Artright: una risorsa per tutte le tue domande commerciali e artistiche

Artright è una nuova risorsa professionale online per la comunità delle arti visive che verrà lanciata nel febbraio 2011. Art South Africa ha parlato con i co-fondatori del progetto, Brendan Copestake e Joseph Gaylard.

problemi di artsouthafrica
Il vincitore del Premio Michaelis 2010, Jared Ginsburg, ha ricreato il suo studio, parte della Michaelis Graduate Exhibition del 2010

Artright si definisce come "un progetto istituito per
promuovere la pratica professionale nella comunità delle arti visive sudafricana ”. Che cosa
intendi per pratica professionale?

Joseph Gaylard: la pratica professionale si occupa di una consapevolezza adeguata
e l'applicazione della conoscenza delle dimensioni legali e commerciali della propria
pratica come artista visivo, gallerista o qualunque altro tipo di arti visive
professionale. Gli artisti e i laureati più informati che emergono
dalla scuola d'arte hanno una piccola comprensione di questi problemi, in particolare in relazione a
i quadri giuridici che circondano il loro lavoro di artista e hanno un bel
idea nebulosa e stellata su come perseguire una carriera praticabile nel
settore.

C'è anche un più ampio senso di pratica professionale, a cui spero che il progetto possa dare un modesto contributo man mano che si evolve - il senso delle arti visive come attività professionale che è vincolata da determinati codici e standard che guidano il modo in cui le persone conducono le loro relazioni reciproche. In molte altre vocazioni e settori tali codici e
le pratiche sono articolate e formalizzate in grande dettaglio e collegate a
affiliazione a un ente professionale.

Nelle arti visive a livello locale questo tipo di consenso sulla condotta professionale non esiste e le persone detestano affiliarsi a qualsiasi cosa al di là delle loro immediate reti di influenza e conforto. Penso che dobbiamo lavorare per un punto in cui come comunità prendiamo queste cose più seriamente attraverso un codice di condotta (o simile) che artisti, gallerie e altri attori professionali del settore generano da un lato e sottoscrivono dall'altro .

Ovviamente non è qualcosa che può essere imposto, e c'è un grande muro di resistenza passiva che dovrebbe essere affrontato nel perseguire tale sforzo. Penso che Artright possa svolgere un ruolo utile nell'avviare una conversazione su questi temi attraverso la fornitura di conoscenze utili da un lato e una piattaforma di discussione dall'altro.

Brendan Copestake: il sito web tratta due questioni principali: pratica professionale e acume degli affari. La pratica professionale si occupa di come una persona nelle arti dovrebbe interagire con la comunità. Tutti i settori hanno standard e codici di comportamento affinché possano funzionare senza problemi.

Ad esempio, esiste un layout e un contenuto standard per la scrittura di un CV o di un artista
dichiarazione, o come avvicinarsi a una galleria per una mostra e poi cos'è
atteso dall'artista e cosa ci si aspetta dalla galleria. Di
standardizzando questi canali di comunicazione intrattiene relazioni
membri del settore molto più facili. Fondamentalmente, contribuisci ad assicurarti di ottenere
quello che chiedi.

L'acume degli affari si occupa del lato commerciale del settore. Se lo scomponi in termini commerciali, un artista è una persona che realizza un prodotto (un'opera d'arte) e lo porta in un negozio (una galleria).
La galleria proverà a vendere l'opera. La galleria eseguirà abbastanza spesso PR
e pubblicità per l'artista. Il valore di un artista abbastanza spesso rimane nel
il nome dell'artista e quindi l'artista dovrà gestirne e proteggerlo
nome (o marchio), che risiede nell'immagine dell'opera che creano.

L'acume degli affari cerca di affrontare questi problemi, nonché questioni come la pianificazione delle pensioni, descrivendo cos'è un testamento e come assegnare
il tuo copyright per qualcuno nella tua volontà. Gli argomenti includono anche la gestione delle finanze e dei conti utilizzando strumenti di contabilità e conoscendo come
scegli il conto bancario corretto per le tue esigenze, proprio come un'azienda di successo
voluto.

Molto spesso vedrai che un artista di successo, proprio come un'azienda di successo, avrà una buona comprensione di tutto ciò
funzioni aziendali importanti, o avranno qualcuno che le gestirà
funzioni per loro conto. Man mano che l'industria delle arti visive cresce, dovremmo iniziare a vedere sempre più agenti d'arte che rappresentano artisti, proprio come te
agenti sportivi. Questi agenti svolgono generalmente la pratica professionale e
ruolo di acume commerciale per conto dell'artista, dando all'artista più tempo da fare
cosa fanno meglio.

Qual è stato il seme di base dell'idea del sito Web?

BC: Negli ultimi cinque anni circa
stato coinvolto nella gestione del progetto e nell'amministrazione delle mostre e
installazioni di arte pubblica a Johannesburg. Durante questo periodo, l'ho trovato lì
erano pochissimi i contratti che potevano essere utilizzati e specifici per il visual
arti.

Anche durante la causa Gerhard Marx / BMW sul copyright
ho sentito molti dei miei amici artisti raccontare storie su come erano state le loro opere d'arte
persi o danneggiati e che non potevano ricorrere all'azione come non avevano
scartoffie per dimostrare la perdita o il danno. Ho deciso di sviluppare un sito Web in cui gli artisti sudafricani potessero accedere ai documenti contrattuali.

Lo scopo del sito è di fornire contratti al settore
in modo che le relazioni possano essere protette prima che si inacidiscano, di solito a causa di
una semplice comunicazione errata. Fondamentalmente, l'obiettivo è aiutare a gestire le persone
aspettative su quale sia il loro rapporto commerciale. Questo è semplicemente fatto da
ridurre la relazione in un documento molto semplice.

Abbiamo eliminato la maggior parte del gergo legale dai contratti
in modo che sia davvero semplice da capire e usare. Nella maggior parte dei casi, abbiamo anche
semplificato il contratto per includere caselle di controllo. Ad esempio, in un accordo con una galleria per artisti ci sono caselle di controllo per contrassegnare se la galleria o l'artista deve pagare
assicurazione, spuntini all'apertura, una pubblicità in una rivista o promozionale
cartolina.

Con il coinvolgimento di VANSA, l'ambito del sito Web è cresciuto in modo significativo e ora stiamo scoprendo che esiste una vasta comunità di persone
che supportano l'idea e sono anche alla disperata ricerca di averne accesso
tipo di pratica / contenuto di acume aziendale. Con i finanziamenti, lo siamo
sperando di sviluppare abbastanza contenuti da poter pubblicare un libro di testo da utilizzare su
livelli di istruzione terziaria. La maggior parte dei laureati in belle arti non diventano artisti praticanti, ma piuttosto vengono coinvolti in ruoli amministrativi o tecnici all'interno del
arti per le quali non sono adeguatamente preparati. Artright prova a colmare questo
gap.

JG: il primo impegno di VANSA con l'intera area è stato attraverso il Manuale degli artisti prodotto in collaborazione con l'Africa Center. Abbiamo ritenuto che questo materiale - fornisce un aspetto molto semplice
introduzione a una varietà di problemi di pratica professionale - potrebbe essere entrambi
ampliato e approfondito nell'ambito attraverso una risorsa online che sarebbe
sviluppato attraverso i contributi e l'esperienza diretta delle persone che lavorano
il settore e l'impegno con specialisti in diritto, finanza, marketing e così via
sopra. Ci siamo resi conto dell'interesse di Brendan e WITS nello sviluppo di qualcosa
simile e riteneva che avrebbe senso fare squadra piuttosto che duplicare.

Il sito Web è un modello originale o hai attinto a risorse online esistenti altrove?

BC: Molta ispirazione è stata
tratto da un sito web con sede nel Regno Unito chiamato Artquest. Abbiamo trovato
che la quantità di contenuti su quel sito Web sia troppo scoraggiante. C'è così tanto
di esso, semplicemente non sai da dove cominciare e quindi le persone tendono a rinunciare
dopo un breve periodo di tempo. Con Artright vorremmo mantenere il contenuto specifico e
funzionale alla pratica professionale e al senso degli affari. Questo darà il
all'utente un'idea di base sull'argomento. In questo modo, si spera che il sito no
diventare troppo sovraccarico di informazioni.

I tuoi partner strategici sono VANSA e WITS. Cosa contribuiscono al progetto?

JG: VANSA è coinvolta come partner di gestione. Il nostro ruolo prevede 1) la garanzia dei partner per il progetto e la gestione di finanziamenti modesti a supporto dello sviluppo del progetto, 2) il contributo
(e sviluppo) di contenuti per il sito, 3) fornire supervisione sul sito
sviluppo complessivo del progetto e 4) sviluppo di risorse complementari
e servizi. Ad esempio, ulteriori materiali stampati, officine e un legale
l'helpdesk è previsto per il 2011.

L'interesse di WITS è quello di costruire una risorsa professionale che
il personale e gli studenti possono attingere nel contesto dei loro corsi di laurea, e
per il sistema della scuola d'arte terziaria più in generale. WITS ha contribuito
alcuni finanziamenti iniziali per il progetto e svolge una panoramica e un ruolo di supporto.
Da sinistra: Linda Stuppart, Stuart Bird e Belinda Blignaut, in preparazione per Vex e Siolence, YOUNGBLACKMAN, 9 dicembre 2010
Scenario A: Sono un neolaureato della scuola d'arte. Ho un corpo di lavoro che vorrei
mi piace esporre da qualche parte, speriamo alla Goodman Gallery o a Michael
Stevenson. Cosa posso imparare dal tuo sito Web?

JG: La prima cosa sarebbe incoraggiare una valutazione sobria se il tuo lavoro e la tua pratica appartengano effettivamente a questo
(abbastanza rarefatto) segmento del mercato delle arti visive. Nel caso dei due
gallerie menzionate, in genere ti troverebbero prima che tu le trovassi.

uno
vorrebbe fornire una guida su come massimizzare l'esposizione della propria pratica
attraverso, in particolare, piattaforme indipendenti e auto-avviate - tanto più
il lavoro di ciascuno è visibile attraverso questi canali, maggiore è la probabilità di
attirare l'interesse di tali gallerie. Parallelamente, il sito includerà anche consigli su come svolgere la complessa attività di rete, interagendo con gallerie e
presentando te stesso e il tuo lavoro in modo professionale (CV, artista
dichiarazioni, portafogli, siti Web, ecc.).

BC: Il sito web può aiutarti in due modi diversi. Nella sezione Art Handbook, che sarà ancora pubblicata, lo farai
trovare informazioni utili per te come emergenti o addirittura affermate
artista. È fondamentalmente una sezione "How to" su quanto segue: 1) how to
avvicinati a una galleria, 2) come scrivere un CV, 3) come preparare un artista
dichiarazione, 4) come commercializzare te stesso, 5) come trovare e preparare uno studio,
e 6) come imballare e preparare la grafica per il trasporto.

Un altro problema importante che affrontiamo è l'assicurazione d'arte
e i motivi per cui i collezionisti dovrebbero assicurare l'arte. L'arte è
un'industria specializzata. Il sito spiega la differenza tra la normale assicurazione sulla famiglia, che può essere utilizzata per assicurare l'arte e, l'assicurazione d'arte,
che è molto più conveniente e su misura per le esigenze di un artista o di una galleria.

Il secondo modo in cui il sito Web può aiutarti è insegnarti come utilizzare gli accordi legali nella sezione business art. Il sito
fornisce all'utente una conoscenza di base su come vengono utilizzati gli accordi legali
e cosa fare in caso di disaccordo. Molto spesso le persone non sanno quali sono i loro diritti in una relazione d'affari.

Leggendo gli accordi, l'utente otterrà una visione molto migliore di questi diritti. Anche se non vogliono utilizzare l'accordo, il testo porterà almeno alla loro attenzione ciò di cui dovrebbero discutere
con la galleria prima ancora che entrino. Allo stesso modo, per un nuovo emergente
galleria, sono invitati a utilizzare i contratti o il contenuto per sviluppare
relazioni sicure con i loro artisti e compratori d'arte.

Tutto il contenuto del sito è scaricabile e gratuito per chiunque. L'obiettivo è quello di promuovere la pratica professionale e il senso degli affari nel settore per aiutarlo a crescere e svilupparsi. Gli utenti sono invitati a prendere il contenuto e ad apporre il proprio logo della galleria sui contratti, purché attribuiscano ad Artright
per lo sviluppo di tali documenti.

Scenario B: sono un artista di mezza carriera il cui rapporto con una nota galleria è inacidito. Il gallerista detiene molto del mio lavoro ma si rifiuta di rispondere a qualsiasi chiamata. Cosa faccio?

JG: Penso che il contributo di Artright a questo tipo di problema sia su due fronti. In primo luogo, fornire un'opinione chiara e facilmente comprensibile sulle diverse questioni e considerazioni legali che entrano in gioco
attorno a tale istanza, in modo che si entri in un procedimento legale con a
senso realistico delle prospettive di successo da un lato e dei costi
coinvolto dall'altro.

In secondo luogo, e forse ancora più importante, il contributo di Artright è forse più una misura profilattica, che incoraggia le persone a ridurre alla scrittura, sia in un'e-mail che in un contratto formale firmato, quali
termini precisi di impegno tra artista e gallerista sono e forniscono
esempi e modelli concreti su come farlo, a beneficio di
entrambe le parti. In assenza di tale accordo, questo tipo di problemi
diventare molto doloroso e costoso da perseguire in tribunale se l'unico accordo
è verbale, fatto con qualche drink.

AC: gli accordi di Artright sono stati sviluppati in modo tale che se ci fosse un disaccordo tra un artista e una galleria,
l'accordo determinerebbe il modo in cui risolvere la questione in tre
gradini.

Il primo passo è la negoziazione. In questo caso l'artista avrebbe scritto una lettera alla galleria indicando il problema. Se il problema non lo è
risolto entro 14 giorni, tramite e-mail, lettera, telefono o faccia a faccia
incontro, la controversia viene intensificata al secondo e terzo passaggio, essendo la mediazione
e arbitrato.

Entrambi sono modi più formali per risolvere una discussione. UN
la terza persona neutrale sarebbe invitata ad ascoltare la descrizione di entrambe le parti
eventi e poi decidere su un risultato, proprio come farebbe un giudice in tribunale. L'arbitrato è il più formale, in quanto si chiederebbe a una persona adeguatamente qualificata del settore di fornire consulenza in merito. In questo caso il Consiglio Arbitrale del Sudafrica nomina la persona.

Artright ha optato per il ricorso alla negoziazione, alla mediazione e all'arbitrato sull'uso dei tribunali,
poiché sono lenti e ingombranti, mentre la mediazione e l'arbitrato possono essere abbastanza
Presto. Il punto è risolvere rapidamente la controversia in modo che gli affari possano continuare
come normale. Se non ci fosse un contratto in essere tra la galleria e l'artista, avremmo comunque consigliato la stessa risoluzione, che sarebbe quella di negoziare, mediare e quindi arbitrare.

Una cosa da tenere a mente è che è prassi del settore standard che la proprietà di un'opera d'arte trasferisca dall'artista all'acquirente d'arte solo al completo pagamento dell'opera. Una galleria è semplicemente un agente per la vendita dell'opera d'arte: possono
possiede fisicamente il lavoro, ma non lo possiede.

Scenario C: ho un dipinto dell'artista X. È prezioso? Con chi parlo per poterlo valutare?

JG: Stiamo sviluppando alcuni contenuti di base sull'arte come investimento, oltre a un elenco di specialisti in questo settore.
Questo è probabilmente qualcosa che potrebbe o dovrebbe essere sviluppato come separato
risorsa di altri.BC: il migliore sarebbe chiedere consiglio a una galleria professionale
o casa d'aste che abbia familiarità con il lavoro degli artisti. VANSA è occupato
assimilando una "pagine bianche del settore" che dovrebbe essere
disponibile a breve. La galleria, la casa d'aste o l'agente possono rilasciare a
certificato di valutazione e certificato di autenticità. Questi documenti
può essere trovato e scaricato gratuitamente.

Tieni presente che dovresti ottenere due o tre valutazioni da diverse istituzioni per ottenere un valore realistico di un'opera d'arte. Alcuni
le istituzioni / gallerie svolgeranno il ruolo sia di una galleria che di un agente - loro
avrà a cuore il proprio interesse personale e potrebbe gonfiare eccessivamente il prezzo di
il lavoro. Molto spesso avrai bisogno di un certificato di valutazione e di un rapporto sulle condizioni
se desideri assicurare un'opera d'arte.

Scenario D: ho visitato la Joburg Art Fair. Sono un artista ma non ho una galleria in mostra in fiera. Come posso ottenere il mio lavoro su
Fiera dell'arte di Joburg?

JG: Penso che la risposta sia praticamente
lo stesso della risposta allo scenario A.BC: l'ambito di Artright non tratta realmente questo argomento,
anche se puoi chiedere consiglio sul nostro forum. Il
forum è lì per chiunque di porre e rispondere a domande relative al
industria delle arti visive. Le domande variano da dove trovare spazi di studio a legali
problema come nello scenario B.

Il forum è moderato e le discussioni saranno a tema?

JG: Sì, di Brendan. C'è un sistema
delle voci di tagging che consentono il collegamento tra diversi argomenti e discussioni
thread.

Un sito Web è una cosa statica e immateriale. Che cosa
piani promozionali devi attivare il sito Web e renderlo una destinazione
sito?

JG: Stiamo programmando di lanciare formalmente il
Sito Web di Artright, insieme al nuovo sito Web VANSA, all'inizio di febbraio 2011. Promuoveremo il sito Web attraverso volantini per istituzioni terziarie, musei e gallerie d'arte, nonché attraverso le spedizioni bimestrali di VANSA.

http://artright.co.za/