FNB JoburgArtFair'18: Mamady Seydi

Presentato da Galerie Galea

Esibendo all'FNB JoburgArtFair 2018 con Galerie Galea, l'artista Mamady Seydi ha trovato ispirazione per questo corpus di opere nei proverbi senegalesi. Per Seydi, i proverbi si dimostrano meravigliosamente rilevanti per le nostre attuali realtà, e si basa sul suo messaggio incorporando oggetti eterogenei di tutti i giorni nelle sculture - un invito per gli spettatori a impegnarsi ulteriormente con la bussola morale del suo lavoro.

Mamady Seydy, Seetu du la wax dëg (Specchio, bugiardo) 52x36x20 cmMamady Seydi, Seetu du la wax dëg (Specchio, bugiardo), 52 x 36 x 20 cm. Per gentile concessione dell'artista e della Galerie Galea.

ARTE AFRICA: Le tue sculture sono rappresentazioni e "invenzioni" di proverbi senegalesi - senza semplicemente illustrarle, sono interpretazioni visive che contribuiscono all'educazione morale della società. Il tema generale del tuo lavoro è alle prese con l'inevitabile e pervasiva dicotomia del bene e del male. Potresti approfondire ciò che rende questa esplorazione così necessaria?

Mamady Seydi: Nel corso del tempo mi sono reso conto che illustrare i proverbi non è mai stata la mia vera preoccupazione. Ho capito molto presto che ero abbastanza ricettivo nei confronti dei proverbi. Si rivolgono a tutti i fatti della società - politici, economici, culturali, ecc ... Inoltre, i proverbi si adattano ancora meravigliosamente alle nostre attuali realtà. Ispirarmi con i proverbi per realizzare le mie sculture era solo un pretesto per affrontare le nostre realtà contemporanee. Il mio obiettivo non è dare lezioni morali. I loro usi mi permettono di segnalare alcuni eventi che mi attirano.

Le tue figure assumono una forma stilizzata particolarmente unica, una specie di ibrido animale-umano. Qual è il significato dei tuoi personaggi che assumono questa forma surreale?

In effetti, condivido l'idea che in ognuno di noi c'è un animale addormentato che può essere risvegliato da circostanze particolari. In realtà, l'essere umano è in grado di rivelare tutta la sua animosità quando è in gioco la sua sopravvivenza. Questa animosità gli fa dimenticare la sua anima, la sua ragione, la sua cultura ... specialmente in tempi di crisi (guerra).

Mamady Seydy, senza titolo. tecnica mista (legno, ferro, tessuto di carta). Per gentile concessione dell'artista e della Galerie Galea.Mamady Seydi, Senza titolo. tecnica mista (legno, ferro, tessuto di carta). Per gentile concessione dell'artista e della Galerie Galea.

Sebbene tu sia classificato più come uno scultore, i tuoi dipinti sono ugualmente impressionanti. Preferisci uno specifico mezzo di espressione o assegni il mezzo in base all'insegnamento o al messaggio che desideri trasmettere?

Tutto è iniziato con il disegno. Naturalmente mi sono installato gradualmente come scultore. A volte trovo ispirazione abbastanza facilmente. Faccio spesso schizzi su carta che rappresentano la ricerca per le mie sculture. Sono questi disegni che finalizzo, sono complementari alle mie sculture.

In un certo numero di tuoi quadri includi oggetti banali come porte, sedie, un'auto, un letto, un aereo, che appaiono a fianco o interagiscono con le tue figure animali-umane. Qual è la rilevanza di includere questi articoli di tutti i giorni?

Mi piace dire che le mie sculture non sono statuette perché hanno cose da dire. I miei disegni sono spesso la base delle mie sculture, tuttavia mi permettono di dire più di quanto avrei potuto fare con le mie sculture. Mi diverto molto con il mio lavoro e direi che i miei disegni sono una specie di enigmi. Questi oggetti eterogenei sono indizi: cerco di invitare le persone a pensare al contenuto di ciascuno dei miei disegni.

Mamady Seydy, senza titolo. tecnica mista (legno, ferro, tessuto di carta). Per gentile concessione dell'artista e della Galerie Galea.Mamady Seydi, Senza titolo. tecnica mista (legno, ferro, tessuto di carta). Per gentile concessione dell'artista e della Galerie Galea.

Questo articolo è tradotto dal francese da Taylor Lokombe.