Rajesh Jantilal

Rorke's Drift Arts & Craft Centre: un'eredità notevole

I campi di battaglia di Rorke's Drift sono famosi in tutto il mondo e una delle attrazioni turistiche più famose del paese. Tuttavia, più recentemente un'altra "battaglia" più silenziosa ebbe luogo anche attorno alla Missione svedese, la cui difesa aveva visto molti spargimenti di sangue nel 1879. La storia della battaglia della guerra anglo-boera è ben nota nei nostri libri di storia, ma la diversa battaglia di ottanta anni dopo fu uno che, a differenza del suo predecessore, provocò la nascita piuttosto che la morte - la nascita di un'esplosione artistica.

Il Rorke's Drift Art and Craft Center ha generato alcuni dei più grandi artisti del nostro paese e, in una delle strane stranezze della storia, è stato anche il risultato dell'arrivo di missionari svedesi nel paese.
Rajesh Jantilal
"Impressions of Rorke's Drift - the Jumuna Collection." Immagine di Rajesh Jantil.

Il concetto di una battaglia intorno all'arte può sembrare strano per gli storici, tuttavia l'istituzione del Centro per l'arte e l'artigianato della Chiesa evangelica luterana (ELC) da parte dei missionari svedesi Peder e Ulla Gowenius nel 1962 trionfò sulle lotte in cui gli artisti neri stavano affrontando per creare arte la società repressiva di quel tempo. Questo centro ha alimentato e dato voce a molti artisti di talento a cui è stata negata l'opportunità di promuovere il loro mestiere a causa principalmente delle politiche di nuova formazione Bantu.
Il Centro si concentrò inizialmente sulla tessitura e sulla ceramica e presto si trasformò in uno studio di incisione che attirava principalmente artisti di sesso maschile provenienti da tutto il paese e anche oltre i suoi confini. A questi artisti è stata finalmente data l'opportunità di raccontare le loro storie attraverso la loro arte in cui le immagini erano un linguaggio comune. Guardando indietro ora al corpo del lavoro prodotto qui, apprendiamo la resilienza, la forza, l'immaginazione e persino l'umorismo degli incisori il cui lavoro ora costituisce una parte importante del nostro patrimonio culturale.
dumisani mabaso 04
Opera di Dumisani Mabaso.
Le luci di Big City hanno sempre attirato artisti, un fatto che rende ancora più sorprendente l'importanza di Drift di Rorke. Le verdi colline, l'ambiente pacifico e gli spazi di contemplazione sembrano aver alimentato la creatività e hanno agito come una mecca per gli abitanti delle città e delle campagne, sebbene il Centro abbia dovuto chiudere nel 1982.
La stessa tecnica della stampa è ideale per trasportare l'arte in più destinazioni. È stato spesso definito il più democratico dei processi artistici in quanto le stampe originali possono essere realizzate in numero (limitato) in modo da essere accessibili a più luoghi e pubblico spesso allo stesso tempo. Tuttavia, al fine di raggiungere l'eccellenza, il tipografo ha bisogno di attrezzature sofisticate per realizzare lavori usando serigrafia, litografia e incisione, che richiedono costose macchine da stampa per stampare lastre, pietre e schermi
Due centri d'arte (Rorke's Drift e Caversham Press), entrambi modelli di eccellenza, nel periodo di una cinquantina di anni di turbolenze politiche nel caldo, verde e abbondante paesaggio rurale di KwaZulu-Natal. Come è successo? Quale alchimia è in atto per incoraggiare questa straordinaria creatività? Domande senza risposta ... ma lascia che l'arte parli da sola.
goniwe illa 2
Thembinkosi Goniwe, curatore di "Impressions of Rorke's Drift"
'Impressions of Rorke's Drift - the Jumuna Collection' corre al Museum Africa di Johannesburg dal 9 marzo al 25 maggio 2014, dopo una corsa ben accolta alla Durban Art Gallery. La mostra è curata da Thembinkosi Goniwe ed è finanziata dal National Lottery Distribution Trust Fund. Per maggiori dettagli contattare craig@kizo.co.za
Testo di Carol Brown; un curatore indipendente, artista e consulente d'arte, con sede a Durban.
Per gentile concessione di Illa Thompson, Pubblicità