FEDE 47 Aqua Regalia 1

In Conversation with Faith47 su "Aqua Regalia", Londra

Siobhan Keam, ARTsouthAFRICA di corrispondente internazionale, ne parla a Faith47 Aqua Regalia, la sua mostra personale al Moniker Projects di Londra.

FEDE 47 Aqua Regalia 1
SOPRA: Dettagli da Aqua Regalia. Tutte le immagini per gentile concessione di Moniker Projects.
Siobhan Keam: Il testo della mostra descrive il nome della mostra, "Aqua Regalia" come "il nome alchemico per una miscela altamente corrosiva di acido nitrico e cloridrico che trasmogrifica, dissolve e cambia la sostanza più potente - l'oro". Puoi darci un'idea di come lo metti insieme?
F47: Questa era la mia seconda mostra personale al di fuori del Sud Africa, ma la mia prima mostra personale a Londra. Lavoro al progetto da 2 anni. Lo spettacolo di Londra è il primo capitolo di "Aqua Regalia"; Svilupperò l'installazione nei prossimi 4 anni. Nel 2015 'Aqua Regalia' si reca a Roma e l'anno successivo negli Stati Uniti. Ogni anno l'installazione cresce e si perfeziona, mentre le opere all'interno dell'installazione vengono create di nuovo per ogni mostra.
SK: Sono stato particolarmente attratto da tutti i piccoli dettagli, dagli opuscoli replicati, dai cartelli dei mendicanti e dai manifesti stradali. Questi pezzi funzionano di per sé o sono semplicemente il contesto per i lavori più grandi? Molti di loro sembrano riconoscibilmente sudafricani: sono la prova dei diversi oggetti e stampati che incontri quando lavori in uno spazio pubblico?
F47: Gli oggetti trovati sono oggetti che ho incontrato nei miei viaggi, oggetti scartati e indesiderati che hanno un valore simbolico intrinseco. Finora provengono da Madagascar, Sud Africa, America, Europa, Inghilterra, Porto Rico, Hawaii, Scozia, Cina, Nepal, Tailandia e Canada. Alla fine, una selezione di questi diventerà un'installazione permanente. Gli oggetti, quando accostati insieme, creano un'iconografia potente, unica a se stessa; quindi si potrebbe dire che gli oggetti trovati diventano un'opera d'arte in sé e per sé, ma fungono anche da contesto per i dipinti.
FEDE 47 Aqua Regalia 2
SOPRA: Dettagli da Aqua Regalia. Tutte le immagini per gentile concessione di Moniker Projects.

SK: Mi sono ritrovato a riconoscere molte delle tue opere di street art più grandi nei dipinti, nei disegni e nelle stampe in mostra. Questi studi o disegni hanno portato alla creazione delle opere pubbliche, o hai successivamente ricreato quei pezzi che avevi già fatto all'aperto in disegni e stampe?
F47: Gli schizzi sono schizzi preliminari. Dipingo spesso l'immagine su tela, oltre che su un muro; dipende da come interagisco con l'immagine e se il muro / tela richiede quell'immagine specifica.
SK: La tua mostra ha decisamente lavorato contro la tipica estetica white-cube di molte gallerie, con le sue installazioni simili a santuari e opere d'arte dal pavimento al soffitto. È stata una decisione consapevole di allontanarsi dal modo in cui le opere d'arte sono tipicamente rappresentate in una galleria? Come pensi che cambi la ricezione dell'opera quando viene presentata in una galleria piuttosto che all'aperto?
F47: Mi interessava creare uno spazio immersivo in cui perdersi nei dettagli e nelle trame della stanza. Vorrei che le persone trascorressero del tempo nello spazio, per avere una profonda risposta emotiva alla mostra. Miro a innescare ricordi, o pensieri e sentimenti nascosti nello spettatore. Sono interessato a creare uno spazio che abbia un sentimento sacro - le nostre vite sono così avvolte dai nostri impegni frenetici che difficilmente ci prendiamo il tempo di sederci in silenzio, sentire o riflettere.