Magia simpatica, Grace Cross, AKAA

SMITH noto anche come Africa 2017

SMITH è lieta di presentare la sua seconda presentazione alla AKAA Art & Design Fair. Questa mostra collettiva più ampia si concentra su artisti affermati ed emergenti all'interno di SMITH attraverso una più ampia gamma di mezzi.

Pittura a tecnica mista, disegno a inchiostro di Stephen Allwright, dipinti su larga scala di Banele Khoza, Dale Lawrence e Jeanne Gaigher, tecnica mista di Grace Cross, installazione cinematografica di Katharien de Viliiers e presentazione dell'artista visiva Amina Zoubir.

uomo rosa inclinato a sinistra, Stephen Allwright, AKAAStephen Allwright, uomo rosa appoggiato a sinistra, 2016. Inchiostro su carta, 60 x 42 cm

Stephen Allwright

“Ink mi costringe a impegnarmi in un disegno particolare. Un singolo passaggio della penna racchiude un passaggio distinto da un punto all'altro. Negli ultimi tempi ho usato prevalentemente penna e inchiostro perché la pratica di fare immagini con questo mezzo è filtrata nel modo in cui permetto a un pensiero o un'emozione di emergere nella mia mente. Sembra abbastanza vicino al familiare atto fisico della scrittura. Inoltre, trovo confortante l'odore e il rituale nel prepararmi a usarlo. "

Ora sei un adulto ..., Banele Khoza, AKAABanele Khoza, Sei un adulto adesso ..., 2017. Acrilico e inchiostro su tela, 125 x 95 cm

Banele Khoza

“Credo che il lavoro rifletta uno stato d'animo in cui si è nuovi nel mondo di 'Adulting' e nel mio caso è stato veloce. Nel corso della creazione sono stato immerso in diversi progetti simultanei che avrebbero consumato la maggior parte del mio tempo. Ogni notte ritornavo in una scatola vuota, senza nessuno a salutare se non i miei quadri. Questo schema mi ha fatto mettere in discussione la mia vita, chiedendomi 'È questo?', Qual è la giusta quantità di 'occupato' prima che inizi a intervenire con il proprio benessere. Ho dovuto prendere la decisione consapevole di dover vivere di più, altrimenti la mia cornice sarà sempre una sola figura. "

L'unica costante è il cambiamento, Dale Lawrence AKAA

Dale Lawrence, L'unica costante è il cambiamento, 2017. Acrilico su carta, 120 x 80 cm

Dale Lawrence

“Questi lavori sono stati realizzati durante un periodo di rapidi cambiamenti nella mia vita. Ogni volta che pensavo che le cose si sarebbero sistemate, qualcos'altro era stato sollevato. Non tutto il cambiamento è stato male, né buono. Tuttavia, avrei pianto per ciò che stava passando e cosa avrebbe potuto essere. Alla fine, ho iniziato a rendermi conto che il periodo di rapido cambiamento era andato avanti troppo a lungo per essere considerato un periodo. Era in effetti uno stato di costante cambiamento, forse leggermente accelerato per adeguarsi al ritmo delle tecnologie di comunicazione. Ma mentre avrei potuto attraversare un periodo in cui l'ho sentito abbastanza acutamente, non era localizzato nella mia vita ma piuttosto uno stato universale.

Rendendomi conto che questo stato di cambiamento perpetuo è il modo naturale delle cose, sono arrivato ad accettare che la stabilità per la quale ho avuto un tranquillo desiderio è effettivamente presente, solo in una forma molto diversa da quella che mi aspettavo. Queste opere furono realizzate a testimonianza di ciò, e quindi anche della loro fugacità, della loro impermanenza. Lo testimonia il modo di applicazione della vernice, spesse mazzette di vernice desiderose di essere applicate sulla superficie. Frettoloso. Quasi avido di entusiasmo per essere dipinto, prima che sia troppo tardi e il momento è perso. ”

conseguenze del testo che fischia il salto della pentola, Jeanne Gaigher, AKAAJeanne Gaigher, Conseguenze del fischio: salto di testo, 2017. Stampa digitale su tessuto (stampa a pigmenti), inchiostro e acrilico su tela, 212 x 127 cm

Jeanne Gaigher

“La stampa digitale a pigmenti in Jumping Text è una raccolta di immagini fisse cinematografiche di barbabietola bollente. Fa parte di una piccola serie di dipinti basati sul mio film che ho scattato una mattina nella casa di periferia dei miei genitori. La scena è un primo piano della barbabietola e qualcuno che fischia minacciosamente in sottofondo. Ho preso screenshot del cortometraggio, ho disposto i diversi fotogrammi uno accanto all'altro e il pigmento li ha stampati come una griglia sulla tela su cui ho poi lavorato con la vernice. In Jumping Text la pentola si è ribaltata e il toast galleggia su o giù con facce angosciate che entrano sottilmente dal liquido. "

Magia simpatica, Grace Cross, AKAAGrace Cross, Magia simpatica, 2017. Olio, vernice spray, perline, cotone applicato e plastica su tela e lana tinta a mano, 145 x 145 cm

Grace Cross

“La mia pittura cerca di rappresentare un mondo cosmologico, in cui il terreno, fatto di fibra intrecciata, diventa il paesaggio al quale la mia pittura aderisce. Il substrato e il contenuto non possono essere separati per la loro natura simbolica. Lavoro con immagini così piene e così vaste che è impossibile fare un passo indietro, rovinare gli occhi e godermi il tutto. Voglio che le persone muovano non solo gli occhi ma anche tutta la loro persona lungo e intorno all'immagine come se stessero leggendo una mappa o giocando a un gioco. "

#siesjong, Katharien de Villiers AKAAKatharien de Villiers, #siesjong, 2017. Installazione cinematografica Dimensioni variate

Katharien de Villiers

“Voglio che la gente pensi a come sono stati realizzati i miei pezzi. Non ho pazienza, quindi il mio processo è immediato. Lavoro velocemente, che ritengo sia un modo onesto di produrre perché il pensiero diventa molto più ampio del lavoro stesso. Sono a mio agio con l'incertezza. Non si tratta di ingannare qualcuno o accecare le persone con qualcosa di profondo. Il mio lavoro riguarda le cose fisiche e la nostra risposta fisica ad esse. In Sud Africa l'apprezzamento dell'arte è fortemente legato allo status. Fondamentalmente, penso che dovremmo rilassarci e permettere a vicenda di apprezzare o meno un lavoro. "

Africolor, Amina Zoubir AKAAAmina Zoubir, Africolor, 2017. Boite lumineuse en plexi, fer et led, 71 x 22 x 4 cm

Amina Zoubir

“'Africolor' illumina e riflette il ruolo dell'industrializzazione presente nel continente africano. Il giallo, un colore felice, si riferisce alla falsa utopia in tutto il continente africano. Il brillante lavoro utilizza l'iconico carattere Coca-Cola per affrontare il modo in cui consumiamo l'arte africana. ”

SMITH esporrà allo stand C14, Contemporary Arts Events, 5 rue des Beaux-Arts, Parigi dal 10 al 12 novembre.

www.smithstudio.co.za / info@smithstudio.co.za / +27 21 422 / twitter: @SmithStudioCT Instagram: SmithStudioCT