-americaneins, “au début of années 1970, the monde artistque n'était toujours pas prêt per la raffinatezza offerte dall'abstrait noir ”, osservata nel 2006 dalla conservatrice Kellie Jones, un illustre personaggio speciale nello stile del dorso dello stretto. Malgré delle accuse di memorie di Baldwin, Miller e Joyce, che è un vero e proprio fatto di commenti sulla "genialità dell'esprit" e il personaggio imperturbabile di Delaney, la produzione di colori da cantare, in mezzo a tempeste in altre espressioni blancs pendant l'âge d'or de ce mouvement pittorico, fut quasiment ignorée.

L'aura fallu attendre 2012 per il Museo di arte moderna grazie all'acquisizione del figlio premier Delaney intitulé Composizione 16 (1954-56), un'opera di "color-field" tourbillonnante majoritairement composée de jaune, trois and après son l'esposizione in galerie de Rosenfeld au centre-ville. Al momento dell'esposizione del figlio nel 2009, la critica all'art del <New York Times> Roberta Smith è riuscita a scartare "una bella essenza essenziale per il musée désirant élargir nella definizione dell'espressione". hommes blancs qui dom dominante toujours ce courant. " Quant au Whitney, il possède cinq Delaney. Tra l'altro, in un pastello su cartapesta nel titolo del 1950, un abito di legumi e il flore marquée per la forza psichiatrica. La folle intensa definizione delle linee irregolari e del formalismo dei Sud-Africani Zander Blom e Jan Henri Booyens, soixante e l'avance.

Per i collezionisti dei pionniers come il commissario Bill Cosby e il chirurgo di Detroit Walter O. Evans, gli atteggiamenti confondono le istituzioni artistiques dominées of the blancs durant the années d'après-guerre leur on the permis ofacquérir des œuvres pionnières de the art afro-americano, e notazione di Delaney, in un parente tranquillo. Nel 2000, Evans, non è la collezione intagliata da Toiles di Lewis e da altre lettere di Baldwin, New York Times con l'arte afroamericana "Soudainement devenu en vogue", insieme a "la valeur of the grimpe sous votre nez". Questo è peut-être il cas, più che mai è difficile da condividere il ruolo di battista mediatico. Nel 2010, un ritratto di drammaturgia di Jean Genet in onore di Verdure e regalità di Delaney è un vero toccasana da $ 13390 per una canzone di Christies. L'année dernière, Senza titolo (Astrazione in verde) (1961), un esempio del mio periodo di espressione nel distretto di Delaney, nient'altro che 35000 dollari di gallerie d'asta Swann.

Questa è una sfumatura sottile di maturità commerciale nella storia della ricostruzione dell'arte afroamericana. La riabilitazione glaciale dell'Héritage de Delaney non costituisce qu'une seule, bien qu'importante, étude de cas. Quanto a Ligon, des doutes on the théorie of changement dominé the marché lui viennent. “Per quanto riguarda, nous avons vu plus plus grands musées of États-Unis consacrer of esposizioni di artisti noir to the dans leur carrière, e non andare oltre a jamais entendu parler, o qui è ancora un po 'redécouverts' alors qu ' ils étaient septuagénaires ou octogénaires ”, scritto Ligon. “Le istituzioni sono qui esposte in premier quaun événement suffisait premier. Elles non ha investito a lungo termine in una sua produzione artistica, ma anche se non è all'altezza della carriera di artisti maschili ". Il senso di ciò che è stato scelto, più che altro. “Per esempio, quand'hai avuto artisti contemporanei di espositore simultaneo in un'istituzione di renom? Je ne me souviens pas avoir jamais vu ça. C'è un pre-sottile e tangibile mais tangibile dall'artista del colore che fa per te l'oggetto di un'esposizione "speciale", e non è parte del programma normale dell'iniziativa. "

Nel 1987, allora, presumibilmente dopo la morte di Delaney e queiques mois avant la sienne, il giornalista e biografo di Miles Davis Quincy Troupe interrogait Baldwin sur "la négligence" non Delaney semblait avoir été victime. La domanda deve essere un po 'sensibile. La risposta di Baldwin fut laconique: "C'est difficile, car les gens mentent toujours à propos de Beauford." Il refusa à tout autre commentaire. En quoi cela fut difficile? Sur quels sujets les gens mentaient-ils? La risposta brusca di Delaney lascia il segno di domande all'aperto. A proposito di tutto ciò che serve è il sera possibile del salotto di Beauford Delaney e del plaisir procuré da parte dei suoi luminesuse sans éprouver un sentiment de deuil.

Sean O'Toole è una vera e propria base a Cape Town.