La Istanbul contemporanea annuncia il suo elenco di espositori preliminari e una settimana piena di arte a settembre

Contemporary Istanbul (CI), la principale fiera internazionale d'arte nella regione, è lieta di annunciare l'elenco degli espositori preliminari per la prossima dodicesima edizione della fiera. CI riunisce le principali gallerie d'arte contemporanea provenienti dalla Turchia e da tutto il mondo, dando un focus regionale e internazionale alla dinamica scena artistica contemporanea che si è sviluppata a Istanbul negli ultimi decenni. Riflettendo sul ruolo di Istanbul come punto centrale tra Oriente e Occidente, CI crede fermamente - ora più che mai - nel ruolo critico dell'arte come catalizzatore di dialogo, comprensione reciproca e riconciliazione.

Notevole per la sua posizione unica sia geograficamente che culturalmente, CI presta una totale attenzione all'arte contemporanea turca e si vanta anche di riunire gallerie, artisti e collezionisti di tutto il mondo. CI si impegna unicamente con artisti e collezionisti di tutta la regione, tra cui il Caucaso, il Mar Nero, l'ex Federazione Russa e il Medio Oriente.
Giornata di anteprima: 13 settembre 2017
Date della mostra: 14-17 settembre 2017
Kamiar Maleki, direttore della fiera CI commenta:
'Istanbul è un importante centro artistico globale che ha sostenuto l'arte sia regionale che internazionale. Essendo la porta di accesso dall'Asia e l'Europa al Medio Oriente, la città e il paese hanno una base di collezionisti unica e forte. Il nostro obiettivo è quello di esporre la migliore arte della regione, nonché artisti di fama internazionale e rispettati a CI. In occasione della sua dodicesima edizione, CI accoglierà alla fiera diverse nuove gallerie e paesi rappresentativi di spicco accanto alle importanti gallerie giovani e affermate della regione. "

Maude Maris, Attique III, 2016, 190 x 130 cm, olio su tela. Per gentile concessione dell'artista e Pi Artworks Gallery.

Nuove gallerie partecipanti:
Anna Laudel, Istanbul / Art Sümer, Istanbul / Prospetto Est, Bucarest / Galleria dei fiori, Londra, New York / Galleria 1957, Accra / Quadro della Galleria, Seoul / Gazelli Art, Londra, Baku / Galerist, Istanbul / Leila Heller, Dubai, New York / Maximillian William, Londra / Galleria N2, Barcellona / Galleria Nicodim, Bucarest, Los Angeles / Galleria parassita, Tel Aviv/ Piano B, Cluj-Nopaco, Berlino / Progetto Pilevneli, Istanbul / Sanatorio, Istanbul / Galleria Setareh, Dusseldorf / Galleria Shirin, Teheran, New York / Galleria Smac, Città del Capo / Galleria Triangolo, Tel Aviv/ Victoria Miro, Londra / Galleria Vigo, Londra.
Restituzione delle gallerie partecipanti:
Galleria AB, Seoul / Progetti ACAF, Shanghai / Galleria d'Arte Aria, Firenze / Arte su, Istanbul / Galleria C24, New York/ Galleria CEP, Istanbul / Seminterrato di Dastan, Teheran / Dirimart, Istanbul / Galleria Gaia, Istanbul / Gallery One, Ramallah / Galleria 77, Istanbul / Galeri Nev, Istanbul / Isabel Croxatto, Santiago / Galeria Joan Gaspar, Barcellona / Karavil Contemporary, Londra / Galleria d'arte Krank, Istanbul / Liquid Art System, Capri, Istanbul / Galerie Mark Hachem, Parigi, Beirut / Galleria Marlborough, New York/ Miscelatore, Istanbul / Galeri Miz, Istanbul / Öktem & Aykut, Istanbul / Galleria PG ART, Istanbul / Pi Artwoks, Istanbul, Londra / Progetto Art Beat, Tbilisi / Galeria Senda, Barcellona / Galleria Siyah Beyaz, Ankara / Galleria SODA, Istanbul / X-IST, Istanbul / Video Lope Arte Contemporáneo, Barcellona / Gallerie di Villa Del Arte, Barcellona / Galleria Zilberman, Istanbul Berlino.
Lo Comitato di selezione per la 12a edizione della fiera sono: Kamiar Maleki (Direttore Fiera CI), Marc Oliver Wahler (Direttore dell'Eli e Edythe Broad Art Museum alla Michigan State University), Nathalie Mamane Cohen (Collettore), Haldun Dostoğlu (Fondatore e direttore di Galeri Nev Istanbul), Yeşim Turanlı (Nuovo membro / Fondatore e direttore F di Pi Artworks Istanbul / Londra), Alexander Heller (Nuovo membro / Co-fondatore della Leila Heller Gallery Dubai & Curator) e Kemal Has Cıngıllıoğlu (Nuovo membro / Collezionista) e Simon de Pury (Nuovo membro / Collezionista e curatore).
Ali Güreli, presidente di CI, commenta:
'Non siamo per ieri, né oggi - ma per domani. Negli ultimi dieci anni, la scena artistica contemporanea di Istanbul è cresciuta fino a diventare riconosciuta a livello globale, fungendo da punto focale per la regione. La città ha un'infrastruttura artistica consolidata che incorpora musei, gallerie, fondazioni, biennali, festival e fiere, in una posizione unica con un ricco patrimonio culturale e un forte mercato che attira l'attenzione internazionale. È importante notare che i numerosi musei e gallerie privati ​​che hanno aperto negli ultimi anni continuano ad arricchire Istanbul e la Turchia. CI è orgogliosa di aver avuto un ruolo importante in questo straordinario momento. Durante la seconda settimana di settembre 2017, vari eventi artistici si terranno in tutta Istanbul tra cui Istanbul contemporanea, così come progetti speciali presso 7 istituti d'arte, 5 mostre museali, altre 35 mostre e la 15a Biennale di Istanbul, formando una scena unica di arte visiva all'interno della città. Il più grande progetto culturale più recente della Vehbi Koç Foundation è l'istituzione di un nuovo museo di arte contemporanea eseguito da Grimshaw Architects e che aprirà nell'autunno 2018 a Istanbul. Proprio come le città modellano l'arte, l'arte modella le città ".

Pierre Vermeulen, Sweat Print # 10, 2017, imitazione foglia oro su legame alluminio, sudore, 250 x 150 cm. Per gentile concessione di SMAC Gallery e Contemporary Istanbul 2017.

Ulteriori annunci:
  1. Tornando alla fiera sono le sezioni: Gallerie e gallerie emergenti, le prime gallerie di presentazione fondate prima del 2010 e le seconde in mostra gallerie fondate negli ultimi sei anni; Mostre personali, a cura di un singolo artista o gruppo di artisti; e il programma di conferenze della fiera Dialoghi CI. In collaborazione con Immagine in movimento, la fiera presenterà una sezione sui nuovi media, incentrata su video, film e installazioni / sculture basate sul tempo.
  2. Design equo: L'interno e l'esterno della fiera sono stati progettati da Istanbul Tabanlıoğlu Architects, uno studio di architettura premiato a livello internazionale. La pratica è attualmente impegnata in importanti incarichi in tutto il mondo, da Doha a Dakar, Kazakistan, Ucraina ecc., Con uffici ad Ankara, Dubai, Doha e Londra.
  3. CI, in collaborazione con Tabanlıoğlu Architects, introdurrà anche Città come Gesamtkunstwerk, Istanbul Berlino, un nuovo progetto e un evento multidisciplinare a cura di Murat Tabanlıoğlu e Johann Nowak, che si svolgono nel vecchio cantiere navale Haliç Port.
Istanbul contemporanea è supportata dallo sponsor principale Akbank per l'undicesimo anno consecutivo. Oltre a sostenere la crescita economica, Akbank abbraccia il progresso della società nelle arti e nella cultura come le sue principali responsabilità. Akbank contribuisce al progresso sociale ed economico della Turchia attraverso progetti di responsabilità sociale delle imprese. Con la convinzione che idee originali e libere ispirino il progresso in tutti i campi, Akbank sostiene dal 11 la più completa mostra internazionale di arte contemporanea della Turchia, Istanbul contemporanea.
Sponsor associato Ferko, noti per i loro progetti di architettura e sviluppo innovativi e pioneristici, nonché i proprietari che sono i principali collezionisti in Turchia, forniranno ulteriore supporto alla Istanbul contemporanea nel suo dodicesimo anno. La fiera unirà anche le forze con il suo nuovo partner di soluzioni Traslochi internazionali Asya. Grazie - Istanbul contemporanea è immensamente grata per il supporto di tutti i suoi sponsor.

Istanbul Modern, credito fotografico Murat Germen.

Una settimana piena di arte a settembre: annuncio del programma
La seconda settimana di settembre 2017 includerà l'anteprima e le date di apertura della CI che coincidono con l'apertura della 15a Biennale di Istanbul a cura di Elmgreen & Dragset e riunirà le principali istituzioni culturali tra cui il Museo Sakıp Sabancı, Istanbul Modern, Museo Pera, Borusan Contemporaneo, Elgiz Museum, Akbank Sanat e Arter Gallery, tra gli altri.
Basato sul significato di Istanbul come centro culturale globale, questo sforzo combinato lo rende una data ancora più avvincente nel calendario del mondo dell'arte. È un passo importante nel garantire che la scena artistica contemporanea turca continui a ricevere il riconoscimento internazionale che merita.
Punti salienti del programma:
  1. Museo Sakıp Sabancı presenterà una grande mostra dell'artista cinese contemporaneo Ai Weiwei, occupando sia gli spazi interni che quelli esterni del museo. Il Museo Sakıp Sabancı dell'Università (SSM) dell'Università Sabancı si trova a Emirgan, in uno degli insediamenti più antichi di Istanbul sul Bosforo. Nel 1998, insieme alla sua collezione e agli arredi, il palazzo fu lasciato in eredità all'Università Sabancı dalla famiglia Sabancı per essere trasformato in un museo.
  2. arteria presenterà una personale di opere dell'artista turco CANAN con opere nuove ed esistenti prodotte dalla fine degli anni '1990 fino ad oggi. Le opere di CANAN spesso implicano l'uso del proprio corpo per sostenere i modi in cui il personale incontra il politico, oltre a prendere la forma di complesse installazioni spaziali che celebrano la libertà degli individui repressi e nuovi modi di espressione. Questa mostra del sondaggio offrirà un'ampia panoramica della pratica dell'artista che copre una vasta gamma di media tra cui pittura, scultura, performance, fotografia, stampa, video, installazioni testuali e spaziali, nonché forme di espressione tradizionali come miniature e ricami. Un'iniziativa della Vehbi Koç Foundation (VKF), Arter ha aperto nel 2010 per offrire un'infrastruttura sostenibile per la produzione e l'esposizione di arte contemporanea.
  3. Borusan Contemporary presenterà una mostra personale di Diana Thater, artista, curatrice, scrittrice ed educatrice americana. È stata una pioniera creatrice di film, video e installazioni artistiche sin dai primi anni '1990. Borusan Contemporary ospiterà una mostra che espone le opere della sua collezione permanente negli spazi degli uffici di Perili Köşk. Borusan Contemporary è un museo che ha un programma multipiattaforma di mostre, eventi, attività educative, nuove commissioni e installazioni site specific radicate nella Borusan Contemporary Art Collection.
  4. Museo Elgiz ospiterà una mostra temporanea con punti salienti della collezione Elgiz che non sono mai stati esposti prima, così come altre opere d'arte contemporanea che vanno da importanti artisti locali a famosi artisti internazionali tra cui Chiararu Shiota, Erwin Wurm e Thomas Houseago, tra gli altri. Durante questa settimana, la nona mostra sulla terrazza, che si svolgerà da giugno a ottobre 2017, sarà esposta al Museo Elgiz, con una selezione di artisti che hanno esposto nelle mostre sulla terrazza Elgiz dal 2012. Il Museo Elgiz è stato fondato dai collezionisti Sevda e Can Elgiz come primo museo di arte contemporanea in Turchia nel 2001.
  5. Gallerie d'arte contemporanea di Istanbul - 25 importanti gallerie d'arte contemporanea di Istanbul presenteranno mostre di artisti turchi e internazionali, nonché altri programmi. Le aperture in quelle gallerie partecipanti si terranno l'11 e 12 settembre 2017.
  6. Istanbul moderna sarà uno dei luoghi principali della 15a Biennale di Istanbul, intitolato Un buon vicino. In mostra anche la mostra della collezione di Istanbul Modern, Artisti nel loro tempo. Il primo museo privato in Turchia a ospitare mostre d'arte moderna e contemporanea, Istanbul Modern è stato fondato nel 5 in un'area di 2004 metri quadrati sulla riva del Bosforo.
  7. Akbank Sanat ospiterà una mostra con artisti internazionali come parte delle sue celebrazioni per il suo 24 ° anniversario. Akbank Sanat (Akbank Art Center) è stata fondata nel 1993 da Akbank, con l'obiettivo di sostenere lo sviluppo dell'arte contemporanea in Turchia.
  8. Museo di Pera sarà uno dei luoghi principali della 15a Biennale di Istanbul. Inaugurato l'8 giugno 2005, il Museo Pera è un museo privato fondato dalla Fondazione Suna e İnan Kıraç.
Istanbul contemporanea, 14-17 settembre 2017.