mofokeng SERVIZIO DELLA CHIESA DI DOMENICA DI PASQUA 1

Santu Mofokeng vince il Premio Internazionale di Fotografia 2016

Domenica 6th di marzo, il Fondazione Fotografia Modena ha annunciato che l'artista sudafricano Santu Mofokeng ha vinto il Premio Internazionale di Fotografia 2016, che quest'anno si è concentrato sul tema dell '"Identità".

Filippo Maggia, Direttore della Fondazione Forografia Modena, Roberto Pisoni, responsabile di Sky Arte HD, e Carla Mainoldi, responsabile Group Giving, Events & Art Management di UniCredit, hanno consegnato a Mafikeng il Premio Internazionale di Fotografia, che include € 70,000.

Santu Mofokeng (1956, Johannesburg) è il primo artista a ricevere l'onore biennale, che è stato istituito dalla Fondazione Fotografia Modena e Sky Arte HD per riconoscere un fotografo vivente di qualsiasi nazionalità, la cui ricerca artistica ha dato un contributo significativo al sviluppo del linguaggio delle immagini in una qualsiasi delle sue molteplici declinazioni. Ogni edizione del Premio è dedicata a un tema diverso, legato al momento attuale e quindi di particolare interesse per gli artisti contemporanei. La prima edizione del Premio ha affrontato il tema dell'identità.

Santu M-1

Santu Mofokeng, Compagna-sorella, città bianca Jabavu, 1985 circa. Dalla serie '' township. Stampa a pigmenti. © La Fondazione Santu Mofokeng. Immagini per gentile concessione di Lunetta Bartz, MAKER, Johannesburg.

In concomitanza con la cerimonia di premiazione, la Fondazione Fotografia Modena ha presentato la sua mostra personale 'Santu Mofokeng. Una solitudine silenziosa " a cura di Simon Njami, al Modena Foro Boario, Italia (dal 6 marzo all'8 maggio 2016).

Una giuria internazionale ha selezionato Santu Mofokeng come vincitore del Premio 2016 da un breve elenco di sei finalisti, tra cui Claudia Andujar (Svizzera), Rineke Dijkstra (Paesi Bassi), Jim Goldberg (Stati Uniti), Yasumasa Morimura (Giappone) e Zanele Muholi (Sudafrica).

La giuria internazionale, presieduta da Filippo Maggia, direttore della Fondazione Fotografia Modena, era composta da eminenti curatori e direttori di musei, tra cui Christine Frisinghelli (fondatrice, Camera Austria), Shinji Kohmoto (fondatore, Parasophia Festival Kyoto), Simon Njami (co-fondatore , Revue Noir) e Thyago Nogueira (capo del Dipartimento di Fotografia, Instituto Moreira Salles, Brasile).

mofokeng DOVE LADY 4 ORLANDO EAST

Santu Mofokeng, Dove Lady # 4, Orlando East, Soweto, 2002. Dalla serie "Cartelloni pubblicitari". Stampa a pigmenti. © La Fondazione Santu Mofokeng. Immagini per gentile concessione di Lunetta Bartz, MAKER, Johannesburg.

La dichiarazione della giuria descrive la loro decisione: “Tutti erano consapevoli della grande responsabilità di scegliere un fotografo vincente, non solo per la sua interpretazione del tema dato - identità - ma anche per offrire una visione adeguata di ciò a cui mira il Premio Internazionale di Fotografia diventando negli anni. Non uno dei tanti premi celebrativi, né un premio per la carriera, ma un esempio di qualità. Santu Mofokeng è un artista che ha reso la sua riserva un modo di vivere; non appartiene a nessun sistema e questa libertà gli ha permesso di creare immagini straordinarie. La sua creatività è totalmente aperta, non si concentra su un argomento specifico ma ruota attorno al tema della creazione di un'identità. La varietà di soggetti e la capacità di affrontarli con chiarezza e razionalità contraddistinguono la sua opera ”. È stato anche affermato che “Santu Mofokeng è stato in grado di sviluppare una forte carriera e un corpo di lavoro senza compromessi nella fotografia, documentando la realtà sudafricana dal periodo dell'apartheid ai giorni nostri; la questione dell'identità nera e dell'integrazione tra le comunità è sempre stata cruciale per il suo lavoro. "

mofokeng CHIEF MORES GAMOGOPA FUNERALE

Santu Mofokeng, Il funerale di Chief More, GaMogopa, 1989. Dalla serie "Paesaggi". Stampa a pigmenti. © La Fondazione Santu Mofokeng. Immagini per gentile concessione di Lunetta Bartz, MAKER, Johannesburg.

mofokeng SERVIZIO DELLA CHIESA DI DOMENICA DI PASQUA 1

Santu Mofokeng, Servizio in chiesa della domenica di Pasqua, 1996. Dalla serie "Chasing Shadows". Stampa a pigmenti. © La Fondazione Santu Mofokeng. Immagini per gentile concessione di Lunetta Bartz, MAKER, Johannesburg.

mofokeng OCCHI CHIUSI

Santu Mofokeng, Occhi ben chiusi, Motouleng Cave Clarens, 2004. Dalla serie "Ismaele". Stampa a pigmenti. © La Fondazione Santu Mofokeng. Immagini per gentile concessione di Lunetta Bartz, MAKER, Johannesburg.

mofokeng CHIESA DEL TRENO SENZA TITOLO 2

Santu Mofokeng, Mani in adorazione, linea Johannesburg-Soweto, 1986. Dalla serie "Train Church". Stampa a pigmenti. © La Fondazione Santu Mofokeng. Immagini per gentile concessione di Lunetta Bartz, MAKER, Johannesburg.

'Santu Mofokeng, una solitudine silenziosa', a cura di Simon Njami, è in mostra alla Fondazione Fotografia (c / o Foro Boario, Modena, Italia) dal 6 marzo all'8 maggio 2016.