Diamante nella polvere per l'arte locale

La risposta: riciclala nella galleria più grande del mondo per l'arte della terra. Questa settimana De Beers e l'acclamato artista Stellenbosch Strijdom van der Merwe hanno svelato la prima grande installazione di land art in Sudafrica nel mezzo della devastazione provocata dall'estrazione della remota costa di Namaqualand a ovest di Springbok.

L'opera monumentale - 14 file di ghiaia ammucchiate alte 2 m, ben allineate in un cerchio di 100 m di diametro - fa parte di un ambizioso schema avviato dal gruppo no profit con sede a Washington Conservation International (CI) per creare una fiorente "economia verde" su la proprietà di 32000 ettari. "È un buon primo passo", ha affermato Sarah Frazee, direttrice degli sforzi di CI per preservare i punti caldi della biodiversità nell'Africa meridionale. "Speriamo che alla fine finisca per essere qualcosa di abbastanza spettacolare". La miniera alluvionale è la più grande del mondo e nel suo periodo di massimo splendore 20 anni fa impiegava più di 3000 persone. Ma ha sospeso le operazioni perché le gemme rimanenti non sono economiche da recuperare per De Beers. Ora la miniera fantasma ha meno di 200 lavoratori e De Beers, insieme agli ambientalisti e al governo locale, si sta arrampicando per trovare nuovi usi per la proprietà che porteranno posti di lavoro e investimenti nella regione impoverita. Una delle priorità dell'IC è proteggere le specie -ricato habitat di Karoo succulento, ma riconosce che non ha senso cercare di ripristinare aree scavate nella roccia fresca. A parte le spese, la vegetazione naturale ha una bassa capacità di trasporto del bestiame che sosterrebbe solo una manciata di famiglie. Quindi le discariche e le cave che sono troppo lontane per essere riparate verrebbero messe da parte per le nuove industrie - e per l'arte della terra. La struttura di Van der Merwe, AM / PM Shadow Lines, ha preso una squadra di mezza dozzina di operatori di macchine circa un mese da costruire. "Spero che questo si sviluppi perché sono innamorato della terra", ha detto Van der Merwe. “Cerco di creare ombre. Prendere un lavoro così maschile di 7000 tonnellate e finire con qualcosa di così morbido e fragile ... è ciò che mi rende meraviglioso. ”Parte della proposta post-mining per il sito è organizzare un concorso internazionale per gli artisti a venire con idee. Ogni anno sarebbero state costruite due o tre opere, portando alla creazione di un enorme "parco" di land art. Un altro direttore di CI, Chuck Hutchinson, ha descritto l'arte ei turisti che avrebbe attirato come parte di un quadro economico più ampio che includeva allevamenti di ostriche , letti di abalone, energia rinnovabile, produzione di biocarburanti e "serre di acqua di mare". Queste strutture, adatte a deserti costieri come il Namaqualand, utilizzano acqua di mare, sole e vento per produrre cibo e acqua desalinizzata ". Potrebbe essere una straordinaria opportunità per un'azienda come De Birre ", ha dichiarato Hutchinson." Sentono pressione sulla creazione di posti di lavoro, quindi se riusciamo a convincere il settore privato a investire in queste cose perché sono aziende redditizie e creeranno posti di lavoro, toglierà molta pressione De Beers ", ha detto. Be Beers ha redatto i propri piani per l'area, che vanta due piccole città, Kleinsee e Koingnaas, e un'ampia infrastruttura stradale, elettrica e idrica. Questi includono la conversione di un ostello per lavoratori in una prigione e lo sviluppo di un campo da golf a nove buche in un campo da golf. Frazee ha affermato che la stretta sicurezza del sito - nessuno può entrare senza un permesso - rimarrebbe in atto per prevenire qualsiasi invasione da cercatori di diamanti informali cercando le gemme che De Beers si è lasciato alle spalle. Sono in corso discussioni con De Beers sulla possibilità di organizzare gruppi di turisti per ammirare l'arte della terra in situ. Ma nel frattempo verranno installate telecamere per trasmettere le immagini a un sito Web.