Helliostat

Filosofia del sondaggio e abilità tecnica impeccabile

Attualmente, la Norval Foundation ospita una retrospettiva dello scultore Wim Botha. Stare in piedi in una stanza e condividere lo spazio con le sue opere di momentus - che si tratti di gigantesche sculture in bronzo, linee scure taglienti, un tavolo da pranzo con palla e artigli; corpi in lotta congelati a mezz'aria o un semplice frammento di vetro: c'è un senso di respiro, conforto e pace. Considerando le strutture piuttosto voluminose e i medium resistenti, questa sensazione sembrava piuttosto incredibile, ma inequivocabilmente intenzionale. È un attento tatto di equilibrio. Una volta realizzato questo, lo si può vedere ovunque all'interno di questa mostra. Il peso elevato e le dimensioni delle sculture sono contraddette dalla loro installazione a mezz'aria; sollevato da terra e galleggiante. Il peso delle opere viene differito e fatto levitare. Intere stanze, inclusi schizzi incorniciati e tavoli da pranzo, non sono fissati, appesi nello spazio e sopra il terreno. L'uso fisico della sospensione crea momenti concettuali che devono essere vissuti dallo spettatore. Siamo fermi nel tempo, fluttuando in equilibrio tra manifestazioni scultoree che reggono il peso della storia sfidando la gravità.

Mieliepap Pietà, 2004. Farina di mais, resina epossidica. Per gentile concessione della Spier Collection.Mieliepap Pietà, 2004. Farina di mais, resina epossidica. Per gentile concessione della Spier Collection.

Per favorire questi binari formali, le pareti della mostra sono appese con schizzi e dipinti che mostrano un abile disegnatore con la capacità di catturare un'essenza del suo soggetto in un rapido movimento della sua mano. Botha ha padroneggiato il mezzo di scultura in modo tale da emanare la stessa libertà di uno schizzo su carta, un'assenza di gravità che compensa la sua natura pesante. Un'iterazione di questo si vede nella sua natura gestuale Prisma serie. Botha ancora una volta costruisce e instilla l'equilibrio nel suo uso attento della luce al buio; monocromatico e colore. Alla domanda sulla sua introduzione del colore, la sua risposta ha mostrato che la realizzazione era ovvia - con così tanta oscurità nel bronzo e bianco dal polistirolo era giusto che fosse introdotto il colore - la controparte del monocromatico.

Prism 10 (Dead Laocoön), 2014. Bronzo, Legno. Per gentile concessione della Norval Foundation.Prisma 10 (Dead Laocoön), 2014. Bronzo, Legno. Per gentile concessione della Norval Foundation.

Questo ci porta all'ultima sala della retrospettiva "Heliostat" e al suo indiscutibile uso del colore. Dopo aver attraversato le sale del 'transetto' delle prime opere ben note di Botha dal 2001 al 2013, arriviamo all'interno dell'installazione del 2018 di 'Garden of Earthly Delights '. La stanza a doppio volume della Norval Foundation con un muro di finestre si presta perfettamente per essere coperta con il film dicroico di Botha, filtrando la luce che si riversa attraverso le finestre in tonalità di blu e verde che diventano rosse quando il sole tramonta. Impressionante ed etereo, viviamo lo spazio come si farebbe con una cattedrale: le teste inclinate verso le vetrate colorate, importanti e riflettenti. Quattro serie di ali in movimento su larga scala sono sospese sopra, lasciando tracce di tubi fluorescenti sulla loro scia. Le notevoli sculture in bronzo 'Prism 13 (The Dead Piéta ') e 'Prism 10 (The Dead Laocoön) ' stare tra pozze di vetro dicroico. 'Giardino delle delizie terrene'culmina in un'altare di tagli di legno che circonda uno scheletro di legno intagliato alto oltre due metri. Compensando le filosofie e le sculture pesanti sono frammenti di vetro che riflettono la luce e il colore attraverso la stanza.

Studies for the Garden of Earthly Delights, 2018. Bronzo, legno di noce, legno, taglio linoleum, libri, vetro dicroico, schiuma di polistirene, ferramenta in acciaio, vernice, pittura ad olio su tela. Per gentile concessione della Norval Foundation.Studi per il giardino delle delizie terrene, 2018. Bronzo, legno di noce, legno, taglio linoleum, libri, vetro dicroico, polistirolo espanso, ferramenta in acciaio, pittura, pittura a olio su tela. Per gentile concessione della Norval Foundation.

In esecuzione fino al 24 gennaio 2019: questa mostra è da non perdere. In una vetrina di quasi due decenni di filosofia di sondaggio realizzata attraverso un'abilità tecnica impeccabile, Wim Botha lotta silenziosamente per la giustizia del pensiero e del mezzo.

Studies for the Garden of Earthly Delights, 2018. Bronzo, legno di noce, legno, taglio linoleum, libri, vetro dicroico, schiuma di polistirene, ferramenta in acciaio, vernice, pittura ad olio su tela. Per gentile concessione della Norval Foundation.Studi per il giardino delle delizie terrene, 2018. Bronzo, legno di noce, legno, taglio linoleum, libri, vetro dicroico, polistirolo espanso, ferramenta in acciaio, pittura, pittura a olio su tela. Per gentile concessione della Norval Foundation.

Comune: sospensione dell'incredulità, 2001. Bibbie, apparecchiature di sorveglianza, acciaio. Per gentile concessione della Norval Foundation.Comune: sospensione dell'incredulità, 2001. Bibbie, apparecchiature di sorveglianza, acciaio. Per gentile concessione della Norval Foundation.

Pamela Bentley è una scrittrice ARTE AFRICAla redazione.

IMMAGINE IN EVIDENZA: Studi per il giardino delle delizie terrene, 2018. Bronzo, legno di noce, legno, taglio linoleum, libri, vetro dicroico, polistirolo espanso, ferramenta in acciaio, pittura, pittura a olio su tela. Per gentile concessione della Norval Foundation.