In Memoriam di Henri Vergon

È morto la scorsa settimana

Emilie Démon e Henri Vergon. © Jodi Bieber

Henri Vergon, un duro sostenitore dell'arte contemporanea africana, è morto nella sua casa di Johannesburg venerdì scorso. Il mondo dell'arte sarà un luogo più povero senza di te.

Henri Vergon era appassionato di Africa, appassionato di arte, appassionato di persone. La sua energia positiva era contagiosa, il suo sorriso spontaneo e uno scintillio di malizia nei suoi occhi. Brendon e io abbiamo incontrato Henri per la prima volta quando lavorava all'IFAS circa 20 anni fa, la sua convinzione e determinazione a collocare artisti africani e la diaspora sulla mappa internazionale ci hanno ispirato. Una persona generosa e ben informata, ci ha offerto supporto e incoraggiamento nelle nostre iniziative in galleria allora e nei primi anni della pubblicazione della rivista.

Nel 2005 Henri ha fondato la Galleria Afronova a Newtown, Johannesburg, una zona grintosa e spigolosa della città. Più tardi lui e il suo socio nella vita e negli affari - Emilie Démon - trasferirono lo spazio a Braamfontein. Insieme Henri ed Emilie hanno portato la galleria e gli artisti con cui hanno lavorato a nuove altezze in mostra su piattaforme internazionali come The Armory Show, Art Paris, 1:54 Contemporary African Art Fair a New York e Londra. Insieme Henri ed Emilie hanno stretto rapporti con i loro artisti e hanno esposto in importanti istituzioni come il PAC Milano, la Galleria nazionale sudafricana di Iziko, lo Studio Museum, la Smithsonian Institution, Mass Mocca, nonché fondazioni come la Fondation Louis Vuitton a Parigi, la Prada Fondazione in Milano, Fondation des Galeries Lafayette a Parigi, JP Morgan Chase a New York, La Maison Rouge a Parigi.

RIP Henri, ci hai lasciato troppo presto. Le nostre condoglianze alla sua famiglia e ai suoi amici

Suzette e Brendon Bell-Roberts

Colleghi, amici e artisti rendono omaggio a Henri Vergon

Henri Vergon non è più con noi. Lo shock di questa perdita è difficile da sopportare. Era un collega della massima integrità e un uomo meravigliosamente eccentrico con un grande amore per la vita e il senso dell'umorismo. Dopo averlo conosciuto per più di 20 anni, era sempre disposto a condividere la sua vasta conoscenza e intuizione. Aveva un grande occhio e senso visivo e ha creato una piattaforma internazionale per giovani artisti provenienti da varie parti dell'Africa. Questo essere umano vivace e affascinante ci mancherà molto a tutti coloro che lo hanno conosciuto. Condoglianze a Emilie, alla sua famiglia, agli amici e ai colleghi.

David Krut - collega, gallerista, editore

Ci manchi, Henri, e la tua grande magia francese. La tua generosità di conoscenza nell'arte e preoccupazione per gli altri. Vai bene nella notte. Riposa in pace Henri, ci mancherai tutti. Condoglianze alla tua famiglia, ai tuoi amici e a te Emilie.

Senzeni Marasela - artista e amica

Henri correva sempre dei rischi quando nessun altro lo avrebbe fatto. E nonostante le nostre perdite, siamo sempre usciti in cima. Abbiamo perso un eroe.

Karl Gietl - artista e amico

Siamo stati onorati di aver conosciuto Henri Vergon per un periodo di 15 anni. Henri fu davvero una figura chiave nella confraternita dell'arte. Ha mantenuto standard irreprensibili nella sua professione. Perdere il suo occhio visivo e la particolare specialità di stabilire artisti sudafricani sul mercato globale attraverso la Galleria Afronova non può essere trascurato. La sua scomparsa lascerà un ampio divario. RIP Henri, ti mancherai molto.

Commiserazioni alla sua compagna Emilie, Famiglia, Artisti e Amici.

Fred e Susan Scott - collezionisti d'arte e amici

La sua profonda conoscenza dei circoli artistici e delle istituzioni culturali gli ha permesso di portare progetti artistici emblematici che ha realizzato a Joburg. Sono stato conquistato dal suo carisma e dalla stretta relazione che aveva con i circoli artistici.

Jean-Michel Champault, direttore artistico della collezione Gervanne e Matthias Leridon