Januário Jano, Senhô 1 (S01), 2017. Stampa a getto d'inchiostro su straccio di carta fine art 100% cotone, 67 x 52 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.

ICTAF'18: Januário Jano

Presentato da This Is Not A White Cube

ARTE AFRICA condotto varie interviste con alcuni artisti che esporranno alla Investec Cape Town Art Fair 2018!

Januário Jano è un artista multidisciplinare angolano che esplora le opposte nozioni della moderna cultura pop e delle pratiche tradizionali attraverso la pittura, l'installazione, il video, la scultura e la fotografia. This Is Not A White Cube espone una mostra personale delle opere di Jano all'interno della sezione Tomorrows / Today alla fiera Investec Cape Town Art (ICTAF) 2018 - uno spazio riservato a nomi di spicco nel panorama dell'arte africana contemporanea.

Januário Jano, Senhô 2 (S02), 2017. Stampa a getto d'inchiostro su straccio di carta fine art 100% cotone, 67 x 52 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.Janiário Jano, Senhô 2 (S02), 2017. Stampa a getto d'inchiostro su uno straccio di carta fine art in cotone 100%, 67 x 52 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.

ARTE AFRICA: Esporrai un nuovo corpus intitolato Mponda all'ICTAF 2018, oltre a presentare una performance dal vivo e una fotografia installazione intitolata Senho - raccontaci di più su questi lavori recenti?

Januário Jano: Il mio lavoro è un riflesso della memoria e dell'identità. Cercando di capire il passato e il presente, mi tuffo criticamente in aspetti della storia recente dell'Angola che è legata al passato - e più in particolare in elementi della cultura di Ambundu, originari della regione intorno a Luanda. Questo processo di ricerca storica pone la base e il punto di partenza del mio lavoro.

Per l'ICTAF, mostrerò un nuovo corpus di lavori della serie "Mponda'e installazione fotografica intitolata Senho, questi lavori fanno parte del mio progetto in corso che si concentra specificamente sulla costruzione di un collegamento tra una narrazione storica del mio inizio culturale.

Il corpo presenta un motivo di spicco in molti dei tuoi progetti, cosa comunica questo uso del corpo per te?

Il corpo gioca un ruolo fondamentale come motivo principale e apre la strada al collegamento tra presente e passato per costruire la narrazione storica. In questo caso, è fondamentalmente esplorare riferimenti esistenti che aiutano a definire la base e il tono al fine di costruire un linguaggio visivo - il risultato è un vocabolario estetico e iconografico contestuale.

Januário Jano, Senhô 1 (S01), 2017. Stampa a getto d'inchiostro su straccio di carta fine art 100% cotone, 67 x 52 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.Januário Jano, Senhô 1 (S01), 2017. Stampa a getto d'inchiostro su uno straccio di carta fine art in cotone 100%, 67 x 52 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.

La tua mostra personale del 2017, "Ambundulando", fa riferimento a rituali del gruppo etnico Ambundo, nonché a pratiche della tua storia familiare. Come hai affrontato questa impollinazione incrociata tra identità collettiva, storica e personale?

È un processo facile, poiché sto parlando di cose molto vicine alla mia realtà, semplicemente guardando la mia educazione alla ricerca delle mie radici - e cercando di capire il passato in relazione al presente. Il significato fonetico di Ambundulando suggerisce transizioni - movimento costante - con questo in mente, inizio un viaggio in cui propongo una riflessione sulla memoria e la sua transizione e sul mio ruolo nella costruzione dell'identità personale e collettiva.

Lavori a Luanda, Londra e Lisbona. Ogni città influenza e influenza il tuo lavoro in modo diverso?

Sì, ogni città ha il suo specifico feed per la mia pratica, Luanda è la madre - è centrale e ha tutto ciò di cui ho bisogno per sviluppare le narrazioni ed esplorare la connessione fisica, emotiva e razionale. Anche Londra e Lisbona svolgono un ruolo molto importante, mi danno la velocità di fare le cose e mi danno da mangiare con altri elementi cruciali per la mia pratica.

MPONDA 005, 2018. Tessuti, taglio, collage, trasferimento, acrilico, bottoni, 132 x 150 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.Januário Jano, MPONDA 005, 2018. Tessuti, taglio, collage, transfer, acrilico, bottoni, 132 x 150 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.

Hai vinto il premio "Business for Art" 2016 ad Art Laguna a Venezia, Italia. In che modo vincere questo premio ha influito sulla tua carriera di artista?

Il premio mi ha dato strumenti aggiuntivi per diversificare e portare la mia pratica su diversi motivi: da quel momento ho collaborato con un marchio di moda che ha aperto nuove opportunità per sviluppare nuovi progetti.

Januário Jano, MPONDA 003, 2018. Tessuti, taglio, collage, transfer, acrilico, bottoni, 120 x 224 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.Januário Jano, MPONDA 003, 2018. Tessuti, taglio, collage, transfer, acrilico, bottoni, 120 x 224 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.

IMMAGINE IN PRIMO PIANO: Januário Jano, Senhô 1 (S01), 2017. Stampa a getto d'inchiostro su uno straccio di carta fine art in cotone 100%, 67 x 52 cm. Per gentile concessione dell'artista e This Is Not A White Cube.