Iraq. Mosul. Nel cuore dell'antica Mosul, che mostra un santuario Yezidi a sinistra e il minareto della Moschea Nouri a destra. 1932. Per gentile concessione di Wikimedia Commons.

Gli Emirati Arabi Uniti finanziano il restauro di Mosul

Gli Emirati Arabi Uniti collaborano con l'UNESCO e l'Iraq per ripristinare l'iconica Moschea

Moschea Nouri a Mosul, dopo essersi ritirata da Iside, l'11 luglio 2017. Per gentile concessione di Wikimedia Commons.Moschea Nouri a Mosul, dopo essersi ritirata da Iside, l'11 luglio 2017. Per gentile concessione di Wikimedia Commons.

Quasi otto mesi dopo la sconfitta dell'ISIS nella città irachena di Mosul, gli Emirati Arabi Uniti (Emirati Arabi Uniti) hanno collaborato con l'UNESCO e l'Iraq per ripristinare ciò che resta dell'iconica moschea al-Nouri e del minareto di al-Hadba.

Formato come parte dell'iniziativa UNESCO - "Revive the Spirit of Mosul" - il restauro di questi monumenti storici costituisce il fiore all'occhiello della proposta e cerca di recuperare la Moschea e il suo celebre Minareto pendente di 45 metri, costruito 840 anni fa , al suo antico prestigio. Gli Emirati Arabi Uniti hanno dato $ 50.4 milioni a sostegno di questi restauri, rendendolo la collaborazione più grande e senza precedenti per ricostruire un sito del patrimonio culturale in Iraq fino ad oggi.

Durante l'invasione dell'IS e la successiva occupazione della città nel 2014, la moschea di al-Nouri ha avuto un'importanza simbolica per l'IS ed è stata scelta come sito per Abu Bakr al-Baghdadi, il leader dell'ISIS, per annunciare il loro cosiddetto "califfato" . La bandiera nera del califfato poteva anche essere vista volare in cima al minareto di al-Hadba durante il periodo della loro invasione. Nour al-Din, da cui prende il nome il luogo sacro, ne ordinò la costruzione nel 1172 ed era famoso per aver ingaggiato la jihad contro i crociati cristiani.

Iraq. Mosul. Nel cuore dell'antica Mosul, che mostra un santuario Yezidi a sinistra e il minareto della Moschea Nouri a destra. 1932. Per gentile concessione di Wikimedia Commons.Iraq, Mosul, Nel cuore dell'antica Mosul, che mostra un santuario Yezidi a sinistra e il minareto della Moschea Nouri a destra. 1932. Per gentile concessione di Wikimedia Commons.

Si presume che l'IS abbia distrutto sia la Moschea sia il Minareto anziché vederli persi nelle forze di opposizione.

La collaborazione dell'UNESCO con l'Iraq e gli Emirati Arabi Uniti ha definito un piano quinquennale per il ripristino del sito, a partire da una documentazione completa e dalla bonifica delle macerie, nonché dal disegno di piani per la sua ricostruzione. Successivamente, l'iniziativa si concentrerà sul restauro e sulla ricostruzione storicamente fedele della moschea di al-Nouri, del minareto pendente di al-Hadba e degli edifici circostanti. I giardini storici di Mosul e numerosi altri spazi e infrastrutture aperti sono anche inclusi nel piano dell'UNESCO, che prevede la costruzione di un memoriale e di un museo in loco.

Secondo Audrey Azoulay, direttore generale dell'UNESCO, gli Emirati Arabi Uniti "stanno sostenendo la causa del patrimonio come anima vivente della società, un'opportunità unica per promuovere la speranza e la coesione sociale e un trampolino di lancio per le competenze e i lavori per i giovani".

"Revive the Spirit of Mosul" mira a rilanciare uno spirito di coesistenza pacifica e coesione sociale a Mosul e oltre, in particolare espandendo l'importanza della cultura e dell'educazione.

Iraq. Mosul. La torre pendente che mostra il dettaglio della decorazione arabesca. 1932. Quest'opera proviene dalla collezione di fotografie Matson (G. Eric ed Edith) presso la Library of Congress. Secondo la biblioteca, non ci sono restrizioni di copyright note sull'uso di quest'opera. Le uniche restrizioni riguardano le diapositive lanterna a colori, che questa foto non è.Iraq, Mosul, La torre pendente che mostra i dettagli della decorazione arabesca. 1932. Quest'opera proviene dalla collezione di fotografie Matson (G. Eric ed Edith) presso la Library of Congress. Secondo la biblioteca, non ci sono restrizioni di copyright note sull'uso di quest'opera. Le uniche restrizioni riguardano le diapositive lanterna a colori, che questa foto non è.

Grande moschea di Maarrat al-Numan, Siria. 2010. Fotografo: Bernard Gagnon. Per gentile concessione di Wikimedia Commons.Grande moschea di Maarrat al-Numan, Siria. 2010. Fotografo: Bernard Gagnon. Per gentile concessione di Wikimedia Commons.

Ellen Agnew è una scrittrice ARTE AFRICAla redazione.

IMMAGINE IN EVIDENZA: Iraq, Mosul, Nel cuore dell'antica Mosul, che mostra un santuario Yezidi a sinistra e il minareto della Moschea Nouri a destra. 1932. Per gentile concessione di Wikimedia Commons.