FNB JoburgArtFair 2016: 'Modern Masters' | Galleria della parete

Galleria della paretemostra al FNB JoburgArtFair Il 2016 comprende una selezione di opere iconiche di artisti che hanno forgiato un nuovo linguaggio pittorico per l'espressione artistica moderna sudafricana. ARTE AFRICA li ho raggiunti per scoprire di più sul lavoro in mostra.

Newsletter AA 5 Set Modern Masters 1Walter Batiss, particolare di La mela, Olio su tela, 60.5 x 60.5 cm. Immagine gentilmente concessa da Wall Gallery, Città del Capo.

ARTE AFRICA: Per favore, parlaci del lavoro che sarà esposto al tuo stand all'FNB JoburgArtFair 2016?

La mostra compilata per l'FNB JoburgArtFair nel 2016 comprenderà una selezione di opere iconiche di artisti che hanno forgiato un nuovo linguaggio pittorico per l'espressione artistica sudafricana. La selezione delle opere da esporre può essere considerata in tre gruppi:

Il primo è opera degli artisti Cecil Skotnes, Syndey Kumalo, Lucky Sibiya ed Ezrom Leagae. Al centro di questa selezione è il lavoro di Cecil Skotnes, le cui immagini distintive danno il tono e l'esempio per un certo numero di artisti neri sotto la sua guida, come Sydney Kumalo, Lucky Sibiya ed Ezrom Legae. Tutti questi artisti hanno sviluppato approcci unici ai media scelti, utilizzando una forma di astrazione figurativa che rappresentava un tipo di "africana", che prima non aveva un'espressione visiva appropriata e unica.

Il secondo raggruppamento è costituito dal lavoro di Robert Hodgins, Dumile Feni e Walter Battiss. La selezione di opere di Robert Hodgins e Dumile Feni risale alla metà degli anni '80. Questi saranno esempi distintivi dello stile di maturazione di entrambi gli artisti. La selezione di dipinti di Walter Battiss, con la loro colorazione sgargiante e il design eccentrico, risale agli anni '1950 e '1960 e fornirà un gradito contrasto con l'immaginario di confronto caratteristico dei suddetti artisti.

Il raggruppamento finale è una raccolta di lavori di Gerard Sekoto, Peter Clarke e Konakeefe Mohl. Questi pionieri artisti neri completeranno la mostra. Il loro lavoro mostra una continuazione con la tradizione rappresentativa in cui sono stati formati, con un'attenzione particolare per le materie che sono vicine al cuore. L'adozione di uno stile rappresentativo da parte di questi artisti è stata una deliberata messa in discussione di una pretesa di uguaglianza nel mondo dell'arte sudafricano in un momento in cui "Africaness" era saldamente associata all'arte tradizionale. Dal punto di vista conservativo, questa immagine è una componente significativa dello sviluppo della storia dell'arte sudafricana.

Nel complesso, la selezione di opere di artisti affermati fornirà allo spettatore una rappresentazione completa di quasi mezzo secolo. Le opere sono rappresentative delle opere di questi artisti e si riveleranno aggiunte preziose a qualsiasi collezione sudafricana.

Newsletter AA 5 Set Modern Masters 2Cecil Skotnes, particolare di CapoPannello in legno intagliato, intagliato e verniciato. 121 x 121 cm. Immagine gentilmente concessa da Wall Gallery, Città del Capo.

Come precursori della pratica artistica contemporanea, come pensi che il lavoro in mostra si inserisca nel contesto di una fiera come questa?

L'uso del termine "contemporaneo" in Sudafrica deve essere ampliato. È fin troppo facilmente applicato come filtro per escludere la considerazione dell'arte non prodotta negli attuali idiomi dominanti di installazione, video e performance. La conseguenza ha visto un'enorme crescita di artisti emergenti prevalentemente giovani che presentavano metafore, azioni simboliche e immagini come se fossero ingenuamente nuove.

Il modo in cui viene posta questa domanda include già alcuni componenti della risposta. Per molti aspetti queste opere sono precursori di ciò che sta cominciando a evolversi come arte seria nel presente. Tuttavia, una differenza significativa da considerare qui è che questi lavori hanno superato la prova del tempo e sono ora esempi iconici di immagini del loro tempo e luogo. Non sono più esperimenti ma immagini raffinate e realizzate. Come tali, presentano ai visitatori della fiera un punto di riferimento per considerare e valutare la pratica artistica contemporanea.

Il modello della fiera dell'arte è comunemente lodato come piattaforma per talenti emergenti, ma il lavoro nel tuo stand non ha bisogno di presentazioni. Che tipo di impegno speri di raggiungere a questo evento?

Negli ultimi anni è diventato palesemente chiaro che il tipo di lavoro presentato da Wall Gallery richiede l'introduzione. Forse non in termini di convenzioni estetiche o linguaggio artistico, ma piuttosto in termini di contesto storico e politico. Si spera che la visualizzazione di queste opere aumenterebbe il livello di discussione su come e perché il significato è stato prodotto in passato e come questo potrebbe essere rilevante nel presente.

Si spera che coinvolgerà un pubblico più ampio ad avvicinarsi a tutte le opere esposte in fiera in modo più informato e critico. Sebbene il focus del modello di fiera d'arte possa essere principalmente sui talenti emergenti, gran parte del successo delle fiere d'arte contemporanea dipende dalle opere di artisti affermati e celebri presentati dalle gallerie.

La combinazione di entrambi questi aspetti del mercato dell'arte in un unico spazio offre un'esperienza entusiasmante per il visitatore e il collezionista. Mentre molti musei presentano ancora mostre ben concepite e ponderate di periodo, medie o tematiche, le fiere d'arte di oggi offrono un'opportunità in cui le innovazioni estetiche di ciascun periodo storico vengono realmente realizzate e comprese.

Newsletter AA 5 Set Modern Masters 3Gerard Sekoto, particolare di Giovanotto, Olio su tela, 60 x 50 cm. Immagine gentilmente concessa da Wall Gallery, Città del Capo.

Non hai esposto all'edizione dello scorso anno di FNB JoburgArtFair. Cosa ti ha convinto a partecipare quest'anno?

I precedenti requisiti della fiera non soddisfacevano ciò che Wall Gallery avrebbe presentato. Tuttavia, quest'anno penso che gli organizzatori abbiano capito che l'ampliamento dell'ambito della fiera d'arte sarebbe vantaggioso per tutti, soprattutto per il pubblico.

Sebbene il ruolo dell'educazione artistica sia spesso attribuito al museo o all'istituto di insegnamento, la realtà in Sudafrica oggi è che raramente è così. Pochi musei hanno i fondi per acquisire importanti opere di artisti sudafricani - contemporanei o storici. Di conseguenza, sono meno in grado di adempiere al loro mandato di musei e di tenere il pubblico informato sull'arte sudafricana e sulla sua evoluzione.

Gallerie commerciali ed eventi come questo sono diventati partecipanti significativi all'istruzione pubblica, che in precedenza era di competenza delle istituzioni pubbliche. Non c'è dubbio che la partecipazione della Wall Gallery e di gallerie simili alla fiera aumenti la diversità delle opere, migliora l'esperienza dei visitatori e migliora la credibilità generale del mercato dell'arte sudafricano a livello locale e internazionale.