Newsletter AA 5 maggio Dakar5

Dak'Art 2016: The City in the Blue Daylight

Iniziato nel 1996 dalla Repubblica del Senegal e dal Ministero della Cultura e della Comunicazione, Dak'Art, la Biennale di Dakar, è il primo grande evento artistico internazionale dedicato alla creazione contemporanea africana. Quest'anno segna la dodicesima edizione dell'evento e prenderà luogo dal 3 maggio all'11 luglio 2016 con il titolo "La città alla luce del giorno blu", un nome assegnatogli dal direttore artistico Simon Njami.

Newsletter AA 5 maggio Dakar5Opera di Monroe Lazar in mostra a Dak'Art 2016. Foto: Daudi Karungi.

Il titolo di quest'anno, "La città alla luce del giorno blu", è tratto da una poesia di Leopold Sedar Senghor e riassume accuratamente l'ispirazione curatoriale per l'evento di quest'anno: rendere Dak'Art un "nuovo Bandung per la cultura".

La tua voce ci dice della Repubblica che dovremo erigere la Città

alla luce del giorno blu

Nell'uguaglianza delle nazioni sorelle. E noi, noi rispondiamo: regali,

Ô Guélowâr!

La Biennale di Dak'Art mira a offrire agli artisti africani la possibilità di mostrare il loro lavoro a un vasto pubblico internazionale e di elaborare un discorso sull'estetica, partecipando alla concettualizzazione di strumenti teorici per l'analisi e l'appropriazione del mondo dell'arte globale. In questo modo, il titolo della mostra panafricana è strettamente legato al tema generale della biennale, invitando gli artisti (e oltre gli artisti, tutti gli africani) a inventare nuove strategie ed estetica al fine di ri-incantare il mondo e il continente.

Newsletter AA 5 maggio Dakar6Opera esposta a Dak'Art 2016. Foto: Daudi Karungi.

Secondo il comunicato stampa, "una volta l'Africa aveva l'utile sogno di liberarsi da qualsiasi forma di dominio. Durante il periodo delle indipendenze, tutti i paesi hanno cantato e ballato, catturati nell'incanto di un mondo da inventare, relazioni da forgiare. Più di mezzo secolo dopo, alcuni sono stati abusati; altri hanno perso quella fiamma entusiasta che stava illuminando i loro sguardi. Quella fiamma è l'unica unità in grado di dare la forza di cambiare le cose. Il reincanto è la capacità di infondere una nuova energia, una nuova creatività e una nuova forza trainante. "

AA newsletter-5 maggio Dakar1Vista dell'installazione di Joël Andrianomearisoa Il labirinto delle passioni. Carta per collage. Per gentile concessione della Galleria Sabrina Amrani.

Gdare efficacia a queste parole è il ritorno di Società di materie prime, che tornerà in azione questa settimana dopo un fruttuoso anno sabbatico. RAW Material Company è un centro per l'arte, la conoscenza e la società fondata a Dakar nel 2008. È un'iniziativa artistica che si occupa della pratica curatoriale, dell'educazione artistica, delle residenze, della produzione di conoscenza e dell'archiviazione di teoria e critica sull'arte. Funziona per favorire l'apprezzamento e la crescita della creatività artistica e intellettuale in Africa. Il programma è interdisciplinare ed è informato equamente da letteratura, cinema, architettura, politica, moda, cucina e diaspora.

AA newsletter-5 maggio Dakar3Hela Ammar. Immagine tratta dal sito Web di Dak'Art.

Quest'anno, RAW Material Company ospiterà uno speciale programma di eventi nell'ambito di Dak'Art OFF nel loro spazio in Sicap Amitié 2 e nel suo nuovo spazio nella storica zona B. Il programma includerà una mostra dell'artista rumeno Dan Perjovschi , intitolato "The Dakar Drawing", a seguito di una recente residenza in città, a proposito di dibattiti e conferenze guidati da Seloua Luste Boulbina (3 - 8 maggio) dal titolo "Decolonizing Knowledge - Artists Talk to Philosophers", con gli oratori ospiti Kader Attia, Julien Creuzet, Barthélémy Toguo, Jean-François Boclé e Hela Ammar, oltre a seminari, mostre, lavori in situ, conferenze e conferenze, la maggior parte dei quali gratuiti e aperti al pubblico fino al 5 giugno 2016.

Per vedere il programma completo per Dak'Art 2016, fare clic su qui.