Opere di collaborazione realizzate da Shanay, Esha, Venerdì, Trivino, Angela, Leche. Tutte le opere ispirate a Odili Donald Odita e realizzate dai bambini che fanno parte del curriculum del Progetto Lalela. Per gentile concessione del Progetto Lalela.

Dipingere un futuro più luminoso

Andrea Kerzner fondatore e CEO di Lalela

Lalela è un'organizzazione che fornisce arti educative ai giovani a rischio per stimolare il pensiero creativo e risvegliare lo spirito imprenditoriale, usando l'arte come catalizzatore per potenziare i giovani a rischio che vivono in Sudafrica, Zimbabwe e Uganda settentrionale. Andrea Kerzner è CEO e fondatore di questa organizzazione.

COLLETTORE.: Perché l'importanza dell'arte di sbloccare lo spirito imprenditoriale creativo nei giovani?

Andrea Kerzner: Molto importante, quando i bambini vivono in povertà e / o in conflitto, raramente hanno qualcuno nella loro vita per incoraggiare la creatività e, come si sa, le arti sono le prime materie ad essere rimosse dai curricula scolastici a causa della mancanza di risorse. Senza creatività è difficile sviluppare l'immaginazione. Attraverso il nostro curriculum artistico innovativo accendiamo l'immaginazione e insegniamo ai bambini come mappare e manifestare i loro sogni e obiettivi, dando la possibilità a un futuro diverso per se stessi e le loro comunità.

Opere di Anthony. Tutte le opere ispirate a Odili Donald Odita e realizzate dai bambini che fanno parte del curriculum del Progetto Lalela. Per gentile concessione del Progetto Lalela.Opere di Anthony. Tutte le opere ispirate a Odili Donald Odita e realizzate dai bambini che fanno parte del curriculum del Progetto Lalela. Per gentile concessione del Progetto Lalela.

Le comunità in cui lavoriamo hanno alti tassi di abbandono, ad esempio su ogni 100 bambini che iniziano la scuola in Sudafrica, 50 di loro passano alla terza media e 12 di loro proseguono con l'istruzione terziaria. Il 12% delle persone di età compresa tra 65 e 18 anni in quei comuni è disoccupato. Hanno bisogno dell'immaginazione e della fiducia per credere che ci sia una vita migliore e possono arrivarci. L'educazione artistica ha dimostrato di sviluppare la fiducia, aumentare le prestazioni accademiche, la grinta e la risoluzione dei problemi critici. Il nostro punto di partenza era che l'arte è un così grande strumento psicosociale: dà voce ai bambini e se un bambino vuole raccontare una storia, la farà attraverso l'arte, la canterà, la disegnerà o la rap. Questo è il nostro primo punto di accesso.

Il nostro ruolo nell'educazione artistica è di aiutare a tracciare il percorso nel pensiero di tutto il cervello con un percorso comprovato verso l'innovazione e la creazione di nuovi posti di lavoro.

Perché la scelta di artisti come Odili Donald Odita e Robin Rhode come ispirazione? E in che modo il loro lavoro ha influenzato questi bambini?

Bene, l'anno scorso abbiamo avuto molti artisti internazionali del 20 ° secolo presenti nel nostro curriculum e i nostri studenti ci hanno fatto sapere che volevano studiare artisti africani viventi. Quando i nostri studenti vedono le persone del loro paese e continente diventare famose, li ispira. Soprattutto quei due artisti: Odili come artista nero che è diventato grande in America e Robin come artista colorato famoso in tutto il mondo. Questi ragazzi possono relazionarsi personalmente con gli artisti e possono vedere l'arte e questa vita come una possibilità.

Grafica collaborativa realizzata da Tershia, Eve, Aimee, Tahra. Tutte le opere ispirate a Odili Donald Odita e realizzate dai bambini che fanno parte del curriculum del Progetto Lalela. Per gentile concessione del Progetto Lalela.Grafica collaborativa realizzata da Tershia, Eve, Aimee, Tahra. Tutte le opere ispirate a Odili Donald Odita e realizzate dai bambini che fanno parte del curriculum del Progetto Lalela. Per gentile concessione del Progetto Lalela.

Per Robin Rhode Alcuni studenti della prima e seconda elementare hanno lavorato con Robin Rhode alla Stevenson Gallery alcuni anni fa. Abbiamo creato un curriculum ispirato a Robin Rhode per i nostri studenti più grandi. Essi disegnava qualcosa sul muro e poi si fotografava con esso. Questo curriculum era estremamente popolare ed è stato uno che abbiamo scelto di ripetere ancora.

Per quanto riguarda Odita, abbiamo scelto di usarlo come ispirazione per un curriculum sull'arte astratta progettato attorno a forme, motivi e colori. Odita usa schemi astratti per affrontare la condizione umana. Abbiamo pensato che sarebbe stato un dialogo interessante per i nostri studenti.

Potresti per favore raccontarci una storia di successo di uno degli ex allievi di Lalela?

Grafica collaborativa realizzata da Rowan, Ryan, Awuza, Junita. Tutte le opere ispirate a Odili Donald Odita e realizzate dai bambini che fanno parte del curriculum del Progetto Lalela. Per gentile concessione del Progetto Lalela.Grafica collaborativa realizzata da Rowan, Ryan, Awuza, Junita. Tutte le opere ispirate a Odili Donald Odita e realizzate dai bambini che fanno parte del curriculum del Progetto Lalela. Per gentile concessione del Progetto Lalela.

Uno di questi è Siyolisi Bani. Veniva da una famiglia con un solo genitore, viveva in una baracca a Masiphumelele e si è indebitato dal gioco d'azzardo e si è unito alle bande ma ha detto che aveva sempre desiderato fare arte. Quindi, quando abbiamo aperto il programma, si è unito a noi. 18 mesi dopo Siyolisi ha terminato il liceo e ha trascorso un anno con noi come stagista nello sviluppo del suo portfolio artistico - ha continuato a studiare graphic design presso la CPUT (Cape Peninsula University of Technology) di Città del Capo. Mentre era alla CPUT, per fare soldi, lavorava per noi part-time. Ha fatto sapere che Lalela ha cambiato la sua vita e ha iniziato a insegnare per noi nella comunità di Masiphumelele. Ha anche continuato a gestire il programma lì. Quando ha visto la sua arte nella nostra prima mostra alla Lalela Gallery in One & Only Cape Town, ha saputo da quel momento che tutto era possibile.

Lalela presenta opere realizzate da gruppi di studenti di Lalela ispirati a Odili Odita alla Investec Cape Town Art Fair 2018. Le opere in mostra fanno luce su come gli studenti fanno uso dell'arte nella loro vita quotidiana e su come stanno mettendo le loro creatività nella pratica - comprendere meglio le differenze lavorando in gruppi diversi.

Per ulteriori informazioni sul progetto Lalela: https://www.lalela.org/

IMMAGINE IN CARATTERE: Grafica collaborativa realizzata da Shanay, Esha, Venerdì, Trivino, Angela, Leche. Tutte le opere ispirate a Odili Donald Odita e realizzate dai bambini che fanno parte del curriculum del Progetto Lalela. Per gentile concessione del Progetto Lalela.