Lagos a Maputo

Road Trip Trans-African 2018 Invisible Borders

Invisible Borders è una NPO nigeriana fondata dall'artista Emeka Okereke. Armato con la sua banda di artisti, storici, fotografi, cineasti e architetti, il progetto lavora per colmare le lacune attraverso le diverse culture africane sotto forma di riviste, workshop, piattaforme pubbliche ed esposizioni transafricane. Ampliamento della nozione di "frontiere" - Invisible Borders affronta anche questioni geografiche "Altre forme di parametri discriminatori", fornendo se stesso come simbolo di scambio di idee tra culture africane.

A partire dal 2009, Invisible Borders ha iniziato l'8th edizione del loro progetto Road Trip. Il viaggio incarna lo sforzo dell'organizzazione di promuovere gli scambi transafricani. In un solo veicolo, due gruppi di creativi provenienti dall'Africa e dalla diaspora partirono per viaggiare da Lagos, in Nigeria, a Maputo, in Mozambico. Dal 3 ottobre al 23 novembre, il viaggio lavorerà per documentare e interagire con storie, eventi e avvenimenti lungo il percorso. Mappando il loro viaggio su percorsi storici, il team lavora in modo creativo negli spazi tra passato e presente; connettersi con le esperienze vissute di transazioni di frontiera, vittime di conflitti regionali, nonché esplorare lo sviluppo infrastrutturale ed economico che sfugge all'Africa essendo considerato "il continente del futuro". I partecipanti lavorano per creare le proprie narrative e identità, attraverso un processo collaborativo in cui si creano esperienze interculturali. Il progetto mostra come l'innovazione sta aiutando gli africani a creare le proprie realtà future.

Artisti 2018:

Emeka Okereke

Barbara Wanjala

Kenechukwu Nwatu

Tope Adegoke

Kosisochukwu Ugwuede

Ekejiuba innocente

Insieme in un unico veicolo, interagendo con il paesaggio culturale e letterale del loro continente, gli artisti documentano i loro viaggi con fotografie in tempo reale, blogposts e diari visivi, allargando i confini dello "studio" permettendo al veicolo in cui viaggiano diventare uno spazio di discussione, sperimentazione e innovazione. Attualmente a Ikom, in Nigeria, gli artisti continueranno attraverso la Nigeria, fino al Camerun, fino alla Repubblica Centrafricana, alla Repubblica Democratica del Congo, al Ruanda, all'Uganda, allo Zambia e giù attraverso lo Zimbabwe per finire in Mozambico.

Pamela Bentley è una scrittrice ARTE AFRICAla redazione.