Aspire è pioniere dei diritti di rivendita dell'artista SA a Ginevra

Johannesburg, 8 maggio 2017: la casa d'aste d'arte sudafricana innovativa, Aspire Art Auctions, è stato l'unico rappresentante locale a contribuire al recente vertice mondiale di un giorno a Ginevra, sul tema dei diritti di rivendita dell'artista (ARR).

Ospitata dall'Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale (OMPI), in parte su istigazione dei governi del Senegal e della Repubblica democratica del Congo, la conferenza era volta a una migliore comprensione dell'applicazione, della gestione e della ricezione dell'ARR in tutto il mondo. Tra i partecipanti c'erano politici, organizzazioni di gestione dei diritti collettivi, artisti e membri del settore privato nel settore dell'arte, tra cui gallerie, curatori e case d'aste.

Attualmente, gli artisti visivi beneficiano di un diritto legale di rivendita, originariamente noto come a droit de suite (letteralmente, "diritto di seguire") in 80 paesi in tutto il mondo. L'ARR offre un diritto di proprietà intellettuale agli artisti di beneficiare dei pagamenti delle royalty sulla vendita delle loro opere nei mercati delle aste secondarie e attraverso gallerie d'arte. In alcuni paesi il diritto si estende alla proprietà, eredi e fondamento dell'artista, consentendo un approccio sostenibile al patrimonio di questi artisti particolari.

Attualmente non esiste un quadro legislativo per l'ARR in Sudafrica. Sebbene esistano strutture reali in alcune forme d'arte, in particolare nella musica e nella letteratura, non esiste una struttura simile per le arti visive e plastiche.

Louis Maqhubela, Re in esilio. Conté su carta, 130.5 x 95 cm. Immagine: Repro Pictures

Il mondo dell'arte in Sudafrica ha un forte mercato secondario consolidato e un ampio profilo di collezioni aziendali e private. L'Aspire Art Auctions è stato lanciato su questo mercato nel 2016, con aste inaugurali di successo a Johannesburg e Città del Capo. Questo nuovo attore porta con sé uno skillset incentrato sui mercati primari e secondari dell'arte storica contemporanea e moderna del Sudafrica e, afferma il regista Ruarc Peffers, è stato “fin dall'inizio impegnato nella sostenibilità economica del mercato dell'arte. Siamo motivati ​​dal desiderio di migliorare le condizioni economiche degli artisti nel paese e di aiutarli a fare arte. Parte di quel desiderio è anche il desiderio di contribuire al risarcimento e alla disuguaglianza strutturale sulle linee razziali che esiste nell'arte sudafricana ”.

Aspire ha introdotto i propri diritti di rivendita dell'artista in vigore immediatamente dalla sua asta inaugurale a Johannesburg nel 2016. Il regime interno offre una scala mobile di royalties sull'attuale modello europeo ed è offerto solo agli artisti viventi, non a proprietà, eredi o fondazioni .

"A differenza di altri paesi, dove le agenzie di raccolta sono stabilite dalla legge, Aspire assorbe il costo totale dell'impresa", spiega Peffers. "Non è di per sé sufficiente a sostenere il mercato, ma se altri attori seguono c'è una massa critica per gli artisti e l'intero mondo dell'arte e fare pressione sul governo affinché fornisca un quadro legislativo attuabile".

Sedici artisti viventi hanno beneficiato dell'asta inaugurale di Aspire e quaranta della sua recente seconda asta. "Non esiste un quadro economico per il sistema qui", sottolinea Peffers. "Affinché ci sia una parvenza di trattamento equo, dobbiamo autoregolamentare e attuare un sistema a beneficio degli artisti e che possa contribuire a sostenere la loro produzione."

William Kentridge, Grande Jeté, 1987. Ccarboncino e pastello su carta, 149 x 101.5 cm. Immagine: Repro Pictures.

L'effetto sugli artisti di uno schema ARR consolidato è evidente. L'artista sudafricano precedentemente esiliato Louis Maqhubela, sentendo che l'ARR di Aspire avrebbe prodotto royalties sulla vendita delle sue opere, ha commentato che "la tua e-mail era come un sussurro degli" antichi "- una grande affermazione di etico pratica di mercato, buona volontà e generosità che hanno davvero reso la mia giornata ".

La delegazione della Conferenza in sessione a Ginevra | Immagine: Organizzazione mondiale della proprietà intellettuale

Prossima asta | 17 luglio 2017

The Park House of Events il 7 | Hyde Park Corner | Johannesburg

Le spedizioni chiudono il 19 maggio 2017

Per valutazioni gratuite e senza impegno e per consegnare opere d'arte alla prossima asta di Johannesburg, si prega di contattare:

Johannesburg

Jacqui Carney | jacqui@aspireart.net | + 27 71 675 2991

Mary-Jane Darroll | mj@aspireart.net | + 27 82 567 1925

Ruarc Peffers | ruarc@aspireart.net | + 27 84 444 8004

Città del Capo

Emma Bedford | emma@aspireart.net | + 27 83 391 7235

Rafael Powell | rafael@aspireart.net | + 27 138 7673

www.aspireart.net

Instagram: @aspireartauctions | Facebook:@AspireArtAuctions | Twitter: @AspireArtSA