Il Museo Guggenheim nomina il nuovo curatore associato di arte contemporanea

Il Solomon R. Guggenheim Museum ha annunciato la nomina di Ashley James come curatore associato. James, il cui lavoro fonde la pratica curatoriale con un background accademico radicato negli studi afroamericani, nella letteratura inglese e negli studi sulle donne, sul genere e sulla sessualità, ha iniziato la sua nuova posizione di Curatrice associata, Arte contemporanea il 12 novembre

Ashley James, Curatore associato, Arte contemporanea al Museo Solomon R. Guggenheim. Immagine per gentile concessione del Museo Guggenheim.Ashley James, Curatore associato, Arte contemporanea al Museo Solomon R. Guggenheim. Immagine per gentile concessione del Museo Guggenheim.

Nancy Spector, direttore artistico e curatore capo di Jennifer e David Stockman, ha dichiarato: “Ashley è una curatrice che ha dimostrato un pensiero incisivo e intersezionale sulla pratica artistica contemporanea. Il suo lavoro completa la missione del Guggenheim di presentare l'arte di oggi, che intendiamo come una visione profonda ed espansiva della storia dell'arte. Siamo lieti di accoglierla al Guggenheim e di anticipare una forte collaborazione con Ashley come parte del nostro team curatoriale eccellente e dedicato ".

James ha dichiarato: “È un onore entrare a far parte del Guggenheim, un'istituzione che promuove l'arte e la cultura attraverso il rigore e la creatività, una visione distinta e un chiaro impegno nei confronti degli artisti. Non vedo l'ora di iniziare a lavorare con i miei colleghi per sviluppare nuove ricerche, esplorare nuove idee per mostre, programmi e pubblicazioni e continuare ad espandere e dare forma a una collezione così vitale ".

Foto: David M. Heald © The Solomon R. Guggenheim Foundation, New YorkFoto: David M. Heald © The Solomon R. Guggenheim Foundation, New York

Più di recente James è stata assistente curatrice di arte contemporanea al Brooklyn Museum, dove è stata la curatrice principale per la presentazione del museo di "Soul of a Nation: Art in the Age of Black Power", e ha organizzato Eric N. Mack, "Lemme". attraversare la stanza ", e sta curando il prossimo John Edmonds," A Sidelong Glance ". Ha svolto un ruolo chiave nello sviluppo, nei programmi pubblici e nelle acquisizioni al Brooklyn Museum, incluso il contributo a portare nella collezione opere di Ed Clark, Arthur Jafa, Taryn Simon e altri importanti artisti contemporanei. James ha anche lavorato come Mellon Curatorial Fellow in Drawing and Prints presso il Museum of Modern Art, dove il suo lavoro si è concentrato su due retrospettive rivoluzionarie, di Adrian Piper e Charles White, e ha ricoperto incarichi presso lo Studio Museum di Harlem e alla Yale University Art Gallery, dove ha co-organizzato la mostra "Odd Volumes: Book Art from the Allan Chasanoff Collection". Ha contribuito con saggi e ricerche per libri, riviste e cataloghi, comprese pubblicazioni su Charles White, Palmer Hayden e Howardena Pindell. Ha partecipato a tavole rotonde e conferenze presso musei e organizzazioni artistiche negli Stati Uniti e recentemente ha avuto una conversazione con Amy Sherald a un evento ospitato da ArtTable.

James ha conseguito una laurea presso la Columbia University e un master presso la Yale University, dove, nella primavera del 2020, riceverà un dottorato di ricerca in letteratura inglese, studi afroamericani e studi su donne, genere e sessualità, con una dissertazione che riorienta i discorsi di rappresentazione nera.