Festeggia il lavoro del designer Kossi Aguessy

“Insieme FLOURISH

Insieme PERIAMO ...

Dovremmo tenerlo a mente.

Siamo insieme e siamo uno.

Ai suprematisti, ai silenziosi,

quelli ossessionati dall'acquisizione dei loro vicini,

quelli paternalistici, il sé sopravvalutato e sopravvalutato:

nessuna cultura vuole schiacciare gli altri e crescere per sempre.

Tutte le vite contano, ogni cultura è preziosa,

e alimenterà la ricchezza comune.

Abbiamo imparato questa semplice lezione dal passato:

<< Dobbiamo prosperare insieme o perire insieme. >>

Non sono rimaste altre opzioni sostenibili. "

- Kossi Aguessy
Maschere da gabinetto. © Kossi Aguessy

Mai prima d'ora le parole suonavano più vere, erano più appropriate di adesso. Kossi Aguessy era un designer straordinario, il suo lavoro è stato celebrato in tutta Europa, nel Regno Unito e negli Stati Uniti. Nato a Lomé nel 1977, di origini togolesi e brasiliane, Aguessy era un artista appassionato fin da giovane. Dopo essersi trasferito negli Stati Uniti, ha studiato design industriale e d'interni al Central Saint Martin's College of Arts and Design di Londra, Regno Unito. Ma, nonostante sia di origine africana e diasporica, Aguessi non aveva mai avuto una mostra personale del suo design e delle sue opere d'arte nel continente africano.

Sonia Lawson aveva incontrato Aguessy nel 2012 e aveva avuto molte conversazioni con lui sul suo lavoro e sulla sua filosofia progettuale, “Kossi ha sollevato diversi punti riguardanti il ​​design e l'arte, sfidando al contempo il concetto di 'Africanacity' e di e 'designer africano'.

Lawson continua: “Era curioso delle tecniche e dei materiali delle forme. In una sola conversazione, è stato in grado di toccare i materiali utilizzati nell'aeronautica, le resine naturali in Camerun e il design culinario. ”

Lawson era il direttore designato del Palais de Lomé e mentre pianificava il programma delle mostre per il museo, afferma che era importante per loro includere uno spazio per esibire design e artigianato.

Sedia in marmo "Jord". © Kossi Aguessy

Dopo aver sentito che Aguessi era tristemente morto, poco prima dei suoi 40 annith compleanno 2017, il museo ha preso la decisione di rendergli omaggio e di mostrare il suo lavoro al pubblico togolese. La mostra personale è stata curata da Sandra Agbessi. "Kossi era un uomo vulnerabile, ribelle e affascinato, che, attraverso la sua arte, esplorava la poesia e il potente desiderio di rendere la materia e i materiali suoi, il che gli ha permesso di rivelare le sue emozioni", afferma.

Durante la sua illustre carriera, Kossi Aguessy aveva collaborato con la StarkNetwork a Parigi prima di aprire il suo studio a Parigi nel 2008. Nel 2009, ha prodotto "Sparkling Joke ' tavolino che aveva disegnato usando bottiglie e tappi in PET riciclato. Ciò ha portato alla sua collaborazione con Coca Cola e alla creazione del Premi Coca Cola per il design sostenibile trofeo e una serie di mobili realizzati con la società americana di bevande e di materiali riciclati.

È stato ampiamente esposto e le sue opere sono state incluse nella collezione permanente del Museo di Design e Arti a New York e nella collezione del museo Beaubourg, tra gli altri. La sua ricerca sulle nuove tecnologie di produzione e fonti energetiche sostenibili lo ha portato alla creazione del primo Fab Lab (laboratorio di fabbricazione), organizzato dalla prospettiva industriale francese e dal Centre Pompidouin Porto Novo, Benin, nel febbraio 2012.

È diventato il primo designer di origine africana ad essere nominato una sezione nominativa nel museo di arte e design contemporaneo francese. Come designer e artista, è stato considerato un "ricercatore di design" tra coloro che sono chiamati "futuri ingegneri" e "Multi-versatile".

Il guardiano monumento commissionato per commemorare il 50 ° anniversario dell'indipendenza del Togo. © Kossi Aguessy

Suzette Bell-Roberts