P Gaspard Raina XM TA MS Theo Siphiwe

Collaborazione creativa tra Stati Uniti e Sudafrica

Art South Africa ha partecipato a due entusiasmanti eventi a Cape Town giovedì 5 giugno 2014, ospitati dall'ambasciatore statunitense Patrick Gaspard e dal programma "Art in Embassies". Gli eventi erano incentrati sulla collaborazione tra artisti statunitensi e sudamericani; Art South Africa ha parlato con alcune delle persone coinvolte di questa entusiasmante iniziativa.

Il primo evento è stato un progetto murale collaborativo in Langa, in partnership con il Esperienza artistica di Maboneng Township.
La seconda è stata una tavola rotonda presso la Galleria AVA: "Trasformazioni: una conversazione su identità, razza e storia nell'arte contemporanea".
Entrambi gli eventi si sono concentrati sulle relazioni culturali e creative promosse tra America e Sud Africa, facilitate dall'ambasciatore Patrick Gaspard e dal suo team.
P Gaspard Raina XM TA MS Theo Siphiwe
Xola Maswana, Tony Elvin, Siphiwe Ngwenya, Ambassador Patrick Gaspard, Raina Washington, Theo Ndindwa e Mary Sibande davanti a una delle case sul tratto Langa TAG.
Art South Africa ha parlato con l'Ambasciatore Patrick Gaspard della sua collezione, per l'intervista clicca qui.
Abbiamo anche parlato con imprenditore sociale, Tony Elvin sul quartiere di Langa;
Deborah Willis sull'identità, la razza e la storia nell'arte contemporanea;
Artista sudafricano Lawrence Lemoana e artisti americani Sanford Biggers e Robert Pruitt sulla loro partecipazione;
e residente in Langa Xolane Maswana sul tour Langa TAG [Township Art Gallery].
Ellen Sussman sul programma Art in Embassies:
Il programma Art in Embassies è quasi unico in America, nel senso che aiutiamo gli ambasciatori che vanno a postare e prendere posizione in paesi stranieri, con l'arte per le loro residenze. L'arte dura finché sono lì, che di solito è di tre anni. Lavoriamo con gli Ambassador in base alle loro preferenze, alcuni preferiscono l'arte contemporanea, altri preferiscono l'arte tradizionale, ma siamo stati così fortunati perché l'Ambassador Gaspard è un grande sostenitore dell'arte in generale e in particolare dei nostri artisti afroamericani. Quindi quello che abbiamo fatto è stato mettere insieme una collezione di artisti afroamericani e sudafricani da mostrare a Hillhouse e la scorsa notte abbiamo fatto la nostra prima mostra e abbiamo invitato molte persone del mondo dell'arte. Penso che la cosa davvero importante sia che l'arte sia un ponte, Hillary Clinton l'ha definita smARTpower, cosa che adoro, e l'idea è che c'è molta diplomazia culturale che può essere affrontata quando si ha un punto di partenza nella conversazione e nell'arte spesso ti dà quel ponte.
Il Sudafrica è anche molto fortunato ad avere Patrick Gaspard come ambasciatore, che ha una lunga storia con il Sudafrica. Ha lavorato qui con Mandela negli anni Novanta; è un appassionato collezionista d'arte. Quando ho ottenuto il mio lavoro come direttore responsabile dell'Arte nelle ambasciate per il Dipartimento di Stato, il che significa che sovrintendo all'arte che va in tutto il mondo in 200 edifici in 189 paesi, l'ho chiamato e gli ho detto "Patrick, ho e idea ", e lui ha detto" Che cos'è? " e ho detto che voglio fare più sensibilizzazione culturale, come si sentirebbe se il Sudafrica fosse il banco di prova per portare artisti e lavorare con artisti nel tuo paese, in Sud Africa e ha detto "ci sono assolutamente!" E il suo team ha messo insieme i tre giorni più spettacolari, siamo così fortunati a partecipare e siamo entusiasti di essere qui in Langa. Penso che sia un modello per ciò che si può fare e come le persone possono contattarsi, parlarsi e imparare, perché una migliore comunicazione rende un mondo migliore.
P Gaspard Mzansi
L'Ambasciatore Patrick Gaspard con lo staff e l'artista residente del Ristorante Mzansi, Langa.