1 Mocke J van Veuren

Recensione: permuta con istinto intuitivo

Le recensioni di Fay Jackson "permutano con istinto intuitivo" a Brundyn +. La recensione completa sarà pubblicata nel prossimo numero di giugno di Art South Africa.

Brundyn +, Cape Town, presenta "pendolarismo con istinto intuitivo", una mostra di opere video a cura di Portia Malatjie. Lo spettacolo fornisce una piattaforma per l'esplorazione delle nozioni di Lefebvrian relative alla costruzione dello spazio e comprende opere di video e installazione di artisti locali e internazionali Michelle Moraneng, Gilad Ratman, Bofa de Cara, Vaugh Sadie e Sello Pesa, Thenjiwe Nkosi, Mocke J van Veuren e Theresa Collins e Nick Cave.
Durante la mostra vengono esplorate varie narrazioni, ognuna delle quali caratterizza i modi in cui navighiamo negli spazi in cui abitiamo e in che modo questa navigazione è influenzata dalla costruzione del potere e della sorveglianza.
1 Mocke J van Veuren
Mocke J di Veuren e C'è un Collins, Minuti 2010: a che ora/corpi/ritmo/Johannesburg. Immagine cortesia of Brundyn+ e i artisti.
Il lavoro che ho trovato più notevole è il record di Mocke J van Veuren e Theresa Collins sui ritmi e gli impulsi della città di Johannesburg. Processo verbale 2010: tempo / corpi / ritmo / Johannesburg documenta il vero "battito del cuore" della più grande città del Sudafrica attraverso registrazioni time-lapse dei suoi luoghi di svago e lavoro. A volte il lavoro diventa piuttosto corporale. I momenti di attività furiosa sono seguiti da momenti di quiete, che fanno eco al corpo respirando dentro e fuori, i polmoni si riempiono di aria e si svuotano quasi altrettanto rapidamente. Il frenetico alveare del posteggio dei taxi di Bree Street si contrappone a spazi più tranquilli, come la piscina Linden le cui acque diventano quasi viscerali nella loro mappatura dei suoi ritmi. I nuotatori assomigliano alle cellule del sangue che si precipitano attraverso le arterie mentre nuotano nelle loro corsie delimitate; l'acqua illuminata dalla luce del vapore di sodio inizia ad assomigliare al sangue.
Se l'Africa fosse un corpo, allora il Ciad sarebbe il suo cuore. Thenjiwe Nkosi's Le Tchad: True Heart fa riferimento a Heart of Darkness (1899) di Joseph Conrad, che interpreta con successo il concetto di My African Mind di Bofa de Cara, in cui le immagini dei fumetti TinTin si fondono con illustrazioni etnografiche primitive.
2 Gilad Ratman
Gilad Ratman, Lo Giorni of i Per la Famiglia of i Campana, 2013 Immagine cortesia of i artista e Braverman Galleria.
C'è assurdità anche in alcune delle opere. Nick Cave's Gestalt è un'esplorazione enigmatica dello spazio, in cui gli artisti interagiscono tra loro ornati nelle sue famose tute sonore, mentre quello di Gilad Ratman I giorni della famiglia della campana gioca ironicamente con le nostre percezioni di spazio e gravità.
Michelle Monareng
Michelle Monareng, Rimozione a Radio, 2013, Immagine cortesia of Brundyn+ e i artista.
Selo Pesa e Vaughn Sadie considerano l'occupazione degli spazi cittadini, mentre Michelle Moraneng esplora l'occupazione forzata della terra. Nel complesso, la mostra presenta allo spettatore un'esplorazione ampia e provocatoria della produzione dello spazio, sia sociale che personale, mentale e fisico.
Guarda tu stesso: 'permuta con istinto intuitivo"a Brundyn +, Città del Capo, dal 17 aprile al 17 maggio 2014.
Di Fay Jackson