Mzoxolo Mayongo, MTOTO WA KIKE II, 2018. Per gentile concessione di Julie Miller Art Investment Institute.

Demistificare il fallo dell'uomo

L'artista e attivista sudafricano Mzoxolo Mayongo esporrà oggi la sua prima mostra personale volta a rivedere l'identità maschile

Attraverso il suo lavoro provocatorio e coinvolgente, l'artista con sede a Johannesburg Mzoxolo Mayongo, sta forgiando una nuova visione per l'identità maschile. Durante un periodo in cui l'idea di femminilità, mascolinità e orientamento sessuale è in evoluzione e queste nozioni vengono analizzate e esaminate da diverse prospettive, il lavoro di Mayongo è una risposta personale alle sue insicurezze imperdonabili come uomo che vive oggi in Sudafrica.

“Uso il mio corpo come strumento per esplorare e interrogare le condizioni umane, esponendo i mali e le malattie che esistono nella società. In tal modo, spero che il mio lavoro offrirà guarigione e riforma ”, afferma.

Mzoxolo Mayongo, NDUNGUSI KAKATI I, 2018. Per gentile concessione di Julie Miller Art Investment Institute.Mzoxolo Mayongo, NDUNGUSI KAKATI I, 2018. Per gentile concessione di Julie Miller Art Investment Institute.

La violenza di genere è un tema ricorrente nella narrativa sudafricana con un tasso di femminicidi del paese pari a quattro volte quello della media globale. Valori consolidati di patriarcato e sistematica disuguaglianza di genere rimangono questioni globali che il mondo sta affrontando solo di recente. Alla luce di ciò, Mayongo sfida ed esplora le idee radicate che circondano la virilità e la mascolinità, un'esplorazione che spera diventi un punto di ingresso che potrebbe potenzialmente curare l'umanità.

Nella sua prima mostra personale inaugurata oggi al Julie Miller Investment Art Institute presso il Mall of Africa, Mayongo spera di aprire un dialogo confrontando le idee antiquate e preconcette sul genere, esponendo e accogliendo la sua flessibilità.

“Ho scoperto che la mascolinità e la femminilità sono solo aspetti di un'intera identità. Credo che uno non possa esistere senza l'altro ", afferma.

Mzoxolo Mayongo, MTOTO WA KIKE II, 2018. Per gentile concessione di Julie Miller Art Investment Institute.Mzoxolo Mayongo, MTOTO WA KIKE II, 2018. Per gentile concessione di Julie Miller Art Investment Institute.

La mostra intitolata "Ubukho be Ndoda" Demystifying the Phallus of Man "fa parte di un movimento più ampio per cui Mayongo sostiene. Come attivista la sua pratica si estende ai programmi di giustizia sociale e include una piattaforma chiamata TalkingMEN. L'iniziativa crea uno spazio che facilita la discussione sul significato di essere un "uomo" nell'attuale Sudafrica.

"La mia arte mi ha spinto ad assumermi la responsabilità e ad usare la mia voce artistica per diventare un sostenitore dell'attivismo sociale e della giustizia", ​​afferma.

Amy Gibbings è una scrittrice ARTE AFRICAla redazione.

'Ubukho be Ndoda' Demystifying the Phallus of Man 'aprirà questa sera il 7 giugno 2018 al Julie Miller Art Investment Institute situato nel Mall of Africa.