Esther Mahlangu, Senza titolo, 2014. Acrilico su tela, 80x119cm. Per gentile concessione di 34FineArt.

La dott.ssa Esther Mahlangu ha conferito l'Ufficiale de L'Ordre Arts et Lettres

La dott.ssa Esther Mahlangu, l'artista ndebele sudafricana di fama mondiale, è stata insignita dell'Officier de L'Ordre Arts et Lettres (Ordine francese delle arti e delle lettere) dall'ambasciatore uscente di Francia in Sud Africa, Christophe Farnaud. L'onorificenza, che ha coinciso con il giorno della presa della Bastiglia, ha avuto luogo presso l'ambasciata francese a Pretoria.

Esther Mahlangu

Il ministero della cultura francese assegna l'ordine alle persone che hanno contribuito in modo significativo all'arricchimento delle arti e della letteratura in Francia e all'estero. L'83enne, Mahlangu, è il quinto sudafricano a ricevere il premio e si unisce a un elenco di riconoscimenti che comprende il compianto Johnny Clegg (1991), William Kentridge (2013), Gregory Maqoma (2017) e Zanele Muholi (2017 ).

Il rapporto di Mahlangu con i francesi è iniziato nel 1986 dopo che i ricercatori di Parigi hanno visto i dipinti sulla sua casa e l'hanno invitata a creare murales per una mostra storica di arte contemporanea internazionale ",Les Magiciens de la Terre'("I maghi del mondo"), al Pompidou nel 1989. Questa è stata la prima mostra di Mahlangu e l'ha catapultata nel mondo dell'arte internazionale. In un'intervista del 2014 con ARTE AFRICA, l'artista ha riflettuto sull'impatto che la mostra ha avuto sulla sua carriera, dicendo: “Ho sentito che le persone dalla Francia capivano il mio lavoro e mi hanno mostrato grande rispetto. Da allora sono sempre stato trattato molto meglio a livello internazionale ... "

Dott. Esther Mahlangu, estratto di Ndebele, acrilico su tela. Per gentile concessione della Melrose Gallery.

Durante la sua permanenza in Francia, Mahlangu ha partecipato a vari progetti e ha dipinto un murale su un muro all'interno del Musée d'Angoulême. Da allora Mahlangu ha avuto più mostre a Parigi e in altre città francesi come Bordeaux e Nantes.

Il talento artistico di Esther divenne evidente quando, in linea con la tradizione del popolo Ndebele in cui le donne dipingono l'esterno delle loro case per celebrare occasioni speciali come la nascita, la morte, i matrimoni e il rito di iniziazione del passaggio dei ragazzi, le fu insegnata l'abilità di pittura murale di sua madre e sua nonna da bambina. Quando era un'adolescente, era un'esperta di pittura murale. Durante la sua carriera, il lavoro di Mahlangu si è evoluto e ha innovato l'artigianato tradizionale di Ndebele e ha iniziato a trasferirlo su tela e ad utilizzare vernici commerciali invece di pigmenti naturali e sterco di vacca. Nonostante questo cambiamento, Mahlangu utilizza ancora lo stile pittorico tradizionale in alcuni dei suoi lavori e continua a utilizzare le attrezzature tradizionali, dicendo: "Anche la maggior parte degli strumenti che uso sono sempre gli stessi - i pennelli piccoli sono fatti di piume di pollo, lo strumento grande Uso per disegnare linee spesse Bobbejaan's stert (coda di babbuino), una pianta che cresce qui a Mpumalanga. A volte, quando non riesco a portare le piume di pollo all'estero, uso pennelli commerciali ma non mi piacciono. "

L'impegno di Mahlangu per la cultura Ndebele è evidente in tutto il suo lavoro ed è vestita con le sue tradizionali insegne ogni volta che viaggia a livello internazionale. Crede che l'arte radichi gli Ndebele nella loro cultura e per preservare questo patrimonio ha aperto la Esther Mahlangu Ndebele Art School nel suo villaggio nella provincia di Mpumalanga, dove alle ragazze vengono insegnate le perline tradizionali e la pittura.

Storm Simpson