Izicwangciso Zezethu ... (Facciamo piani ...)

Facciamo piani, ma fino a che punto possiamo governare il futuro?

Questa mostra è una riflessione autobiografica della casa d'infanzia e dell'educazione di Nobukho Nqaba. Sottolinea la precarietà della vita quotidiana all'interno di un insediamento informale a Grabouw. Molte persone sono emigrate in questa comunità con ambizioni raggruppate e beni modesti, tutti imballati strettamente in sacchetti di plastica a scacchi, comunemente noti come sacchetti cinesi. Si sono mossi nella speranza di un lavoro migliore; lavori che alla fine avrebbero richiesto loro di indossare una tuta blu macchiata di sudore.

Nobukho Nqaba, Untitled, 2012. Stampa fotografica LightJet, 84,1 x 118,9cmNobukho Nqaba, Senza titolo, 2012. Stampa fotografica LightJet, 84,1 x 118,9cm. Tutte le immagini per gentile concessione dell'artista.

La nozione di casa divenne associata a condizioni di vita misere, uno o due mobili e accessori collocati nella stanza contro le pareti. Le pareti precarie erano contorni o bordi sottili; erano una testimonianza temporanea della presenza di una famiglia prima che dovessero trasferirsi di nuovo. Insieme agli oggetti che hanno ospitato, diventano una testimonianza della loro esistenza.

L'improvviso annuncio "Kuyatshaaa!" (c'è il fuoco) è stato spesso seguito dalla corsa di routine per raccogliere tutti i documenti importanti e da un'improvvisa fuga precipitosa mentre tutti fuggivano nella sala della comunità. Una volta lì, le famiglie si riunivano in gruppi, ogni membro era coperto da una coperta grigia. La coperta, un mantello cinereo, una fonte temporanea di conforto, donata dalle autorità governative.

Nobukho Nqaba, Ndinikezele, 2016. Stampa Ciclee su hahnemule, 594 x 420 mm.Nobukho Nqaba, Ndinikezele, 2016. Stampa Ciclee su hahnemule, 594 x 420mm.

Il titolo Xhosa della mostra, Izicwangciso Zezethu si intende facciamo piani. Possiamo pianificare le nostre vite, ma non abbiamo alcun controllo sul risultato. È un gioco d'azzardo.

'Izicwangciso Zezethu… (We Make Plans…)' sarà in mostra al Dusthouse and Level 2 di Zeitz MOCAA, in Sudafrica, dal 31 luglio al 20 ottobre 2019. La mostra è curata da Tandazani Dhlakama e Sakhisizwe Gcina.

A proposito dell'artista

Nobukho Nqaba è nato a Butterworth, nell'Eastern Cape, in Sud Africa. All'età di sei anni, lei e la sua famiglia si trasferirono a Grabouw nel Western Cape e in seguito frequentarono la Luhlaza High School a Cape Town.

Si è laureata alla Michaelis School of Fine Art, University of Cape Town (UCT) dove si è laureata in fotografia ed è stata tutorata da Svea Josephy e Jean Brundrit (2012). Nel 2012, ha ricevuto la Tierney Fellowship ed è stata la destinataria reGeneration3, un'iniziativa incentrata sulla fotografia del Musee de l'Elysee. Nqaba ha conseguito un certificato post-laurea in Educazione Arte visiva e teoria presso l'UCT (2013). Ha intrapreso diversi compiti di insegnamento attraverso il suo ruolo di Visual Art and Digital Photography Educator presso il Peter Clarke Art Center. Nqaba è attualmente docente di fotografia presso la Red & Yellow Creative School of Business.