Newsletter AA 2016 dicembre 15 AshesToLife01

'Ashes to Life:' John Vusi Mfupi alla Candice Berman Fine Art

Non si può contemplare il concetto di ceneri e polvere in relazione alle arti e non parlare della recente svolta acuta presa da uno dei più contemporanei collagisti sudafricani, John Vusi Mfupi. Coloro che hanno studiato e familiarizzato con il lavoro di Mfupi nell'ultimo decennio o giù di lì, concorderebbero che non sta più facendo il collage, ma sta guidando la vita di quelli raffigurati nel suo lavoro da fiamme oscure e ceneri alla vista del pubblico. Negli ultimi due anni ha perfezionato l'arte di usare le ceneri per dare maggiore risonanza alle storie che racconta.

Newsletter AA 2016 dicembre 15 AshesToLife01John Vusi Mfupi, particolare di Giorno di primavera, 2016. Collage di riviste su carta, 152 x 120 cm. Tutte le immagini per gentile concessione dell'artista e Candice Berman Fine Art, Johannesburg.

“Il Sudafrica è in fiamme. Vedendo istituzioni come scuole, varsità e biblioteche andare in fiamme suonò un campanello che qualcosa era totalmente fuori mano in Sudafrica ", ha detto Mfupi in un'intervista a ARTE AFRICA prima dell'apertura della sua mostra. L'argomento che sta affrontando è attuale e di grande importanza. Si potrebbe facilmente pensare a lui come a un artista che spinge l '"affermazione dello stato di emergenza" nel suo lavoro. Come altri attivisti, accademici, politici e analisti economici, Mfupi rifiuta di tacere quando il suo paese sta fisicamente bruciando. Oggi mentre parliamo, ci sono movimenti che affiorano - #RhodesMustFall, #PretoriaGirlsHigh, #FeesMustFall - che espongono forti lacune intergenerazionali che parlano ai processi di socializzazione in una democrazia multiculturale. Le proteste della comunità Vuwani a Limpopo, che hanno provocato l'incendio di ventiquattro scuole, si aggiungono alla vasta gamma di disordini politici nel Sudafrica post-apartheid.

Conoscendo personalmente Mfupi, mi meraviglio del fatto che abbia ancora un debole per lo sviluppo delle arti della comunità, specialmente per i giovani. Il rogo delle proprietà della comunità come scuole, biblioteche e libri è di grande preoccupazione. Così disturbato dalle violente proteste a livello nazionale intorno all'istruzione, Mfupi ha deciso di usare la carta bruciata dalle fiamme e dalle ceneri come metafora dell'unità contro l'interruzione dell'educazione dei nostri figli. Nel suo pezzo di collage, Ho un sogno, per esempio, ti trovi di fronte all'immagine di un ragazzo innocente i cui occhi raccontano la storia, sia di gravità che di sogni. Tuttavia, la lettura di questo ritratto non si esaurisce con l'austerità e la determinazione di questa rappresentazione di successo nel gesto del viso, ma continua a incantare il tuo occhio, spingendo la tua coscienza a un forte apprezzamento dell'abilità articolata di Mfupi e alla consegna del medium.

Le questioni che circondano le proteste dell'istruzione non sono che un esempio di come la nostra democrazia - come concetto - serva solo coloro che hanno beneficiato dell'apartheid e le poche élite che hanno guidato il progetto democratico. Secondo la nostra costituzione, tutti hanno il diritto (a) all'istruzione di base, compresa l'istruzione di base per adulti '; e (b) istruzione, compresa l'istruzione di base per adulti. Dopo due decenni di promulgazione costituzionale, tuttavia, il Sudafrica rimane una delle società più disuguali al mondo. Sembra che questo diritto fondamentale non si applichi alla maggior parte dei bambini nelle aree rurali del Sudafrica, soprattutto perché lo stato può trascinare i piedi quando deve intervenire nelle proteste. Eventuali insoddisfazioni che gli studenti possono avere - specialmente quelli che subiscono disparità di pressione finanziaria - cadono inascoltati e, invece, gli studenti devono confrontarsi con prestiti paralizzanti, debito e tasse nere.

Newsletter AA 2016 dicembre 15 AshesToLife02John Vusi Mfupi, Ho un sogno, 2016. Collage di carta bruciata, 120 x 76 cm.

L'istruzione gratuita e accessibile ha a che fare con l'educazione a lungo termine delle future generazioni di cittadini sudafricani al fine di ampliare il nostro modello di competenza nazionale. Durante le campagne elettorali del '94, i cittadini, in particolare i poveri e i vulnerabili, vennero promessi dal governo guidato dall'ANC la promessa di acqua pulita, istruzione gratuita e posti di lavoro dignitosi. Immediatamente dopo i sondaggi, gli stessi cittadini che hanno votato sono diventati vittime perché i sogni messi all'asta sono stati senza valore.

Il vandalismo di qualsiasi genere non può essere giustificato. Alla stessa luce, i politici devono essere ritenuti responsabili delle promesse che hanno rivolto ai loro elettori. L'educazione dei nostri figli non dovrebbe essere la sola responsabilità del nostro governo, ma di tutti a casa, nelle scuole e nella comunità. In 'Ashes To Life', John Vusi Mfupi ci ricorda di assorbire la stessa energia usata nella lotta contro l'apartheid, reincanalandola per costruire scuole migliori nelle nostre comunità, piuttosto che bruciare ciò che già esiste. Se non siamo contenti del sistema educativo che abbiamo, dovremmo ricostruirlo, invece di abbatterlo in fiamme.

Khehla Chepape Makgato è un artista indipendente e scrittore d'arte con sede a Johannesburg, che contribuisce regolarmente con articoli ARTE AFRICA e il giornalista. Lavora presso Assemblage Studios ed è il fondatore di Samanthole Creative Projects & Workshop, un'organizzazione artistica basata sulla comunità che si concentra su programmi per ragazzi di arte e alfabetizzazione. Chepape è il finalista del premio ImpACT per Visual Arts 2016 di Arts and Culture Trust.

'Ashes to Life' è stato aperto alle Candice Berman Fine Art il 29 settembre 2016.