David Golblatt viene insignito del prestigioso Henri Cartier-Bresson Award

David Goldblatt è stato insignito del prestigioso Henri Cartier-Bresson Award (2009), per il suo progetto "TJ", un esame in corso della città di Johannesburg. Il premio è destinato a un fotografo di eccezionale capacità che ha una carriera consolidata e ha completato un significativo lavoro. A questo premio seguirà una mostra del saggio di David Goldblatt sulle fotografie di Johannesburg presso Henri Cartier-Bresson nel 2010. Goldblatt fotografa e documenta la società sudafricana da oltre 50 anni. Nato a Randfontein nel 1930 da genitori venuti in Sudafrica per sfuggire alla persecuzione degli ebrei lituani nel 1890, faceva contemporaneamente parte della società bianca privilegiata e vittima di persecuzioni religiose e alienazione. Motivato dalla sua posizione contraddittoria nella società sudafricana, Goldblatt iniziò a fotografare questa società e nel 1963 decise di dedicare tutto il suo tempo alla fotografia. Il lavoro di Goldblatt si concentra su esplorazioni critiche della società sudafricana. Mentre usa la fotografia come mezzo per accedere ed esplorare persone e società, David Goldblatt (lui?) È profondamente consapevole dell'etica della fotografia e ha usato la macchina fotografica come un modo per catturare le complessità e le complessità delle condizioni e delle situazioni specifiche che fotografa. Le sue fotografie non sono né propaganda né violentemente provocatorie, ma diventano piuttosto documenti complessi e meditativi che sono aperti all'interpretazione e che permeano molto più profondamente, e più a lungo dello shock iniziale e della violenza associati alla fotografia di documentari e notizie. David Goldblatt sta attualmente mostrando un saggio fotografico intitolato "Intersections Intersected" al New Museum, New York, USA. Questa mostra si svolgerà dal 15 luglio all'11 ottobre 2009.