Collezione Pierre Loos

Arte africana moderna - Congo 1929/1960

Casimir Zagourski

Jean-Bosco Kamba (né nel 1939), Sans titre, 1958. Stima: 8000/12000 €Jean-Bosco Kamba (né nel 1939), Senza titolo, 1958. Stima: 8000/12000 €

Il 17 e 18 settembre, PIASA metterà all'asta la prestigiosa collezione di Pierre Loos dedicata al continente africano. Questi due giorni di vendite saranno divisi in tre turni: il primo sarà dedicato ai preziosi oggetti etnografici raccolti in Africa, ma anche in Medio Oriente e nel subcontinente indiano; saranno raccolti in oltre 600 lotti. La seconda sessione presenterà una notevole serie di fotografie di Casimir Zagourski, testimonianze di vita nella regione del Congo nei primi decenni del XX secolo. Infine, la terza sessione presenterà circa 40 dipinti eccezionali della Congolese Modern School, dipinti tra la fine degli anni 1920 e gli anni sessanta.

ilipili Mulongoy (1914-2007 ca.), Bela (1920-1968 ca.) e Raphaël Kalela, Sans titre, 1952. Stima: 150000/200000 €Pilipili Mulongoy (1914-2007 ca.), Bela (1920-1968 ca.) e Raphaël Kalela, Senza titolo, 1952. Stima: 150000/200000 €

Dai suoi primi viaggi in Congo, Pierre Loos è diventato consapevole dell'importanza artistica degli artisti congolesi della scuola moderna e ha raccolto opere rimaste all'ombra delle prime arti. Lo straordinario ensemble che ha pazientemente raccolto è ora uno dei più importanti al mondo; parte dei suoi dipinti ha costituito il nucleo della mostra Beauty Congo presentata alla Fondation Cartier nel 2014 e che ha dato a quest'arte il posto primordiale che merita.

Questa passione per l'Africa è diventata ovvia per Pierre Loos. Nato in Belgio da padre collezionista di dipinti, mescola questo interesse familiare per l'arte con la sua passione per i viaggi e inizia, negli anni '60, a raccogliere prove di una "Africa scomparsa". La sua vita è divisa tra Congo e Belgio. Nel 1974, ha fondato la Galleria Amber-Congo. Situato nel quartiere Sablons di Bruxelles, è stato per quarant'anni il luogo di incontro imperdibile per i collezionisti d'arte.

Fotografia. Casimir Zagourski, ritrattista e testimone del popolo.

Casimir Zagourski (1883-1944), Coiffe Mangbetu, Congo Belge, Provinces de l'Est Stima: 2500/3500 €Casimir Zagourski (1883-1944), Coiffe Mangbetu, Congo Belge, Provinces de l'Est. Stima: 2500/3500 €

Pierre Loos ha sempre avuto una predilezione per la fotografia. È l'ultimo riflesso delle civiltà che scompaiono. La sua collezione offre un posto speciale a Casimir Zagourski (1883-1944). Fotografo polacco, fondato nel 1924 nel Congo belga, documenta spedizioni che lo portano alle fonti del Nilo. In un'Europa affascinata dal continente africano, il lavoro di Zagurski incontra un'eco immensa. Dal 1935, Zagourski raccolse le sue stampe in album, tutti diversi, con il titolo Africa che scompare. Una rara copia in pelle con copertina rigida, chiamata "Album à l'éléphant", sarà presentata insieme a un centinaio di altre sue stampe, tra cui sessanta grandi formati.

Arte moderna africana. Uno sguardo all'avanguardia.

Pilipili Mulongoy (1914-2007 ca.), Sans titre. Stima: 6000/9000 €Pilipili Mulongoy (1914-2007 ca.),Senza titolo. Stima: 6000/9000 €

Per chiudere questa eccezionale vendita, saranno in vendita una cinquantina di dipinti della collezione di Pierre Loos. Formano un insieme unico dedicato ai precursori dell'arte africana moderna. Raccolti da Pierre Loos, questi dipinti sono stati realizzati tra il 1926 e il 1960 e sono i precursori di un'estetica oggi molto popolare. Sono stati mostrati per la prima volta nel 2014, durante la mostra Beauty Congo organizzata alla Fondazione Cartier.

Pilipili Mulongoy (1914-2007 ca.), Sans titre. Stima: 6000/9000 €Pilipili Mulongoy (1914-2007 ca.), Senza titolo. Stima: 6000/9000 €

Kayembe, Père e fils à la inseguimento. Stima: 6000/9000 €Kayembe, Père et fils à la chasse. Stima: 6000/9000 €

La pittura moderna congolese iniziò ufficialmente negli anni '1920, quando l'amministratore belga Georges Thiry, affascinato dalle creazioni di Albert Lubaki e Djilatendo, decise di considerarli e promuoverli non solo come manifestazioni popolari, ma come opere in sé. Offre a questi artisti un supporto materiale che consente loro di esibirsi nel 1929 al Palais des Beaux-Arts di Bruxelles, poi a Ginevra e Parigi. Un secondo periodo iniziò nel 1945 per estendersi fino alla fine degli anni '60, quando gli artisti emanciparono dal potere coloniale. Nel 1946, il pittore Pierre Romain-Desfossés fondò il suo studio, "Le Hangar", che divenne immediatamente un luogo di incontro e una grande creazione. Lì si stanno formando Mwenze Kibwanga e Bela. Da questo scambio permanente nascono opere che saranno esposte in Belgio o Sudafrica, Parigi e Londra, Roma e MoMA New York.

Sylvestre Kaballa (1920 ca.), Sans titre, 1957. Stima: 12000/18000 €Sylvestre Kaballa (1920 ca.), Senza titolo, 1957. Stima: 12000/18000 €

Data e luogo di vendita
Martedì 18 settembre 2018, 6:00
Piasa
118 rue du Faubourg Saint-Honoré 75008 Parigi

Mostra pubblica

  • 10 settembre 2018 dalle 10:00 alle 18:00
  • 11 settembre 2018 dalle 10:00 alle 18:00
  • 12 settembre 2018 dalle 10:00 alle 18:00
  • 13 settembre 2018 dalle 10:00 alle 18:00
  • 14 settembre 2018 dalle 10:00 alle 18:00
  • 15 settembre 2018 dalle 11:00 alle 18:00
  • 16 settembre 2018 dalle 14:00 alle 18:00
  • 17 settembre 2018 dalle 10:00 alle 18:00
  • 18 settembre 2018 dalle 10:00 alle 12:00

Contatti:

Christophe Persona
33 + (0) 1 53 34 10 18
c.person@piasa.fr

Margot Denis - Lutard
33 + (0) 1 53 34 10 02
m.denis-lutard@piasa.fr

Maylis Gazave
m.gazave@piasa.fr