Chechu Álava, Rebel Kid, 2019. Olio su tela, 35 x 27 cm. Per gentile concessione dell'artista e della galleria SMAC.

La linea femminile

La Galleria SMAC ospiterà una mostra ispirata agli antenati matrilineari personali degli artisti

'The Female Line' invita l'artista a considerare criticamente i ruoli ereditati che esistono all'interno della loro ascendenza matrilineare. Affrontando e concentrandosi da vicino sugli aspetti di una cultura guidata da agenti femminili (madri, figlie, sorelle, zie), questa mostra chiede all'artista di confrontarsi con la propria ascendenza matrilineare personale così come l'ha vissuta. "The Female Line" si propone di riflettere su storie di violenza e storie di amore, perdita e nostalgia; gli effetti attuali che la società matrilineare ha rivendicato sullo spazio e sulla politica, nonché i propri sentimenti, celebrazioni, paure, domande e piaceri vissuti sia personalmente che come parte di una memoria collettiva.

Chechu Álava, Rebel Kid, 2019. Olio su tela, 35 x 27 cm. Per gentile concessione dell'artista e della galleria SMAC.Chechu Álava, Rebel Kid, 2019. Olio su tela, 35 x 27 cm. Per gentile concessione dell'artista e della galleria SMAC.

'The Female Line' include lavori di artisti emergenti provenienti da diversi background geografici:

Chechu Álava (Spagna)
Romina Bassu (Italia)
Simphiwe Buthelezi (Sudafrica)
Jeanne Gaigher (Sudafrica)
Gabrielle Kruger (Sudafrica)
Sepideh Mehraban (Iran)
Richard Mudariki (Zimbabwe)
Kresiah Mukwazhi (Zimbabwe)
Asemahle Ntlonti (Sudafrica)
Talia Ramkilawan (Sudafrica)
Brett Seiler (Zimbabwe)
Iris Schomaker (Germania)

'The Female Line' sarà in mostra presso la SMAC Gallery, Cape Town, Sud Africa, dal 29 agosto al 12 ottobre 2019.