Nuove architetture di impegno sociale

Attualmente in mostra al MoMA, la mostra Small Scale, Big Change presenta undici progetti architettonici in cinque continenti che rispondono alle esigenze localizzate nelle comunità sottoservite

Noero Wolff Architects, Red Location Museum of Struggle, Port Elizabeth, 1998-2005. Foto: Iwan Baan
NEW YORK, 2 dicembre 2010 - Entrando nella mostra su piccola scala, Big Change al Museum of Modern Art di New York City, ci si confronta immediatamente con la proposta che qualcosa di magnifico stia accadendo nel campo dell'architettura su scala globale.

La mostra evidenzia il lavoro di otto
architetti di tutto il mondo che hanno preso
un approccio socialmente consapevole alle loro pratiche.
Sovverte la prospettiva comunemente vista di
l'architettura come campo di impresa lussuosa con
piani che spesso vengono associati a milioni di persone
costi di sviluppo in dollari che si trovano più spesso
nei centri finanziari del mondo.

Questa mostra
pone l'accento su quello che considero uno dei
maggiori potenzialità in campo architettonico - il
impatto strutturale sulla formazione della comunità.
L'architettura ha l'incredibile potere di dettare
modalità di socializzazione. Influenza l'impegno
tra individui e fornisce un fisico
indicatore per stabilire il senso dell'individuo di
posto.

Maggiori informazioni nell'edizione di dicembre 2010 di Art South Africa, ora disponibile.