Gimberg, Nerf, Sacks 'Young

Galleria SMAC | Stellenbosch

Sono arrivato all'inaugurazione della Galleria SMAC appena in tempo per ascoltare il controverso biografo Ronald Suresh Roberts che tiene una conferenza sul flusso di coscienza sull'Africa sub-sahariana. La maggior parte della folla lo ignorò prontamente, ridacchiò e si diresse verso il bar. È probabile che Roberts sia stato accuratamente selezionato per la sua incongruenza con la folla dell'arte sovversiva. La performance innocente di Roberts, confezionata come un gesto estetico nascosto, ha travolto gli oggetti e i video della mostra, molti dei quali si basavano su testo e ready-made per offrire il profondo ma irriverente, shock-ti-annoi-cazzo- lo stile che è diventato onnipresente in alcune parti di Città del Capo. Insieme a Kathryn Smith, gli artisti hanno creato un libro che hanno lanciato all'inaugurazione, One Million e Quarantaquattro mila anni e sessantatre giorni, una raccolta di contributi che affrontano il significato dell'avanguardia. In modo rinfrescante, il libro, più che la performance di Roberts e la mostra, evita noioso e scontroso a favore di fidanzati e ironici.
{H}