Chris Soal, ha imposto la struttura al detrimento dei membri. PPC Imaginarium

Annunciato il vincitore assoluto del PPC Imaginarium 2018

Un'opera penetrante sul calcio urbano vince il premio di arte e design più favorevole del paese per i creativi emergenti.

Chris Soal, ha imposto la struttura al detrimento dei membri. Vincitore assoluto.
Vincitore assoluto: Chris Soal, Struttura imposta al detrimento dei membri.

In occasione di un evento di gala tenutosi presso la Galleria d'Arte dell'Università di Johannesburg la sera del 4 aprile 2018, il giovane artista Chris Soal è stato annunciato come vincitore assoluto dei PPC Imaginarium Awards 2018. Lo scultore di 24 anni, laureato in belle arti dall'Università di Witwatersrand, ha raccolto R150 000 in premi in denaro e la partecipazione a una mostra itinerante nazionale della durata di otto mesi.

Il pezzo vincente di Soal, intitolato “Imposed Structure (Deflated)”, è costituito da un getto di cemento a forma di pallone da calcio sgonfio e sfregato, attraverso il quale è stata forzata un'asta di metallo. Il peso del cemento fa piegare e tirare l'asta, indicando il peso non solo dei sogni dell'infanzia sgonfiati, ma del pericolo intrinseco di "giocare" all'interno della città.

Il lavoro parla non solo della realtà di crescere in un ambiente urbano, dove il calcio è giocato nelle strade, su cemento e catrame, ma anche del rapporto tra calcio e industria sudafricana. Un esempio di questa relazione è la Coppa del Mondo FIFA 2010. Ad oggi, vengono poste domande in merito ai benefici dell'evento per il Paese.

L'opera d'arte di Soal è stata scelta come vincitrice dalla giuria nazionale PPC Imaginarium Awards. La giuria comprende l'artista contemporanea acclamata a livello mondiale Mary Sibande e Daniel van der Merwe (a capo del PPC Imaginarium Awards), oltre al famoso artista locale Stephen Hobbs e alla curatrice della UJ Art Gallery Annali Dempsey, che hanno portato un vasto know-how nel settore del più alto concorso di arte e design del Sudafrica.

Aleks Ashton, diadema del cuore e della testa. Vincitore della categoria gioielli. PPC ImaginariumVincitore della categoria gioielli: Aleks Ashton, Diadema del cuore e della testa.

I giudici nazionali erano anche responsabili della scelta delle varie categorie di vincitori e secondi classificati, come segue:

Bigiotteria

Vincitore: Aleks Ashton
Secondo classificato: Daniella Sachs

Moda
Vincitore: Gabrielle Foulis

Secondo classificato: Nangamso Dana

scultura

Vincitore: Chris Soal
Secondo classificato: Franli Meintjes

Industrial Design

Vincitore: Giovanni Zambri
Secondo classificato: Anton van Reenen

Film
Vincitore: Phumulani Ntuli

Gabrielle Foulis, L'arte della distruzione. Vincitore della categoria moda. PPC ImaginariumVincitrice della categoria moda: Gabrielle Foulis, L'arte della distruzione.

Ciascuno dei vincitori della categoria ha ricevuto R50 000 in contanti con il secondo classificato che ha ottenuto R15 000, portando il montepremi totale per la competizione a mezzo milione di Rand. Questi vincitori sono stati scelti da un numero record di 62 finalisti nazionali tra 302 partecipanti regionali, in cima al numero dello scorso anno, che ha visto 55 finalisti scelti tra 869 voci regionali.

Crescendo sempre più forte ogni anno della sua esistenza, la pluripremiata competizione ha superato ancora una volta le aspettative con un'abbagliante selezione di pezzi concreti dei talenti locali emergenti. Il programma di premiazione esiste da quattro anni, con partecipanti che hanno presentato lavori in diverse categorie, tra cui film, moda, scultura, gioielleria, design industriale e architettura.

All'inizio di quest'anno, le voci regionali per i PPC Imaginarium Awards 2018 sono state esposte in una serie di mostre pubbliche pop-up tenute a Durban, Città del Capo e Port Elizabeth nel febbraio 2018. Le voci regionali sono state giudicate da esperti, professionisti, studiosi, artisti e curatori . Il pluripremiato artista e curatore Raimi Gbadamosi ha giudicato le opere di Pretoria, che ha inviato 12 finalisti alla mostra nazionale di gala. Mary Sibande e l'illustre curatrice Rolihlahla Mhlanga hanno giudicato le voci di Johannesburg, scegliendo 29 finalisti, mentre Tumelo Mosaka, la cui carriera stellare ha portato alla sua nomina a curatore della Investec Cape Town Art Fair, ha scelto 11 finalisti da Cape Town. I pluripremiati scultori Mellaney Ruiters e Eugene Hlophe hanno scelto tre voci rispettivamente di Port Elizabeth e due di Durban, e Adelheid von Maltitz, scultrice e docente di Belle Arti presso l'Università dello Stato libero, una selezionata da Bloemfontein. Il documentarista e artista visivo Wessel van Huyssteen ha scelto quattro finalisti per la categoria cinematografica dei PPC Imaginarium Awards 2018.

Vincitore della categoria design industriale: Giovanni Zambri, GIO. PPC ImaginariumVincitore della categoria design industriale: Giovanni Zambri, GIO.

A differenza degli anni precedenti, le voci nella categoria Architecture saranno esposte e giudicate alla conferenza Architecture ZA del 2018, in sostituzione del prestigioso Des Baker Award per il lavoro eccezionale di uno studente di architettura. "Il vincitore sarà considerato il miglior studente di design attualmente iscritto a una laurea in architettura", afferma Van der Merwe.

Le opere di tutti i finalisti nazionali, inclusi i vincitori, saranno in mostra presso la UJ Art Gallery dal 4 al 25 aprile 2018. La UJ Art Gallery ha ricevuto una sovvenzione da Business and Arts South Africa (BASA) per sostenere un seminario didattico focalizzato sul potere dell'innovazione attraverso il cemento. Questo seminario gratuito si terrà presso la galleria il 3 maggio 2018 ed è aperto a studenti di arte e design di qualsiasi istituto terziario.

Dopo la sua sosta alla UJ Art Gallery, il lavoro dei finalisti farà parte della prestigiosa mostra itinerante dei premi, visitando piattaforme come Turbine Art Fair e 100% Design South Africa 2018 a Gauteng, la Galleria AVA a Città del Capo e il Galleria KZNSA a Durban. "L'iniziativa ha consentito e dato più potere a più artisti e designer di qualsiasi progetto analogo in Sudafrica", afferma Van der Merwe.

Vincitrice della categoria moda: Gabrielle Foulis, The Art of Destruction. PPC ImaginariumVincitrice della categoria moda: Gabrielle Foulis, L'arte della distruzione.