Es Devlin ci gira per vedere la vita

L'artista e designer londinese Es Devlin ha svelato una nuova scultura interattiva accanto a Zeitz MOCAA nel distretto di Silo, V&A Waterfront. L'installazione interattiva Zoetrope commissionato da Mercedes-Benz Sudafrica, è aperto per un anno intero e l'accesso è gratuito.

La scultura esplora il potenziale per una futura rete globale di padiglioni a energia solare specifici per le loro posizioni, ognuno dei quali funge da stazione di ricarica unica per la mente del conducente.

ARTE AFRICA era all'inaugurazione ed Es Devlin ha condiviso alcuni pensieri interessanti dietro il titolo dell'opera, il suo processo di pensiero e il suo primo lavoro.

Vista a volo d'uccello dell'installazione scultorea di Es Devlin ZoetropeVista a volo d'uccello dell'installazione scultorea di Es Devlin Zootropio.

ARTE AFRICA: Perché si chiama la scultura Zoetrope?

Es Devlin: 'Zoe' significa vita. "Trope" significa girare. Entrambe le parole derivano dal greco. Zoetrope è una parola usata nel diciannovesimo secolo e stavano cercando di inventare il film. Questo prima che sapessimo che esistevano i film. Eravamo una specie disperata per creare l'illusione dell'immagine in movimento. E il modo in cui lo abbiamo fatto è stato quello di creare un oggetto non dissimile da questa scultura. Abbiamo creato doghe, piccole piccole aperture al suo interno e abbiamo messo l'immagine di un cavallo all'interno in vari stati di galoppo. Mentre la cosa girava, il cavallo sembrava galoppare.

Il cavallo e l'automobile sono un'altra buona connessione che fai.

Trovare nuovi modi di pensare significa vedere gli schemi. Si tratta di sintonizzarsi per un minuto e guardare in basso con una prospettiva leggermente più ampia. Gli artisti lo fanno tanto quanto gli scienziati e gli economisti. Gli economisti vedono schemi nei numeri.

Es Devlin, Zoetrope.Es Devlin, Zoetrope.

Sei un buon pilota?

Non guido davvero, ma faccio davvero un buon passeggero. Vedo il parabrezza come uno schermo cinematografico. Parte del mio pensiero mentre lavoravo a questo progetto era cosa succederebbe se facessi una passeggiata mentre carica la tua auto. Questa è un'idea derivante dalle stazioni di servizio locali giapponesi. Potresti fermarti per il gas e provare il cibo locale, la fotografia locale e ho pensato che fosse il biglietto!

Come ci comportiamo nel modo più globale e premuroso per il nostro pianeta in modo tale che quando uno si ferma sono costretti a voltarsi e preoccuparsi dell'arresto specifico in cui si trovano? In questo modo quando ci fermiamo siamo in grado di caricare le nostre auto e le nostre menti allo stesso tempo.

Es Devlin, Zoetrope.Es Devlin, Zoetrope.

Le curve della scultura potrebbero anche essere collegate a un'auto in una strada tortuosa.

Esatto, quindi sei all'interno della scultura e ci sono 12 turni, 12 film e 12 fermate che ti costringono a essere davvero dove sei. Ho anche pensato a me stesso che se ne avessimo realizzati 12 in tutto il mondo e ogni momento in cui ti sei fermato, sei riuscito a scoprire il più possibile su dove ti trovi.

Dai cavalli, alle auto a gas e ora alle auto elettriche, il ritmo della tecnologia è veloce.

Uno dei primi lavori che abbia mai fatto, quando un amico mi ha chiesto se volevo essere sulla rivista venti anni fa, c'era un nuovo telefono. Hanno detto che scatta foto e ho pensato che stupido. Non abbiamo bisogno dei nostri telefoni per scattare foto. Ne hanno dato uno a David Adjaye l'architetto e uno a me e non c'erano social media. Quindi eravamo in 10 e a quel punto nessuno di noi l'ha capito, ma ora siamo qui.

Es Devlin, Zoetrope.Es Devlin, Zoetrope.

Questo articolo è stato modificato per maggiore chiarezza.

Lukho Witbooi è uno scrittore ARTE AFRICAla redazione.