Night & Day (The Harare Pavilion)

Wycliffe Mundopa e Gresham Tapiwa Nyaude presentano un nuovo corpus di lavori durante un momento cruciale nella storia dello Zimbabwe

A 32 e 30 anni, Wycliffe Mundopa e Gresham Tapiwa Nyaude, due dei principali giovani pittori di Harare, sono amici e compagni di studio da oltre un decennio. Come coetanei, sono stati partner nel progetto di sviluppo di carriere impressionanti, mentre negoziano le turbolente acque della vita in Zimbabwe dall'inizio del millennio. Con numerose mostre di gallerie e musei locali e internazionali sotto le loro cinture, Night & Day è una decisione consapevole da parte dei due di fare una monumentale mostra comune ad Harare.

Wycliffe Mundopa, No Fear of Falling, 2019. Olio su tela, 210 x 350 cm. Tutte le immagini sono state gentilmente concesse dagli artisti e dalla Galleria del Primo Piano.Wycliffe Mundopa, Nessuna paura di cadere, 2019. Olio su tela, 210 x 350 cm. Tutte le immagini sono state gentilmente concesse dagli artisti e dalla Galleria del Primo Piano.

Ogni artista presenta un nuovo corpus di opere che rispondono al qui e ora dello Zimbabwe come un atto di fede nel paese e nelle persone che ispirano il loro lavoro. Più grandi della vita, le tele della mostra sono alcune delle opere più grandi che un artista abbia mai dipinto. Tematicamente elaborato, ogni artista inietta le proprie narrazioni con l'urgenza e la complessità travolgente e vivida dell'attuale status quo, dove i problemi sono molti e le soluzioni sono poche e spesso oscurate dal rumore bianco della politicizzazione.

La figurazione di Mundopa in Night & Day è sia simbolica che iconoclasta. La figura femminile onnipresente è sia un eroico la Delacroix sia un ritratto di vittima decadente, il santo e il maledetto - il simbolo supremo per la capacità di recupero, la bellezza e il pathos dello Zimbabwe, il popolo. Nulla è letterale e tutto da interpretare in questi dipinti di genere costruiti in modo classico. Attraverso il prisma ribelle delle Demoiselles D'Avignon e il cinico spettacolo di Max Beckmann, Mundopa affronta sia la storia dell'arte, i suoi stessi demoni e la vita della strada per comporre la sinfonia di un popolo.

Gresham Tapiwa Nyaude, Blessings of the Bedridden, 2019. Olio su tela, 210 x 350cm.Gresham Tapiwa Nyaude, Benedizioni del Bedridden, 2019. Olio su tela, 210 x 350 cm.

Se in Night & Day, Mundopa è la luce abbagliante del giorno, allora Nyaude è la notte. L'anno scorso, Gresham Tapiwa Nyaude, ha impressionato il pubblico di New York, con la sua partecipazione alla Triennale del Nuovo Museo che ha spinto Jerry Saltz a commentare che "lo Zimbabwe potrebbe essere una serra per nuove idee pittoriche sulla pittura". Qui, invece, al posto del suo marchio di fabbrica, giallo e rosso assordanti, figurazioni decostruite e pungente satira politica, nuove enormi tele si profilano con un senso di impotenza, fatica da battaglia, gravide di una richiesta di compassione e unità. Sezionando attentamente il gioco politico, che ha portato il paese sull'orlo del collasso economico di volta in volta, le nuove tele di Nyaude mantengono uno specchio dello stato della nazione e dei suoi cittadini prigionieri.

“Il nostro paese è in un momento cruciale, gli Zimbabwea hanno sopportato molti anni di difficoltà e sono alla ricerca di risposte e devono sapere che le loro voci vengono ascoltate. Ci sono eventi importanti che si sono verificati nel paese negli ultimi mesi e hanno lasciato alcune persone allegre, alcune disturbate, altre senza speranza, altre morte. I nostri lavori nello spettacolo parlano e testimoniano questa volta. Le persone sono la nostra vera ispirazione e il nostro vero pubblico e la nostra responsabilità come artisti è prima di tutto per loro ”, afferma Nyaude.

Wycliffe Mundopa, My Cup is Full, 2019 ,. Olio su tela, 210 x 210 cm.Wycliffe Mundopa, La mia tazza è piena, 2019. Olio su tela, 210 x 210 cm.

Mundopa aggiunge: “Se pretendiamo di parlare della nostra gente e del dramma della nostra vita nello Zimbabwe, riteniamo di dover fare più mostre all'interno dello Zimbabwe, altrimenti smetterebbe di avere senso. In questo momento, tuttavia, l'economia di ciò che viene visto, come una carriera di successo nell'arte contemporanea sembra orientare di default la maggior parte delle opere d'arte su un pubblico straniero prima di tutto. Vogliamo che l'arte contemporanea abbia un ruolo più importante nel guidare la conversazione all'interno dello Zimbabwe e poi all'esterno. Sia io che Gresham abbiamo avuto mostre e residenze internazionali e abbiamo lavorato in collezioni internazionali a Londra, New York, Barcellona, ​​Parigi, Città del Capo, Berlino, Tel Aviv e Marrakech. Naturalmente il riconoscimento internazionale è importante, ma eticamente deve essere una preoccupazione secondaria per il nostro scopo di artisti ”.

Oltre a un senso personale di responsabilità, esiste anche un forte ethos de-coloniale per entrambi. Come residuo della storia coloniale, lo Zimbabwe ha accettato per molti anni che le cose vanno meglio da qualche parte e che le cose straniere sono le migliori. Un cambio di paradigma è indispensabile per costruire valore e riconoscere prima di tutto il valore del Paese e delle persone se si vogliono raggiungere progressi. È fondamentale affermare l'importanza della comunità internazionale impegnata con lo Zimbabwe sul proprio territorio e alle proprie condizioni. Questo non può essere fatto attraverso mostre al di fuori del paese. Al momento Harare di solito non è nel mirino della stampa artistica come meta di mostre eccezionali e tuttavia gli artisti dello Zimbabwe stanno ottenendo una grande attenzione e riconoscimento a livello globale. Al contrario, l'unica volta in cui viene menzionata la scena artistica domestica dello Zimbabwe è quando c'è una sorta di situazione politica negativa. Night & Day è un'opportunità per sollecitare un impegno significativo con la ricchezza di talenti e attività nel nostro settore dell'arte contemporanea.

Gresham Tapiwa Nyude, La vita nelle nostre mani ?, 2019. Olio su tela, 210 x 350 cm.Gresham Tapiwa Nyaude, La vita nelle nostre mani? , 2019. Olio su tela, 210 x 350 cm.

Mentre alcuni di questi obiettivi possono sembrare ambiziosi per una mostra, Night & Day arriva in un momento, quando c'è un aumento dell'esame dei diritti e dei torti del modo in cui l'attenzione internazionale e il mercato dell'arte hanno influenzato il rapporto tra artisti in Africa e la loro casa pubblico, economia reale e politica del successo internazionale dell'arte contemporanea africana. La pittura è un mezzo che ha permesso agli artisti di secoli e continenti di registrare la storia dei loro paesi e popoli e di essere la voce della gente. Quando le persone guardano indietro alla storia dello Zimbabwe e chiedono come gli artisti stessero usando le loro responsabilità in questo momento importante, Nyaude e Mundopa sono due artisti che credono, avranno una risposta.

Night & Day aprirà il 17 marzo 2019 alla First Floor Gallery, Harare, e durerà fino al 20 aprile 2019.