L'artista del KwaZulu-Natal vince il primo SPI National Portrait Award

L'artista del KwaZulu-Natal Heather Gourlay-Conyngham ha vinto il primo National Portrait Award Sanlam Private Investments (SPI) per il suo ritratto maschile nudo intitolato A Young Man (177 x 80 cm, olio su tela).

Il premio, che mira a celebrare e mettere in mostra i migliori ritratti originali in Sud Africa, è stato annunciato durante una cerimonia presso la Rust-en-Vrede Art Gallery di Durbanville la scorsa notte (27 agosto 2013).

Il ritratto vincitore di Gourlay-Conyngham ha battuto l'incredibile cifra di 1 783 voci aggiudicate per il primo premio di R100 000. Ora farà parte di altre 39 voci selezionate in una mostra che si terrà a Rust-en-Vrede fino all'8 ottobre, dopodiché le 40 opere viaggerà in Sud Africa in una mostra presentata in collaborazione con la Sanlam Art Collection.

Stefan Hundt, capo del servizio di consulenza artistica di SPI e coordinatore della giuria, ha elogiato i giudici per la loro "dedizione eccezionale nel prendere una decisione molto difficile, dato il gran numero di candidature ricevute". Il pannello indipendente era composto da Hayden Proud, curatore per Historical Painting and Sculptures presso la Iziko SA National Gallery di Cape Town, Vulindlela Nyoni, docente di incisione all'Università di Stellenbosch, e l'artista e insegnante d'arte Susanne du Toit. Du Toit ha recentemente vinto il prestigioso BP Portrait Award 2013 nel Regno Unito.

Hundt ha detto: "Il ritratto di Gourlay-Conyngham è stato scelto per la sua abilità eccezionale, la scelta del soggetto, la sincerità del rapporto tra artista e soggetto e il fatto che la sua interpretazione ha sfidato le convenzioni e ha spinto oltre il normale e accettato".

Nato a Durban nel 1956, Gourlay-Conyngham vive ora all'Hilton, nelle Midlands del KwaZulu-Natal. Ha lavorato come insegnante d'arte e pittrice da quando si è laureata con una laurea in Belle Arti presso l'Università di Natal nel 1978 e un diploma di istruzione superiore nel 1980 presso l'Università del Sud Africa. I suoi dipinti si concentrano principalmente sulla forma umana.

Daniël Kriel, CEO di SPI, ha affermato che l'eccezionale qualità e lo standard delle candidature ricevute testimoniavano la gamma e la profondità dei talenti che il Sudafrica aveva da offrire. “La ritrattistica in Sud Africa ha avuto una storia ricca e, a volte controversa, che riflette l'evoluzione sociale e politica del Paese. È in questo contesto che siamo orgogliosi di collaborare con la Rust-en-Vrede Art Gallery per celebrare e mostrare il meglio della ritrattistica originale in Sud Africa ".

Ha detto che l'arte è una passione per molti dei clienti di SPI ed è di crescente interesse per gli investimenti. “Ci sentiamo particolarmente legati alla piattaforma di ritrattistica, poiché risuona con la visione e gli obiettivi di SPI. La nostra esperienza risiede nella gestione patrimoniale, dove coltiviamo e apprezziamo stretti rapporti personali con i nostri clienti. Allo stesso modo, ci sono poche cose più intime del rapporto tra l'artista e il soggetto in un ritratto ".

La mostra itinerante nazionale può essere visitata presso la University of Johannesburg Art Gallery dal 24 ottobre al 13 novembre e presso Stephan Welz & Co presso la Alphen Estate a Constantia, Cape Town, dal 26 novembre al 10 gennaio 2014. Sarà ospitata da la KwaZulu-Natal Society of Arts durante l'aprile 2014.