AA FNB-Joburg-Art-Fair-Image

FNB JoburgArtFair 2015: What Not to Miss & Curator's Insight di Lucy MacGarry

ARTE AFRICA è a Johannesburg per il FNB JoburgArtFair 2015e la Città dell'oro è semplicemente piena di energia creativa! Quest'anno ci sono così tante presentazioni entusiasmanti che può essere difficile tenerne traccia tutte, quindi abbiamo pensato di mettere insieme un elenco dei nostri momenti salienti da non perdere. Scopri di più sulla Fiera dal curatore, Lucy MacGarry e dai un'occhiata ad alcune delle nostre cose preferite quest'anno.

AA FNB-Joburg-Art-Fair-Image
L'FNB JoburgArtFair entra in piena attività oggi con l'anteprima del collezionista VIP dalle 15:00 alle 19:00, dove gli ospiti VIP avranno accesso esclusivo alla Fiera prima che venga aperta al pubblico. ARTE AFRICA è orgoglioso di ospitare un artista ghanese, Paa Joe (Joseph Tetteh Ashong), e presenterà nuove opere del celebre produttore di bara e fantasia. Insieme a suo figlio e apprendista, Jacob Tetteh-Ashong, Paa Joe è stato ospitato come artista in residenza nella baia di Plettenberg, dove hanno creato le opere d'arte che faranno parte dell'opera principale, intitolata L'addio.
L'addio si esibirà nella serata inaugurale dell'FNB JAF2015 (giovedì 10 settembre) alle 7:30 e sarà sicuramente qualcosa che non vorrai perderti!
In vista del suo brano con ARTE AFRICA, Paa Joe e suo figlio e apprendista, Jacob Tetteh-Ashong, ci hanno parlato del significato culturale del loro lavoro, dell'esibizione all'FNB JAF 2015 e dei loro piani per il futuro. Troverai il link a questa video intervista esclusiva nella nostra newsletter settimanale; così come su ARTE AFRICAil canale YouTube dedicato.
Insieme con L'addio, ci sono un certo numero di altre esibizioni speciali in anteprima di apertura alle quali vorremmo attirare la vostra attenzione, tra cui Nelisiwe Xaba Sirena urbana (presentato da Black Collector's Forum), Sikhumbuzo Makandula's Umnikelo (presentato da First Floor Gallery, Harare) e Senkaaba "Xenson" Samson's Ensi Yaleta (presentato da Afriart Gallery, Uganda). Tiwani Contemporary presenterà anche una proiezione di film di Il ritorno dell'obelisco di Axum di Theo Eshetu.
Data la recente ascesa della performance art in Sudafrica e la dinamica integrazione del padiglione di Johannesburg alla 56a Biennale di Venezia, non sorprende che l'FNB JoburgArtFair di quest'anno, a cura di Lucy MacGarry, abbia posto le basi per la performance contemporanea (sia dal vivo che registrata). Come la prima grande fiera d'arte internazionale nel continente africano, l'FNB JoburgArtFair è cresciuta fin dalle sue origini nel 2008 per attirare una vasta gamma di gallerie, artisti, curatori, collezionisti e scrittori.
“Penso che i visitatori della fiera di quest'anno vedranno nel nostro nuovo design (dagli architetti d'interni Studium) che abbiamo adottato un approccio leggermente diverso alla fiera. Con i "progetti speciali" come componente senza fini di lucro, siamo in grado di offrire ai visitatori un'esperienza onnicomprensiva oltre allo stand di arte classica. Il teatro centrale fornirà uno spazio per lavori basati sulla performance, conferenze e proiezioni di film ”, afferma MacGarry.
Il recente aumento della pubblicità mediatica per l'arte prodotta in Africa o nei dintorni - in particolare a seguito della 56a Biennale di Venezia - ha costretto le comunità artistiche locali e internazionali a rinegoziare le loro percezioni dell'Africa; decostruire le imposizioni inconsce dei media mainstream.
Testimonianza di questa sfida è la nomina di due importanti consiglieri nel comitato di quest'anno; Koyo Kouoh (direttore fondatore della RAW Material Company, Senegal, e responsabile del FORUM di quest'anno all'1: 54 Fiera dell'Arte) e Bisi Silva (Direttore fondatore del Center for Contemporary Art di Lagos). Parlando a ARTE AFRICA riguardo a FORUM, Kouoh esprime il suo desiderio di vedere la produzione artistica africana spostarsi oltre i confini geo-politici verso uno stato più fluido di impollinazione culturale incrociata: “Il continente offre così tanti angoli di approccio; è così ampio e così diversificato e penso davvero che i percorsi dell'indagine artistica attraversino queste divisioni. ” Data la loro inclusione nel comitato consultivo di quest'anno, è evidente che la fiera sta effettivamente prendendo provvedimenti per garantire una fiera d'arte più inclusiva e completa.
Il mélange di lavoro prodotto dai cinquanta espositori (provenienti da otto diversi paesi) quest'anno parla dell'attuale discorso di identità più ampie, dinamiche e indipendenti; una varietà di canali attraverso i quali esplorare e coinvolgere il nostro contesto attuale.
MacGarry osserva: "L'ottava edizione del JoburgArtFair dell'FNB incoraggia le gallerie a portare in fiera lavori sperimentali e presentazioni competitive". La Fiera incoraggerà inoltre "i visitatori a venire con una mente aperta a sperimentare davvero alcune delle migliori opere d'arte contemporanea del continente", aggiunge.
Un'altra novità della fiera di quest'anno è l'iniziativa "Gallery Solo Projects"; "Oltre agli stand più tradizionali in stile salone, le gallerie espositrici hanno avuto la possibilità di presentare una mostra personale", afferma MacGarry, "Nel vedere una gamma più ampia di lavori di un artista, i visitatori della fiera ottengono una visione più ampia di preoccupazioni e metodi tematici di quell'artista ".
MacGarry conclude dicendo: "Con cinquanta espositori provenienti da otto paesi e un programma ricco di discorsi, spettacoli e proiezioni di film, l'FNB JoburgArtFair 2015 è da non perdere!"
Siamo certamente d'accordo. Puoi leggere l'intero "Curator's Insight" di Lucy MacGarry nella funzione "FNB JoburgArtFair and Beyond" nel numero inaugurale di ARTE AFRICA rivista! Ottieni il tuo in fiera. Per ora, dai un'occhiata al nostro elenco di punti salienti per quest'anno; Non vediamo l'ora di vedervi là!
1. SMAC Gallery (Stand # 51)
Con il lavoro di artisti come Leonce Raphael Agbodjélou, Georgina Gratrix, Chemu Ng'ok, Gareth Nyandoro, Shoshanna Weinberger (il nostro ARTE AFRICA Numero 01 cover artist), ed Ed Young, tra gli altri, l'ampio stand SMAC in stile salone è assolutamente da vedere. Ospiteranno anche un 'Gallery Solo Project' di Cyrus Kabiru nello Stand # 54.
2. ARTE DEL MONDO (Stand n. 14)
Una presentazione del 'Gallery Solo Project' di Khaya Witbooi, l'artista presente in un'intervista a ARTE AFRICALa newsletter di questa settimana. Puoi vedere quell'intervista qui.
3. EBANO (FNB Private Wealth Lounge)
Quest'anno EBONY parteciperà in modo completamente diverso, come partner di progetto speciale nella Private Wealth Lounge di FNB. Progettato da EBONY, il salone ospiterà una mostra intitolata "Modernisti africani", curata dalla proprietaria della Galleria MOMO Monna Mokoena e con il lavoro di Gerard Sekoto, Malangatana Ngwenya, Benedict Enwonwu ed Helen Sebidi.
4. JOHANS BORMAN FINE ART (Stand # 20)
Johans Borman Fine Art presenterà una mostra in due parti alla Joburg Art Fair 2015. La prima parte indaga sul genere della ritrattistica e dell'identità, accostando dipinti con sculture e opere di moderni maestri africani con quelli di artisti contemporanei; con il lavoro di Dumile Feni, Irma Stern, Maggie Laubser, Ezrom Legae e Richard Mudariki tra gli altri. La seconda parte esplora gli aspetti del movimento e dell'astrazione in opere di Cecil Skotnes, Owusu-Ankomah, Hennie Niemann Jnr, Anthony Lane e Warrick Kemp.
5. GALLERIA DEL PRIMO PIANO (Stand n. 16)
Gli artisti inclusi sono Richard Butler Bowdon, Sikhumbuzo Makandula, Wycliffe Mundopa e Gresham Tapiwa Nyaude.
6. L'ARTE PRIMA (Stand n. 19)
Gli artisti inclusi sono Louis Maqhubela e Karel Nel
7. BARNARD (Stand n. 35)
La Barnard Gallery ospita una mostra personale dell'enigmatica pittrice di Città del Capo, Alexia Vogel.
8. BUON UOMO (Stand n. 32)
La Goodman Gallery mette in mostra una vasta gamma di artisti contemporanei del continente e della diaspora africana, tra cui Adejoke Tugbiyele, Candice Breitz (artista in primo piano di quest'anno), Nolan Oswald Dennis, Jabulani Dhlamini, Kendell Geers, David Goldblatt, Haroon Gunn-Salie, William Kentridge e Gerald Machona, e molto altro ancora!
9. EDIZIONI DI GUERRA (Stand n. 25)
Warren Editions è uno studio di stampa professionale, con sede a Città del Capo. Per la Fiera di quest'anno, presentano una selezione di stampe d'arte originali di professionisti affermati ed emergenti.
10. EVERARD LEGGI (Stand n. 04)
Una delle gallerie più antiche del paese, Everard Read presenta le opere di Wayne Barker, Deborah Bell, Tamlin Blake, Guy du Toit e Phillemon Hlungwani, Amos Letsoalo, Nelson Makamo, Colbert Mashile, Lionel Smit e Michael MacGarry.
11. PROGETTI DAVID KRUT (Stand n. 02)
Presentazione di una mostra personale di Endale Desalegn e un'installazione speciale di Steven Hobbs nello Stand # 48. Sarai anche in grado di visualizzare le edizioni limitate al David Krut Workshop nello Stand # 24
12. AVA (Stand n. 07)
Una delle più antiche gallerie d'arte senza scopo di lucro di Città del Capo, l'AVA presenterà il meglio dell'arte contemporanea sudafricana nella sua piattaforma d'arte presso l'FNB JoburgArtFair quest'anno.
Con così tanto altro in offerta, dai un'occhiata al programma JoburgArtFair di FNB qui, e scopri cos'altro ti aspetta alla Fiera di quest'anno!