Punti salienti del Festival Internazionale del Film di Durban

Il Durban International Film Festival si svolgerà dal 17 al 27 luglio 2014. Il festival comprende più di 200 proiezioni teatrali e un programma completo di seminari e workshop, nonché il Wavescape Film Festival, il Wild Talk Africa Film Festival.

Ci sono anche varie iniziative del settore, tra cui il 7th Talents Durban (in collaborazione con Talents Berlinale) e il 5 ° mercato di coproduzione Durban FilmMart (in collaborazione con il Durban Film Office).
Alcuni dei punti salienti di DIFF 2014:
riguardo alla violenza
Sempre da "Per quanto riguarda la violenza". Per gentile concessione del DIFF.
AfriDocs Film Week 21-27 luglio 2014
La prima mondiale avrà luogo questo mese, quando un'intera settimana di documentari africani verrà trasmessa attraverso l'Africa sub-sahariana sul canale DStv ED (canale 190) e GOtv (canale 65), dal Durban International Film Festival - il più grande festival cinematografico in Sud Africa che si svolge dal 17 al 27 luglio. Questo vedrà una gamma diversificata ed eccitante di film proiettati in 49 paesi dell'Africa sub-sahariana. L'AfriDocs Film Week collegherà il più grande festival cinematografico in Africa attraverso un "festival cinematografico sullo schermo" con film documentari provenienti da tredici paesi in Africa: Repubblica Democratica del Congo, Kenya, Liberia, Mali, Mozambico, Niger, Nigeria, Ruanda, Senegal, Sud Africa, Sud Sudan, Tanzania, Uganda.
Per il programma completo e la sinossi dei film, vai a AfriDocs o loro pagina Facebook.
FINAL DIFF2014 finalwebposter
Poster 35th DIFF, di Wesley van Eeden. Per gentile concessione del DIFF
Il DIFF commemora la 35a edizione con la mostra retrospettiva dei poster del festival presso la KZNSA
Per celebrare il suo 35 ° anno, il Durban International Film Festival è lieto di annunciare una mostra retrospettiva del suo iconico poster design nel corso della sua esistenza. La mostra sarà presentata per tutta la durata del festival presso il caffè della galleria KZNSA, che funge anche da hub per il programma di cortometraggi di quest'anno. I frequentatori di lungo corso del festival saranno trattati per un viaggio nostalgico, mentre i principianti possono godersi un'introduzione nel vivido mondo dell'amato evento attraverso il suo design grafico, che culmina nel suggestivo poster di quest'anno di Wesley van Eeden.
L'archivio digitale dei poster può essere trovato qui.
UN SERPENTE DÀ LA NASCITA A UN SERPENTE
Still from A Snake dà alla luce un serpente. Per gentile concessione di DIFF.
Proiezione VIP del documentario DIFF World Première; A Snake dà alla luce un serpente: Suncoast: domenica 20 luglio
La proiezione di gala della prima mondiale di A Snake Gives Birth to a Snake, l'attesissimo debutto nel documentario del celebre regista televisivo / cinematografico / teatrale Michael Lessac, promette di essere uno dei momenti salienti del DIFF di quest'anno, con alcune delle i principali mediatori di pace si uniscono ai membri del cast e della troupe per la proiezione in anteprima mondiale, seguita da una sessione di domande e risposte al Suncoast Cinecentre domenica 20 luglio alle 17.
Il dottor Alex Boraine, vicepresidente della TRC e il pluripremiato commentatore / autore politico veterano Max du Preez parteciperanno al gala e guideranno il dialogo dopo la proiezione. A loro si uniranno gli attori Thembi Mtshali-Jones, Nick Boraine e Fana Mokoena che condivideranno le loro esperienze del viaggio che ha portato a "A Snake Gives Birth to a Snake". Il documentario segue un gruppo eterogeneo di attori sudafricani in tournée nelle regioni dilaniate dalla guerra per condividere l'esperienza di riconciliazione in Sudafrica. Mentre accendono il dialogo tra persone con crudi ricordi di atrocità, gli attori scoprono di dover affrontare ancora una volta il passato complicato e violento del nostro Paese - e mettere in discussione la propria capacità di guarigione e perdono.
"Il film evidenzia il ruolo prezioso che le arti hanno giocato nella pace e nella riconciliazione e il contributo genuino che le arti possono svolgere nel movimento di riconciliazione globale e nella costruzione della nazione in corso", considera l'attore Nick Boraine che appare nel film e che faceva parte di A Snake Dà alla luce un progetto Snake sin dal suo inizio.
Trama per la pace
Ancora dal complotto per la pace. Per gentile concessione di DIFF.
Il pluripremiato documentario PLOT FOR PEACE sarà presentato in anteprima al DIFF
Per celebrare i vent'anni di democrazia del Sud Africa, la Ichikowitz Family Foundation (IFF) lancia l'iniziativa African Oral History Archive (AOHA) per rendere omaggio a coloro che sono al centro degli eventi che hanno plasmato la storia moderna del Sudafrica. Il film "Plot for Peace" è il primo di una serie di documentari politici e storici prodotti da AOHA che uscirà quest'anno e sarà presentato per la prima volta sul suolo africano al Durban International Film Festival che si terrà a luglio. 17-27. Questo acclamato documentario arriva sul retro di un tour di successo del festival cinematografico internazionale e del circuito commerciale, vincendo non meno di otto premi tra cui; Miglior documentario internazionale al 25 ° Galway Film Festival e premio speciale della giuria al Palm Springs International Film Festival. Il team di produzione è guidato dalla pluripremiata filmmaker sudafricana Mandy Jacobson.
Il team ha scoperto la storia segreta di Jean-Yves Ollivier, alias "Monsiuer Jacques", la cui contrattazione dietro le quinte è stata determinante per portare la pace nella regione e preannunciare l'alba del lungo cammino verso la libertà del Sudafrica.
Interviste esclusive degli attuali e ex capi di stato, tra cui il presidente Joachim Chissano, l'ex presidente sudafricano Thabo Mbeki, il presidente Denis Sassou Nguesso e altri attori chiave tra cui Winnie Madikizela-Mandela, Pik Botha, Jorge Risquet e Chester Crocker testimoniano vividamente la rapporti segreti che sono stati in grado di garantire la pace regionale e porre fine al sistema di segregazione che minacciava di mettere in ginocchio il Sudafrica.
“In questo racconto, scopriamo una storia che Jean-Yves Ollivier ha tenuto segreta per oltre trent'anni. È stato come trovare un personaggio uscito da un romanzo di John LeCarre e siamo stati così in grado di creare questa storia storica della vita vera come un thriller politico ", ha detto il produttore e regista Mandy Jacobson.
Per ulteriori informazioni sul Durban International Film Festival, fare clic su qui.