Tabita Rezaire: COMMERCIO ESOTICO

"Exotic Trade" è la prima mostra personale di Tabita Rezaire in cui utilizza "l'attivismo di guarigione digitale" come strategia per concepire le tecnologie decoloniali attraverso le quali possiamo "connetterci olisticamente a noi stessi, gli uni agli altri, alla terra e al multiverso" (Rezaire ). "Exotic Trade" è on mostra alla Goodman Gallery, Johannesburg dall'8 aprile al 17 maggio 2017.

Goodman5Tabita Rezaire, dilo, 2017. ID. Immagine per gentile concessione della Goodman Gallery.

Internet è sfruttatore, esclusivista, classista, patriarcale, razzista, omofobico, transfobico, fatfobico, coercitivo e manipolatore. Dobbiamo decolonizzare e curare le nostre tecnologie. La guarigione è resistenza. - Tabita Rezaire

Exotic Trade è la prima mostra personale di Tabita Rezaire in cui utilizza l '"attivismo di guarigione digitale" come strategia per immaginare le tecnologie decoloniali attraverso le quali possiamo "connetterci olisticamente a noi stessi, gli uni agli altri, alla terra e al multiverso" (Rezaire).

Questa mostra ultraterrena scava nelle storie, nella politica e nei ricordi delle tecnologie dell'informazione e della comunicazione (TIC), esponendo la violenza e la cancellazione portate dalle nostre reti attuali e scoprendo possibilità per le tecnologie spirituali.
Attraverso installazioni video e stampe digitali, l'artista risponde a un bisogno percepito di ricollegare corpo, "utero-mente" e spirito per sanare le "oppressive gerarchie coloniali dei sistemi di conoscenza che definiscono le narrazioni dominanti del nostro tempo" (Rezaire).

Goodman3Tabita Rezaire, Benedizione Hoetep (ancora), 2016. Video HD, 12 min. 30 sec. Commissionato da Bradford Nordeen per eventi estivi, The Broad Museum, LA, USA.

Exotic Trade esplora i mezzi "alternativi" per ricevere, creare e condividere informazioni attraverso interfacce spirituali accedendo a ciò che Rezaire definisce il "database del cosmo": dalla comunicazione con gli antenati all'abbraccio dell'acqua, dell'utero e delle piante insegnanti come "portali primordiali" per il "download" ' conoscenza.

Nello spettacolo, Rezaire traccia parallelismi tra la disposizione dei cavi ottici sottomarini (l'architettura stessa di Internet) e le rotte commerciali coloniali per indicare il potente simbolismo alla base del `` colonialismo elettronico '' per cui Internet è stato letteralmente costruito sulle rotte del dolore nero.

Per Rezaire, "l'ironia è che la tecnologia di Internet non esisterebbe senza l'influenza delle spiritualità africane perché l'origine della scienza informatica è stata, infatti, fatta risalire ai sistemi di divinazione africani". Rezaire utilizza interfacce schermo all'interno della sua pratica per ricordare lo "spazio-tempo" in cui la tecnologia, la biosfera e il mondo spirituale si connettono.

Goodman2Tabita Rezaire, Deep Down Tidal (ancora), 2017. Video HD, 19 min. Commissionato da Toke Lykkeberg per Citizen X - Human, Nature, And Robot Rights, Oregaard Museum, Danimarca. 

Exotic Trade sarà organizzato a forma di utero per creare uno "spazio nutritivo che ci collega alla fonte", afferma l'artista. Questa composizione si riferisce all'intenzione dietro i pezzi chiave, che celebrano la resilienza delle donne nere di fronte allo sfruttamento colonialista e capitalista. Rezaire cerca di marcare il contributo delle donne nere al progresso della scienza e della tecnologia medica - spesso involontariamente e dolorosamente, come con la ginecologia - e affrontare la cancellazione delle donne nere dalla narrativa dominante del successo tecnologico.

Rezaire è alle prese con i traumi ereditati che gravano sui "corpi dell'anima" delle donne nere e ricostruisce il potere erotico femminile e nero come energia creativa e trasformativa. La sua missione è "reimmaginare una politica del piacere guidata dal desiderio impenitente, dal risveglio spirituale, dall'amore e dalla compassione" (Rezaire).

Intraprendendo uno scavo dedicato del potenziale di guarigione delle tecnologie dimenticate e affermando la loro rilevanza per la nostra epoca attuale - un processo che Rezaire chiama "archeologia di rete" - Exotic Trade sostiene la possibilità di nutrire una "coscienza mente-corpo-spirito-tecno" che contrasta il nostro attuale stato di disconnessione.

La mostra personale di Rezaire arriva in un momento di crescente interesse globale per il suo lavoro e per l'arte digitale dall'Africa e dalla sua diaspora. Il suo programma per il 2017 comprende due commissioni museali dell'Oregaard Museum di Hellerup, Danimarca, e NRW-FORUM di Düsseldorf; mostre alla House of Electronic Arts Basel di Basilea, al KNOCKDOWN CENTER di New York e al festival Impakt di Utrecht, tra gli altri. Il suo gruppo di artisti NTU presenterà mostre personali presso Auto Italia South East a Londra e LUMA Westbau a Zurigo. Rezaire ha una serie di conferenze e spettacoli programmati in Sud Africa, Belgio, Paesi Bassi, Austria e Stati Uniti. A giugno inizierà una residenza artistica presso Meetfactory di Praga.

Goodman1Tabita Rezaire, Deep Down Tidal (ancora), 2017. Video HD, 19 min. Commissionato da Toke Lykkeberg per Citizen X - Human, Nature, And Robot Rights, Oregaard Museum, Danimarca. 

Tabita Rezaire è un'artista dei nuovi media della Guyana / danese nata in Francia il cui lavoro esplora la "salute e conoscenza decoloniale" attraverso la politica della tecnologia. Navigando nelle architetture del potere online e offline, il suo lavoro affronta la matrice pervasiva della colonialità e i suoi effetti su identità, tecnologia, sessualità e spiritualità. Nel 2016, il lavoro di Rezaire è stato presentato in mostre alla IX Biennale di Berlino; The Broad, LA; Il Museo d'Arte Moderna, Parigi; e il Museum of Contemporary African Diasporan Arts (MoCADA), New York. Vive e lavora a Johannesburg, in Sud Africa.

Exotic Trade è amore è rabbia è dolore è guarigione sugli schermi
Exotic Trade è la memoria hardrive è dimenticata la memoria è un potenziale dissotterrato
Exotic Trade è una diagnosi è un rimedio è premuroso
Exotic Trade ci sta provando
Exotic Trade è per te è per noi
Exotic Trade sta sfruttando il potere della vibrazione
Exotic Trade condivide i fluidi della sopravvivenza
Exotic Trade è un amore umido e succoso
Exotic Trade è contraddizione è complicità smascherata
Exotic Trade sta lottando con l'amor proprio
Il commercio esotico è auto-mercificazione, l'auto-realizzazione è insicurezza
Exotic Trade sono io per vendere
 - Tabita Rezaire