David Goldblatt, inarrestabile a 79 anni

Il fotografo David Goldblatt, attualmente in mostra a Johannesburg e New York, aprirà una nuova mostra personale a Cape Town a novembre

David Goldblatt. Rifugiati dallo Zimbabwe che si rifugiano nella chiesa metodista centrale in Pritchard Street, in città. 22 marzo 2009

CITTÀ DEL CAPO - David
Goldblatt, il Lucie Award 2010 Lifetime Achievement Honoree che compie 80 anni
Novembre sta vivendo una stagione lavorativa intensa. Attualmente sta mostrando il suo
fotografie a Johannesburg e New York, con un'ulteriore mostra personale prevista per l'apertura
a Cape Town a novembre.

Lo
mostra TJ: alcune cose vecchie, alcune
cose nuove e un po 'uguali, in mostra alla Goodman Gallery,
Johannesburg, fino al 6 novembre, offre agli spettatori una panoramica ampia di cinque
decenni di immagini realizzate a Johannesburg e su di essa, la città natale di Goldblatt.

"Uno di
cose più dannose che l'apartheid ci ha fatto ", ha dichiarato Goldblatt in una stampa
rilascio che accompagna la mostra, "è stato che ci ha negato l'esperienza di
le vite degli altri. L'apartheid ha avuto successo fin troppo bene. Potrebbe aver fallito
nel suo scopo fondamentale di governare il paese per i prossimi mille anni
quella moda, ma è riuscito a dividerci molto profondamente e ci vorrà a
molto tempo per superarlo. "
David Goldblatt, HF Verwoerd Building, quartier generale dell'amministrazione provinciale, inaugurato il 17 ottobre 1969, Bloemfontein, Orange Free State. 26 dicembre 1990 Stampa alla gelatina d'argento, 27.5 x 34.5 cm
Il primo
Il Sud Africa riceverà una mostra personale al Museo di New York
Modern Art, nel 1998, il lavoro di Goldblatt è attualmente assemblato nella mostra The Original Copy: Photography of Sculpture,
Dal 1839 a oggi, fino al 1 novembre. A cura del curatore della fotografia del MoMA
Roxana Marcoci, The Original Copy
presenta un esame critico delle intersezioni tra fotografia e
scultura, esplorando come l'unico mezzo sia stato implicato nell'analisi e
ridefinizione creativa dell'altro.

Portare
insieme 300 immagini, riviste e riviste di oltre cento artisti
dagli albori del modernismo ai giorni nostri, la mostra esamina le vie di accesso
quale fotografia immediatamente informa e sfida la nostra comprensione di cosa
la scultura è. Goldblatt è rappresentato da due stampe d'argento alla gelatina, una
raffigurante un monumento al leader Voortrekker Karel Landman, fotografato nel 1993
nell'Eastern Cape, l'altro raffigurante una statua dell'ex primo ministro e
“Architetto dell'apartheid”, HF Verwoerd, davanti alla sede del
Amministrazione provinciale di Orange Free State a Bloemfontein, fotografata a
1990.
David Goldblatt, Monumento a Karel Landman, Capo Voortrekker, De Kol, Provincia del Capo Orientale. 10 aprile 1993, stampa alla gelatina d'argento, 27.9 x 34.8 cm
Lunedi ',
Il 1 novembre si apre al Sud una mostra di fotografie di Goldblatt
Museo ebreo africano, situato nel giardino della compagnia di Cape Town. Intitolata Kith, Kin & Khaya, la mostra
fu assemblato dal Museo ebraico di New York City, dove ricevette
attenzione diffusa.

In una recensione
pubblicato su The New York Review of Books ad agosto,
Joseph Lelyveld, ex corrispondente ed editore del New York Times, ha osservato: “Come fotografo, Goldblatt's
Il modo distintivo è sempre stato quello di andare più in profondità, per trovare un angolo obliquo che
è andato dritto al nocciolo della questione: un'immagine che rivela la solitudine, stentata
aspirazione, fragile orgoglio da entrambi i lati della divisione razziale, non di rado
con una intimazione di violenza imminente, o il suo risultato. "

Uno notevole
motivo per considerare la visita a questa mostra dipende da un punto di vista tecnico:
nell'ultimo decennio, Goldblatt ha stampato molte delle sue fotografie usando un
processo a getto d'inchiostro digitale perfezionato dalla stampante Tony Meintjies; per distinzione, Kith, Kin e Khaya consistono solo
stampe alla gelatina sali d'argento in bianco e nero. Le opere in mostra risalgono al 1948 e si ampliano
fino al 2009.
TJ / Double Negative, di David Goldblatt e Ivan Vladislavic (Umuzi, 2010), ISBN 978-1-4152-0128-2
bibliofili
potrebbe essere interessante notare che Goldblatt ha due nuovi libri, Kith, Kin e
Khaya: South African Photographs, a
Catalogo di 200 pagine pubblicato dalla Goodman Gallery (tascabile, RRP
$ 40 negli Stati Uniti) e TJ / Double Negative,
un fotolibro tascabile di 300 pagine di Goldblatt con un romanzo tascabile di
L'autore di Johannesburg Ivan Vladislavic incorporato in un libro fittizio, insieme in un file
set maniche (RRP R1000).

"Provo a
immaginate le vite in corso in tutte queste case, i drammi domestici, la famiglia
saghe, sembra incredibilmente complicato ”, legge un frammento di testo
Il romanzo di Vladislavic. “Come hai mai potuto rendere giustizia a qualcosa di così ricco
dettaglio? Non potresti farlo in un romanzo, figuriamoci in una fotografia. "