INTRO stylesfromthestrade graffiti jam 26

Stili di strada

Fay Jackson di Art South Africa ha partecipato alla mostra "Styles from the Streets" a Johannesburg e ha parlato con alcuni degli artisti coinvolti. Ospitato da Grayscale Concept e David Brown Fine Art, "Styles from the Streets" ha esposto le opere di 12 giovani graffiti e artisti di strada sudafricani.

stili dal lavoro della galleria delle strade 4

Stili da i strade, Modello I treni, Galleria

Arte Sud Africa: Come fatto tu Venire up con i il tuo pseudonimo?

MARTE: Avevo circa 15 anni; Ho disegnato un personaggio alieno e poi l'ho dipinto a spruzzo su un muro. Sembrava che stessi facendo "graffiti" ho pensato che mancasse qualcosa, una parola, lettere, un nome forse. Ero con un amico e dopo una brevissima discussione abbiamo convenuto che l'alieno dovesse avere accanto la parola marte, perché è da lì che vengono gli alieni. Ero molto ingenuo e non sapevo cosa stavo facendo. Non è cambiato molto da quel giorno.
CURIO: Ho preso il nome da un amico canadese; non era più molto attivo ma aveva uno stile di mano da drogato. Stavamo solo etichettando parole casuali e lui ha scritto "curio", ha funzionato molto bene come tag, quindi ho preso il nome ahahah.
BIAS: Ho scelto il nome Bias come dichiarazione diretta su come la popolazione generale vede i graffiti. La maggior parte delle persone guarda solo al lato vandalico, anche quando vede un pezzo seriamente colorato, pensa "vandalismo" e come avrebbe potuto essere fatto di notte. Ho scelto il mio nome per cambiare quella prospettiva.
VERONIKA: Ho avuto una cotta per una ragazza che ho incontrato a New York, [e] poi sono tornata a casa [e ho iniziato] a dipingere il suo nome ovunque. Ho dimenticato la ragazza, ma il nome è rimasto.
TYKE: La rilevanza di TYKE è cambiata nel corso degli anni. Ho iniziato a scriverlo intorno al 2002, e aveva a che fare con il fatto che all'epoca ero un ragazzino e mi stavo comportando male.
RIOT510: Ogni scrittore inizierà con un nome che viene cambiato 3 o 4 volte prima di restare con uno. Non è frequente che si trovi un nome dritto del pipistrello. Il mio è venuto da me nel momento in cui mi ero perso nella mia vita. Inizialmente mi è venuto in mente attraverso la musica e mi è rimasto impresso. Mi aiuta a ricordare a me stesso da dove vengo. Chi ero e chi sono oggi: RIOT510.
PAGINA: Era il mio cognome prima che mi sposassi e che mio padre morisse, quindi serve come un perpetuo omaggio a lui tanto quanto un promemoria per me delle mie origini e delle mie radici.
Shiz GA: È solo una parola che le persone mi chiamavano, come un soprannome, ed è vicina al mio vero nome.
JESTR: Non riesco a ricordare esattamente come sono arrivato a Jestr, era solo uno pseudonimo che avrei scritto mentre ero a scuola. Poi ho iniziato a farmi conoscere e ho pensato che non sarebbe stato saggio cambiarlo, e se un nome è quello che ne fai bene, allora ho pensato che non fosse così importante quello che era.
Quaranta Quaranta: È stato un processo di eliminazione, trovare una selezione di lettere che pensavo funzionassero bene insieme.
Gli stili di VERONICA dalla marmellata di graffiti delle strade
VERONIKA, Styles from the Streets, Graffiti Jam
Quale ruolo pensi che abbiano i graffiti nella società? Pensi che possa essere utilizzato per realizzare un cambiamento positivo?
MARS: Svolge ruoli enormi nella e sulla società, in quanto è una rappresentazione della società. È normale che le persone comuni si esprimano per le strade. Sono persone istruite, e non istruite, sono i giovani, e sono le persone anziane, sono i bambini che dipingono, e sono i loro nonni a documentarlo, sono tutte le razze, tutti i sessi. È chiunque di qualsiasi estrazione sociale. C'è una bellissima attrazione che si crea tra le persone e l'arte, quasi chiunque può apprezzare i graffiti / street art, non hanno nemmeno bisogno di capirlo, solo il fatto che è là fuori, e non in una galleria o in una casa, gli conferisce così tanto potere ed esuberanza. È "vaffanculo", prendilo o lascialo, ma non può essere ignorato.

TYKE: È un promemoria costante per guardare qualcosa di diverso dai cartelloni pubblicitari; abbiamo una voce e [noi] siamo liberi di dire ciò [di cui] abbiamo bisogno. Abbiamo una cattiva reputazione per dipingere i muri; questi muri sono le nostre gabbie e dovrebbero essere distrutti. I graffiti salvano vite ed è un movimento tanto positivo quanto si ottiene. Se più di noi facessero il grande passo, si rendessero conto di quanto siamo liberi e iniziassero a pensare da soli, il mondo sarebbe un posto migliore in pochissimo tempo.
BIAS: Bene, parlando per esperienza personale e il modo in cui opera il mio equipaggio (proprio equipaggio), realizziamo murales a colori su larga scala con messaggi specifici basati sulla comunità. Finora ne abbiamo fatti molti che sono ben accettati dalle loro aree. Sono necessarie una mentalità positiva e un po 'di tenacia.

RIOT510: Ci sono sempre due lati della storia con questa domanda. Nel corso degli anni sono giunto a questa conclusione: se le persone si prendono davvero il tempo per notare di cosa stiamo parlando, apprezzano l'arte. Per fortuna qui a Johannesburg, le potenze lo stanno guardando in modo positivo. La società a cui nessuno vuole vedere o pensare è là fuori, e noi siamo quelli là fuori che cercano di ripulire questi luoghi. Dare qualcosa da fare ai bambini incustoditi invece di correre dal loro rivenditore più vicino. Essere affascinati dall'arte, in generale, offre ai bambini molti mezzi per scoprire che potrebbero diventare qualcosa di più nella vita. Quindi, secondo me e da quello che vedo là fuori per strada, dal punto di vista dei poliziotti e anche della gente, è tutto positivo per la società.
stili dal lavoro della galleria delle strade 16
rasty, Occhio 1, Occhio 2, Occhio 3, Stili di strada, Galleria
Cosa ne pensi di Urban Art commissionato fuori dalle strade e nello spazio della galleria?
CURIO: [Come] l'evoluzione di qualsiasi forma d'arte, era inevitabile che avrebbe iniziato lentamente a insinuarsi nelle gallerie. È solo questione di quello che gli artisti mettono in mostra nelle gallerie. Quindi, tutto sommato, è positivo che i graffiti possano entrare in questi spazi più esclusivi e aprirsi a un pubblico più elaborato (e pagante).
VERONIKA: Molto bene, è così che pago l'affitto!
JESTR: Penso che sia un evento naturale poiché tutte le cose che diventano popolari cercano altre strade per connettersi con un pubblico più ampio. È come un fiume che scorre con slancio attraverso una terra relativamente inesplorata, dove l'acqua cercherà strade da percorrere. Alcune parti dell'intero più ampio sostengono l'arte urbana nelle gallerie a causa della promessa di guadagni finanziari e / o popolarità. Alcune parti perché aiutano a creare l'infrastruttura per i graffiti e le arti urbane in generale in Sud Africa, e idealmente la loro, poiché il loro contesto e il contesto della "scena" sono strettamente correlati. Altri perché in termini di “quadro di riferimento” di ciò che dovrebbe essere una carriera di artista di successo: avere un lavoro in una galleria è una manifestazione di quel successo percepito o desiderato. Detto questo, penso che il suo intento idealistico sia che tutti vadano avanti (qualunque cosa possa essere per loro), il che suppongo sia positivo. A lungo termine, fintanto che mostrare opere nelle gallerie non influenza le tue scelte artistiche perché senti di voler vendere le tue opere o essere il più caldo alla mostra va bene. Tuttavia il vero intento emerge sempre nell'arte e se sei in grado di comprendere la linguistica sarai in grado di vedere l'integrità.
Guardandolo dalla prospettiva che la maggior parte degli artisti di graffiti non ha una formazione formale né esperienza nelle belle arti di per sé, il concetto di avere opere nelle gallerie e avere le loro opere è più che un semplice `` vandalismo '' o un pezzo in qualche altro oscuro e osceno lo spazio è attraente (in relazione al concetto più ampio di successo dell'artista). Detto questo, penso che qualsiasi esplorazione in un campo che ti è sconosciuto con l'intento di ampliare la tua esperienza sia positiva. Aiuta ad aumentare lo standard generale e idealmente il grado del gioco nel suo insieme, quindi è buono. Tutto sommato, rimanere fedeli a se stessi e da dove vieni come artista è importante, così come è importante come artista ampliarti il ​​più possibile per ottenere un'esperienza di prima mano di tutti gli aspetti della vita in modo da poter commentare visivamente con integrità. L'equilibrio è necessario, e solo quelli con vero equilibrio rimangono e gli altri alla fine cadono.
Stili JESTR dalla marmellata di graffiti sulle strade 24
JESTR, Styles from the Streets, Graffiti Jam
Come pensi che sia il futuro dell'arte urbana in Sud Africa?
VERONIKA: La scena della street art in Sud Africa è in forte espansione perché i nostri giovani hanno molto da esprimere. E la street art non fa discriminazioni; trova solo un muro e versa il tuo cuore.
Quaranta quaranta: Penso che la qualità del lavoro sia in aumento. La percezione del pubblico, d'altra parte, dipende molto dalla provincia o anche dalla periferia in cui ti trovi. Direi che JHB è di gran lunga il più liberale con CT che deve affrontare molte pressioni da parte di statuti e consigli comunali. Non posso parlare di DBN per esperienza, ma non ho la sensazione che ci sia una scena in forte espansione lì. Il futuro sembra interessante. Impegnativo, ma interessante.
Qual è la tua opinione sul dibattito tra graffiti e arte di strada? Fai una distinzione? E dove si inserisce il tuo lavoro?
PAGINA: Sì, c'è una distinzione. In primo luogo, ci sono una varietà di mentalità o approcci ai graffiti. Penso che ci sia una differenza nel tipo di scrittore che fa solo tag o vomiti per raggiungere la notorietà e il tipo di scrittore che è inghiottito nello sviluppo di forme, contrasti, movimento (qualunque cosa sia che affascina lo scrittore) all'interno del suo o il suo pezzo o set di lettere graffiti. Ci sono scrittori che scelgono di non dipingere uno sfondo o personaggi (le cose che è più facile per la società in generale assorbire o relazionarsi), e ci sono scrittori che cadono nella tana del coniglio di colori e modelli. La cosa comune qui è l'uso rigoroso e la padronanza di un mezzo: la vernice spray.
Alcuni hanno definito i graffiti della nuova ondata graffiti postmoderni: più sfondi, personaggi e concetti. Immagino sia qui che la pianificazione anticipata che entra nella street art (il taglio di stampini o la pittura di paste di grano che significa che ciò che vedi per strada è preconcetto) incontra la spontaneità dei graffiti (applicando un tag o un lancio memorizzato o improvvisato con un grado di scioltezza che si basa sui movimenti dell'intero corpo dell'artista rispetto al colpo di pennello). Quindi, in altre parole, i "graffiti postmoderni" spesso includono il processo di preconcetto di una composizione o di un concetto.
L'artista di strada utilizza una più ampia varietà di mezzi e preferisce non essere limitato ai parametri dei graffiti. Ad esempio, i pezzi creati per strada potrebbero non avere più scritte e l'uso di pennelli, stencil e paste di grano diventa più diffuso nelle opere, e il successo dell'opera d'arte non dipende dal controllo dell'artista su una bomboletta di vernice spray . Penso che il lavoro che svolgo per strada rientri tipicamente nei parametri dei graffiti postmoderni.
Grazie per l'opportunità di esprimere la mia opinione; Vorrei ringraziare Rasty per aver organizzato un evento incredibile; al PROPRIO equipaggio; CB-DS ea tutti gli scrittori attivi che escono e contribuiscono alla sub-cultura in Sud Africa.
Trovami su Instagram; e mio marito (anche lui un artista di graffiti) Zesta
INTRO stylesfromthestrade graffiti jam 26
Stili da i strade, graffiti marmellata
Interviste e immagini di Fay Jackson per Art South Africa