STORIA Studio Museum HArlem nuovo edificio di david adjaye

Lo Studio Museum Harlem annuncia il nuovo edificio per artisti di discendenza africana, progettato da David Adjaye

Lo Studio Museum ad Harlem ha annunciato il 6 luglio 2015 che costruirà una nuova casa sulla 125esima Strada Ovest di Manhattan, sostituendo la sua attuale struttura con una struttura progettata espressamente per il suo programma dall'architetto ghanese-britannico, David Adjaye.

STORIA Studio Museum HArlem nuovo edificio di david adjayeSOPRA: Rendering del progetto di David Adjaye per il nuovo Studio Museum di Harlem. Foto: Adjaye Associates, Designer, in collaborazione con Cooper, Robertson & Partners, Executive Architect.
La nuova struttura, che segna il 50 ° anniversario dell'istituzione dedicata agli artisti di origine africana, sostituirà l'attuale edificio del museo e annetterà un lotto adiacente. La struttura di cinque piani proposta da Adjaye e di 71,000 piedi quadrati si appropria delle caratteristiche architettoniche vernacolari del quartiere e amplierà lo spazio per le gallerie e gli artisti residenti di oltre il 50%.
Il nuovo edificio consentirà allo Studio Museum di servire al meglio il suo pubblico in crescita e diversificato, fornire ulteriori opportunità educative ai frequentatori del museo, dai bambini agli anziani, espandere le sue mostre d'arte di fama mondiale di artisti di discendenza africana e influenzati e ispirati dalla cultura nera, e esporre efficacemente la sua singolare collezione di opere d'arte dal diciannovesimo secolo ai giorni nostri.
Con un valore di $ 122 milioni, il nuovo edificio sarà finanziato in parte dalla città di New York, che finora ha stanziato $ 35.3 milioni per il progetto. Il sindaco Bill de Blasio ha sottolineato la vivace storia del quartiere che ospita il museo dal 1968; “Per generazioni, gli artisti che vivono e lavorano ad Harlem hanno avuto un enorme impatto sul carattere e sulla sensibilità di questo paese. E negli ultimi 50 anni lo Studio Museum di Harlem è stato un pilastro per questa comunità, studiando, promuovendo, sostenendo e contribuendo al tessuto culturale di questo straordinario quartiere e amplificando le voci di artisti di origine africana per un pubblico internazionale ".
"L'investimento della City nel futuro di questa organizzazione segnala il nostro impegno ad aiutare lo Studio Museum a crescere, coinvolgendo un vasto pubblico e mantenendo la posizione di New York al centro dello spirito e dell'identità americana", ha continuato De Blasio.
Con la costruzione che dovrebbe essere in corso entro il 2017, il progetto si aggiungerà alla celebrazione del 50 ° anniversario dello Studio Museum, che ha aperto nel 1968 in un loft in affitto tra Fifth Avenue e 125th Street ed è operativo dal 1982 in un secolo- vecchio edificio commerciale ristrutturato per esso dal celebre architetto afro-americano J. Max Bond, Jr.
Thelma Golden, direttore e curatore capo dello Studio Museum di Harlem, ha dichiarato: "Con l'aiuto del brillante David Adjaye, che ci sta offrendo la prima struttura progettata espressamente per le nostre esigenze, noi ... porteremo i risultati creativi dei nostri artisti, passato e presente, a un pubblico vicino e lontano ".
STORIA Studio Museum Harlem nuovo edificio di david adjaye 1SOPRA: L'attuale facciata dello Studio Museum Harlem. Foto © Albert Vecerka / Esto. Per gentile concessione di Rogers Marvel Architects.
Prendendo spunti architettonici dalle pietre marroni, dalle chiese e dai marciapiedi vivaci di Harlem, il design concettuale di Adjaye prevede una facciata dinamica e scultorea che contrasta fortemente con gli edifici commerciali circostanti, pur essendo trasparente e porosa dal livello della strada. Progettato per funzionare come una galleria espositiva, un archivio, un luogo di lavoro per artisti residenti e un "soggiorno" per la comunità di Harlem e i suoi visitatori, il nuovo edificio presenta un nucleo luminoso che si eleva verso l'alto per quattro piani; una “curva inversa” che invita il pubblico in un vivace spazio multiuso per conferenze, spettacoli, incontri informali e altro; una terrazza che si affaccia sulla 125th Street; e una varietà di spazi graziosamente proporzionati per l'installazione di opere d'arte, compresi pezzi che saranno visibili dall'esterno dell'edificio.
"Sono così onorato di lavorare allo Studio Museum di Harlem", ha dichiarato David Adjaye del suo coinvolgimento in questo progetto rivoluzionario; “[Si tratta] di spingere la tipologia del museo in una nuova posizione e di pensare all'esposizione e alla ricezione dell'arte in modi innovativi. Si tratta anche di una potente risonanza urbana, attingendo ai tropi architettonici di Harlem e celebrando la storia e la cultura di questo straordinario quartiere con un edificio che sarà un faro per un crescente pubblico locale, nazionale e internazionale ".
L'architetto di fama mondiale ha anche recentemente lavorato con Okwui Enwezor, il curatore della Biennale di Venezia 2015, per progettare un museo all'interno dell'Arsenale e un'area delle performance all'interno del Padiglione Centrale ai Giardini.