Inaugurazione della Galleria Sulger Buel Lovell

La Galleria Sulger-Buel Lovell viene inaugurata con la mostra OF (F) AFRICA a Londra

Il 13 ottobre 2014 è stata inaugurata la Galleria Sulger-Buel Lovell a Londra, la nostra galleria dei fratelli Galleria Lovell a Cape Town! La mostra inaugurale e il lancio della galleria, OF (F) AFRICA, espone opere selezionate di artisti della galleria rappresentati provenienti dall'Africa; lo scultore Abdulrazaq Awofeso, il fotografo Ralph Ziman e l'artista di media misti Vivien Kohler.

Inaugurazione della Galleria Sulger Buel Lovell
SINISTRA A DESTRA: Abdulrazaq Awofeso, World Trade Center, 2014. Vivien Kohler, Il passaggio della contemplazione, 2014. Ralph Ziman, Izimpi ("War Party" Zulu), 2013.
Collezionista, Christian Sulger-Buel e gallerista, Tamzin Lovell Miller, hanno collaborato per lanciare il Sulger-Buel Lovell a Londra, specializzato in arte contemporanea africana. Christian Sulger-Buel colleziona arte africana da oltre 35 anni e la Lovell Gallery opera a Città del Capo dal dicembre 2009.
Sulger-Buel Lovell si posiziona come parte di un nuovo approccio nella comprensione delle traiettorie dell'arte africana contemporanea e delle sue relazioni con il patrimonio culturale dell'Africa. Si concentra sulle sfide che gli artisti stanno affrontando nell'ambiente urbano dell'Africa contemporanea, dove l'arte è una configurazione di idee e pratiche locali, regionali e intercontinentali. Nel processo di cambiamento sociale e culturale in Africa, Sulger-Buel Lovell è determinato a evidenziare la crescente interconnessione degli artisti attraverso il processo di globalizzazione e a mostrare talenti significativi affermati ed emergenti.
Kefiloe Sewisa, curatore di OF (F) AFRICA, la mostra inaugurale di Sulger-Buel Lovell, ha da dire su questo: "La comprensione esperienziale degli artisti del terreno fisico, fantasmagorico e psicogeografico espressa attraverso le loro composizioni, è una simulazione alternativa della narrazione della terra. Attraverso approcci multidisciplinari, lo scultore Abdulrazaq Awofeso, l'artista di media misti Vivien Kohler e il fotografo Ralph Ziman, hanno visivamente orato e sfidato le dinamiche socio-politiche, socio-economiche e umanistiche del continente attraverso le rappresentazioni figurali del loro lavoro. Le figure sono vasi attraverso i quali vengono esplorate le indagini tematiche degli artisti; creando significato attraverso la forma.
Vivien Kohler OFF
SINISTRA A DESTRA: Vivien Kohler, Ondata (2014); De (Re) Tritus (2014).
Questi artisti, come cartografi pittorici a sé stanti, hanno utilizzato la forma umana nelle loro composizioni come rappresentazioni metaforiche; significanti "figurali" del continente, evidenziando l'innata interconnessione tra uomo, cultura visiva ed evoluzioni nella sfera urbana. Le sfumature del terreno del continente sono state mappate attraverso l'interpretazione degli artisti e le rappresentazioni soggettive della forma, ulteriormente contestualizzate in relazione allo spazio, al luogo e agli oggetti scelti.
La figura umana composta attraverso la prospettiva dell'artista africano radicata nel continente, può essere percepita come un'incarnazione dell'ambiente, un'estensione del paesaggio; le sue dinamiche culturali, la storia carica e controversa, lo stato presente ma effimero dell'essere e il futuro immaginato per la società e il sé. Questa nozione può essere osservata attraverso le figure che sono state intrecciate con il simbolismo visivo, incorporate con tracce di esperienze umane condivise, che rispecchiano tutti gli aspetti del corporeo. L'approccio scultoreo e compositivo tridimensionale e l'uso di materiali tradizionali e trovati, espressi contemporaneamente da Awofeso, Kohler e Ziman, servono come simboli connettivi al passato della terra ed espressivi di come si è spostato attraverso la modernità, come sono stati creati dagli artisti.
Ralph Ziman Tokoloshe3 2013
SOPRA: Ralph Ziman, Tokoloshe 3 (2013)
Come mostra inaugurale della serie OF (F) Africa, questa mostra contribuirà alla documentazione visiva dell'Africa contemporanea e alle sue trasformazioni nel contesto degli sviluppi intra-africani e globali. Mirerà a rinvigorire e trascendere i confini del discorso "tradizionale" sull'estetica e le modalità della pratica artistica in Africa, per accendere una rilettura delle arti del continente attraverso un sistema semiotico e linguistico fondato all'interno della filosofia individualizzante dell'estetica panafricana ; la nozione di arte come esperienza performativa, o derivata dell'individuo e dei collettivi. ”
Abdulrazaq Awofeso Frammenti dalla città 2013
SOPRA: Abdulrazaq Awofesa, Frammenti di una città (2013)
La galleria Sulger-Buel Lovell si trova vicino alla Tate Modern nella cornice di un loft Bankside. Cattura la mostra dal 13 ottobre al 15 novembre 2014.

Indirizzo: Sulger-Buel Lovell, The Loft, unit 2 La Gare, 51 Surrey Row, London SE1 0BZ