GIPCA invita a presentare proposte per progetti interdisciplinari su LAND

Il Gordon Institute for Performing and Creative Arts (GIPCA) invita a presentare proposte per un evento interdisciplinare, LAND, che esplorerà idee su terra e territorio.

Grounded within a contemporary, historical, aesthetic, material and political understanding of ‘land’ in South Africa, the project will comprise a colloquium, performances, exhibitions and other interventions, and will take place in the second half of October 2013.

In riconoscimento del centenario della famigerata legge sulla terra dei nativi del 1913, c'è un focus nazionale sulla terra come nave di commercio, trauma e restituzione. Con questo in mente, è possibile parlare di terra all'interno (e oltre) di questi frame, in termini di atmosfere, materialità ed estetica?

La terra è sia un veicolo che una cartina di tornasole per il cambiamento. Nel discutere della terra, abitiamo il passato e il presente contemporaneamente: la sua topologia registra, nel corso dei millenni, minuscole variazioni di impatto e atmosfera. La terra è lenta, assorbente e apparentemente permanente; ma è anche veloce, scambiato come la valuta e influisce sul cambiamento immediato dell'equilibrio di potere a tutti i livelli.

In questo modo, qualsiasi discussione significativa sulla terra in termini di materialità include elementi in traccia di questa storia socio-politica, così come qualsiasi analisi del territorio troverà la sua origine nei confini naturali implicati nella topografia locale. LAND si propone di facilitare un'indagine su questi confini interagenti e sui modi in cui esistono associativamente e psicologicamente all'interno di un sudafricano, nonché in un quadro transnazionale.

Pertanto, l'approccio di questo evento è duplice. In primo luogo, per srotolare ulteriormente le politiche moderne e ancestrali relative alla proprietà, alla divisione e alla ridistribuzione della terra, considerando i legami con il territorio, la razza, l'agenzia, la classe e il potere. In secondo luogo, fornire un'opportunità per conversare in giro per la terra con preoccupazioni ampiamente associative, fisiche o altrimenti estetiche. LAND cerca di designare uno spazio in cui esplorare contemporaneamente gli elementi umani della terra - di politica, abitazione e antropologia - nonché i suoi aspetti organici, minerali e materiali.

In linea con questi pensieri e cercando di attirare candidati di diversa estrazione, discipline e approcci, GIPCA invita le proposte in due categorie:

Proposals for papers: 10-15 minute ‘thought papers’ or 30 minute addresses which interrogate aforementioned ideas around land.

Proposte per installazioni, spettacoli, mostre, interventi e workshop su temi simili. In questa categoria, saranno prioritarie le applicazioni per le opere che si impegnano attivamente con lo spazio all'interno della città, le proposte site specific e le opere che sono in qualche modo inclusive o partecipative. Saranno considerati sia i lavori nuovi che quelli esistenti. Mentre GIPCA si impegnerà a finanziare quanti più aspetti possibili dei progetti, i candidati sono incoraggiati a trovare anche altri partner di finanziamento.

Applications should be submitted via email to fin-gipca@uct.ac.za with the subject line ‘LAND APPLICATION’. A single PDF file, no larger than 3MB, containing the following should be submitted:

nome, indirizzo e-mail, numero di rete fissa e cellulare
documento di concetto o abstract di non più di 400 parole
non più di 4 immagini (se pertinente)
un budget dettagliato di tutte le spese (compresi alloggio e trasporto se pertinente)
requisiti tecnici (se pertinenti)
un CV abbreviato di una pagina, che evidenzia la precedente esperienza nella creazione di tale lavoro

La scadenza per le domande è mercoledì 31 luglio 2013. Per ulteriori informazioni, si prega di contattare l'ufficio GIPCA al numero +27 (0) 21 480 7156 o fin-gipca@uct.ac.za.