Invito aperto per il 12 ° Rencontres de Bamako

Flussi di coscienza

Immagina la pratica artistica del flusso fotografico di coscienza come "pensare in immagini". L'opera d'arte (la fotografia, fotografie), come espressione di un monologo interiore, le reazioni sensoriali dell'artista agli eventi esterni.

Charles Okereke, Homeward, Mali, 2010.Charles Okereke, verso casa, Mali, 2010. Invisible Borders Trans-African Project.

L'immagine come cattura di flussi di coscienza che hanno la possibilità di rivelare i mondi di pensieri e circostanze, l'universo di storie e geografie che hanno dato vita alla fotografia.

Per questa Biennale, l'attenzione è rivolta al mondo africano. L'Africa come concetto planetario legato a persone di origine africana, diffuso nel mondo in Asia, Oceania, Europa, Americhe, continente africano. La fotografia può rivelare i flussi di coscienza che fluiscono da e oltre le coste del continente africano?

Stiamo guardando artisti le cui opere rivelano i loro pensieri e le reazioni coscienti agli eventi e al percepito in questo flusso continuo.

Vedi il concetto completo attraverso il seguente link:

Nota concettuale

La 12a edizione di Rencontres de Bamako / Biennale Africaine de la Photographie si terrà a dicembre 2019 a Bamako, in Mali. Questa chiamata è aperta agli artisti del mondo africano. I candidati devono presentare un modulo di domanda compilato.

L'applicazione deve includere:
1. il modulo di domanda compilato;
2. un curriculum dettagliato;
3. 2 immagini ad alta risoluzione;
4. una copia scannerizzata del passaporto valido fino al 2020;
5. cinque immagini ad alta definizione (300 dpi) di opere risalenti al 2017 (proprietà dell'artista) incl. nome del fotografo e data di creazione;
6. un breve testo delle opere e dei loro dati tecnici (titolo dell'opera, dimensioni, materiali, valore dell'opera e assicurazione, indirizzi dei luoghi di origine e di consegna, le fotografie hanno bisogno di cornici? Ecc.)

È possibile accedere all'applicazione online QUI.