DK Conservators: Ripristinare le opere su carta alla loro antica gloria

Dieter Wickert-Ludemann e Keith Seaford lo sono Conservatori DK, uno studio di conservazione e restauro della carta con sede a Città del Capo. DK Conservators ha lavorato a stretto contatto con ARTsouthAFRICA precedentemente per ripristinare un'opera di Sam Nhlengethwa, Un'auto nera (2001), una stampa che era stata danneggiata da polvere e acqua. Con il supporto del Dipartimento dei lavori pubblici, DK Conservators ha avviato un progetto per la Groote Schuur Estate a Cape Town, completato all'inizio di quest'anno, ripristinando una collezione di libri e opere su carta.

DK Conservators offre una varietà di servizi tra cui conservazione / restauro di opere d'arte su carta, documenti, libri e fotografie antiche. Il loro studio si trova a Kenilworth, Città del Capo e situato in un tranquillo giardino. La tranquillità dell'ambiente verde si presta perfettamente al team di conservazione che è in grado di focalizzare le loro attenzioni sulla cura dei manufatti su carta per i nostri vari clienti. Questi includono collezionisti privati, gallerie e commercianti d'arte e dipartimenti governativi.

Attualmente, DK Conservators è impegnato in un progetto di conservazione molto interessante presso la Groote Schuur Estate di Città del Capo, finanziato dal Dipartimento dei Lavori Pubblici.

La dott.ssa Rayda Becker, curatrice delle collezioni di Groote Schuur, scrive quanto segue:

“A Groote Schuur, la casa che Cecil John Rhodes ha ampliato e costruito con l'architetto Herbert Baker nel 1894 e di nuovo nel 1896, sono molte collezioni. Tutti questi portano storie su altri tempi, luoghi e le persone che hanno occupato la casa per tutto il 20th e 21st secoli. Come parte del programma di manutenzione per la casa, una priorità erano le opere su carta (libri e opere d'arte).

La raccolta di libri contiene oltre 2000 copie e insieme coprono una serie di argomenti da mappe, viaggi, mondo antico, religione, politica, biografie, ecc. I più personali e preziosi sono i 440 volumi di classici greci e romani rilegati in rosso Pelle marocchina. Ognuno è una traduzione in inglese di uno degli autori citati nella storia di Edward Gibbon e il declino e la caduta dell'Impero romano. La storia racconta che Rodi è morto con una copia in mano e il motivo delle traduzioni è che Rodi non ha letto il latino e il greco e non è stato in grado di capire il contenuto delle citazioni nella storia e del declino ... Essendo il tipo di persona che era , Rodi ha organizzato con Hatchards & Company a Londra per tradurre e scrivere i libri sul miglior articolo disponibile. Sebbene non abbia completato il progetto, la collezione rimane unica e molti dei testi non sono ancora disponibili in inglese.

La collezione d'arte non è grande ma contiene pezzi preziosi e rilevanti (i più numerosi sono le stampe con numerazione 22). Abbiamo iniziato con le opere d'arte in crisi, danneggiate e di interesse pubblico. Abbiamo selezionato la "Mappa delle proprietà" di proprietà di Rodi e che ha lasciato in eredità alla nazione, il set di sei incisioni di "Matrimonio alla moda" di William Hogarth, un "Certificato" di Kimberley e la battaglia di "Atbara". ”

Un approccio graduale a questo progetto di conservazione è stato adottato in consultazione con il curatore (Rayda Becker), il direttore della casa (Najwaa Francke) e i funzionari del dipartimento dei lavori pubblici, Western Cape. La prima fase si è concentrata sugli oggetti più gravemente danneggiati, sia libri che opere d'arte.

È stata effettuata una selezione di 235 dei 440 volumi digitati a mano. Questi libri avevano sofferto per anni di utilizzo. Il danno alle cerniere, sia interne che esterne e i cappucci della testa, era evidente. Alcune copertine di libri si erano staccate dai blocchi di libri. Lo sfregamento della pelle di questi attacchi in mezza pelle era molto diffuso. La pelle si era anche seccata considerevolmente nonostante gli umidificatori fossero presenti nella maggior parte dei depositi di libri in casa. Era presente un'ampia volpe delle estremità marmorizzate.

Per cominciare, i libri sono stati lavati a secco, il che significa che ogni pagina di ogni libro è stata spolverata con pennelli morbidi. Allo stesso tempo è stata preparata una descrizione dettagliata del danno che farà parte delle relazioni post-conservazione da consegnare al curatore al completamento del progetto. Nuove foglie d'archivio, prive di acidi, sono state inserite dietro la prima e l'ultima foglia di mosca per proteggere il blocco di libri dal contenuto di acido delle copertine dei libri. Le esistenti foglie marmorizzate furono disacidificate per arrestare ulteriori volpi. I cappucci e le cerniere sono stati riparati utilizzando strisce di tessuto giapponese applicate con metilcellulosa reversibile per legare insieme la pelle danneggiata. Il tessuto utilizzato era precedentemente colorato per abbinarsi alla pelle rossa. Alla fine è stata applicata un'apposita medicazione in pelle agli attacchi.

Immagine che mostra la riparazione della cuffia

Delle opere d'arte il curatore ne fece una selezione di 4, che aveva subito ingenti danni. I pannelli di supporto acidi e l'esposizione a fluttuazioni atmosferiche come la temperatura, l'umidità e le radiazioni UV avevano lasciato macchie di volpe, infragilimento della carta e crescita della muffa sulla superficie. Sulle opere erano presenti segni di bruciature acide lungo le linee di apertura dei vecchi tappetini per finestre.

Il trattamento di conservazione di queste opere d'arte è iniziato rimuovendo le schede / schede di supporto acido dal retro delle opere d'arte Una volta separate, le opere d'arte sono state pulite sulla superficie asciutta per rimuovere eventuali detriti superficiali. La colorazione della carta è stata eliminata dai processi di pulizia chimica. Dopo la pulizia le opere sono state disacidificate e ridimensionate. A causa del fragile stato della carta, le opere d'arte sono state rivestite con un tessuto giapponese privo di acidi per rafforzare la carta. Per finire, le opere d'arte sono state montate tra supporti privi di acidi e rimontate nei loro telai originali usando un vetro filtrante UV per proteggerli dalle radiazioni avverse in futuro.

Foto di The Battle of Atbara prima della conservazione

Foto di La battaglia di Atbara dopo la conservazione

Certificato prima della conservazione

Certificato dopo la conservazione

Come dice il Dr. Becker:

Speriamo che questo progetto continui fino a quando tutti i libri e le altre collezioni di Groote Schuur non saranno stabilizzati e conservati e, in futuro, richiederanno solo una manutenzione annuale regolare.