Siwa Mgoboza. Les Etres DAfricadia (Masquer) IV.59.2 x 42 cm. Ed di 5 + 3AP

MIA Photo Fair

Pioniere di una nuova identità visiva

Ritratto di Siwa Mgoboza di Gerda Genis. Courtsey della Semaphore Gallery.Ritratto di Siwa Mgoboza di Gerda Genis. Courtsey della Semaphore Gallery.

Fondata e diretta da Fabio e Lorenza Castelli, MIA Photo Fair è la prima e unica fiera d'arte in Italia dedicata alla fotografia e all'immagine in movimento - ed è stata creata per evidenziare il ruolo trasversale della fotografia nel linguaggio espressivo all'interno della scena artistica contemporanea.

Giunta alla sua ottava edizione, MIA ha deciso di creare una nuova identità visiva e ha scelto l'artista sudafricana, Siwa Mgoboza, per aprire la strada a questo nuovo personaggio. La sua serie, 'Les Êtres D'Africadia', è stata selezionata per rappresentare MIA Photo Fair 2018 e si svolgerà in collaborazione con l'African Artists 'Foundation e il Lagos Photo Festival.

Mgoboza - che si definisce un ibrido "postcoloniale" - è cresciuto all'estero per la maggior parte della sua giovinezza e da allora è tornato in Sud Africa per intraprendere una carriera artistica. Avendo sperimentato un'educazione piuttosto globale, il lavoro di Mgoboza si occupa di un senso di sé globalizzato, un'educazione occidentale e varie nozioni di differenza e appartenenza, tutte relative agli spazi liminali in cui esistono queste identità.

Siwa Mgoboza. Les Etres D'Africadia (Masquer) I. 59.4 x 42 cm. Ed di 5. + 3AP copiaSiwa Mgoboza, Les Etres D'Africadia (Masquer) I. 59.4 x 42 cm. Ed di 5. + 3AP copia. Per gentile concessione di Semaphore Gallery.

Informato dalle sue personali esperienze di pregiudizio e assimilazione, Mgoboza interpreta la cultura africana nelle sue fotografie, e si ritrae attraverso figure caratteristiche di ciò che definisce "Africadia". Secondo l'artista, "Africadia" è uno spazio simbolico di tolleranza e comprensione ed esiste in diretto contrasto con i numerosi conflitti e le divergenze culturali dell'Africa. Le visioni di Mgoboza offrono un'espressione caleidoscopica di identità eterogenea - ibridi culturali di razza e genere indeterminati.

Queste visioni sono esattamente ciò che ispira l'ottava edizione di MIA Photo Fair. Con 80 gallerie da oltre 13 paesi in tutto il mondo, 15 editori specializzati e 20 artisti indipendenti, anche MIA offre un'espressione poliedrica di identità eterogenea.

Siwa Mgoboza. Les Etres DAfricadia (Masquer) II. 59.2 x 42 cm. Ed di 5 + 3AP copiaSiwa Mgoboza, Les Etres DAfricadia (Masquer) II. 59.2 x 42 cm. Ed di 5 + 3AP copia. Per gentile concessione di Semaphore Gallery.

Questa ibridazione culturale del lavoro di Mgoboza è evidente nei tessuti utilizzati, attingendo alle influenze dell'occupazione coloniale dei paesi africani, in particolare il dominio coloniale della Gran Bretagna sul paese di nascita di Mgoboza, il Sudafrica. Mgoboza attinge anche alla sua eredità Hlubi incorporando il tessuto Ishweshwe luminoso e densamente modellato nel suo lavoro fotografico, scultoreo e tessile. Tradizionalmente indossato dalle donne, Mgoboza fa riferimento a un motivo immediatamente riconoscibile come 'africano', ma a un'indagine più attenta, ha radici veramente globali essendo arrivato nell'Africa meridionale dall'India, attraverso le rotte commerciali olandesi.

Ishweshwe è un simbolo incorporato nell'etica dell '"Africadia" di Mgoboza - di scambi culturali tra i continenti, di indigenizzazione e di rivitalizzazione culturale. "Africadia" presenta anche un mezzo per trascendere, anche se solo momentaneamente, i pregiudizi basati su nozioni preconcette di genere, razza, religione, classe e nazionalità. L'ibridità è al centro dell'esperimento "africano", poiché Mgoboza immagina un mondo in cui gli assoluti diventano fluidi e aperti al dibattito.

'Africadia' è quello che MIA Photo Fair si propone di realizzare, ed è a questo proposito che Mgoboza è arrivata a rappresentare l'ottava edizione, celebrando la fotografia e l'immagine in movimento in Italia.

Siwa Mgoboza. Les Etres DAfricadia (Masquer) III. 59.2 x 42 cm. Ed di 5 + 3AP copiaSiwa Mgoboza, Les Etres DAfricadia (Masquer) III. 59.2 x 42 cm. Ed di 5 + 3AP copia. Per gentile concessione di Semaphore Gallery.

IMMAGINE IN PRIMO PIANO: Siwa Mgoboza, Les Etres DAfricadia (Masquer) IV59.2 x 42 cm. Ed di 5 + 3AP. Per gentile concessione di Semaphore Gallery.