l'arte parla di immagini

ART SOUTH AFRICA Art Talks alla Cape Art Art Fair

Art South Africa ospita Art Talks alla Cape Art Art Fair sabato 1 marzo; che si terrà al Teatro IMAX, al BMW Pavilion, al V&A Waterfront. I Talks saranno caratterizzati da una serie di dibattiti e conferenze, su argomenti che vanno da "L'economia e il pubblico dell'arte" a "Agopuntura urbana". Con i migliori artisti, designer, curatori e creativi, gli Art South Africa Art Talks saranno sicuramente il momento clou della prossima Cape Town Art Fair

l'arte parla di immagini
Programma dei Full Art Talks - sabato 1 marzo 2014:
10: 30 - 11: 30 L'ECONOMIA DELL'ARTE EI PUBBLICI
Una tavola rotonda sulla creazione di nuove forme di accesso, proprietà, partecipazione e partecipazione per prodotti e servizi creativi, in particolare nel settore delle arti visive. Cercare modi per far crescere l'economia dell'arte a un livello più accessibile, che consentirà o incoraggerà potenziali collezionisti che non hanno un reddito disponibile a iniziare a investire in opere d'arte. Cosa stanno facendo le gallerie, le istituzioni artistiche e le fiere d'arte per incentivare, crescere e attirare nuovi pubblici e creare accesso a persone che potrebbero essere interessate ad acquistare arte? Come si vede l'economia della mostra? La discussione mira a esaminare i modi logici e pratici in cui possiamo iniziare ad avere un mercato / economia dell'arte più inclusivo per collezionisti e pubblico. In particolare, in che modo piattaforme come Cape Town Art Fair e altri eventi aiutano a sostenere e raggiungere questo obiettivo, in particolare al fine di far crescere e sostenere una rete intra-africana e intra-regionale di collezionisti?
Presidente: Brendon Bell-Roberts
Brendon Bell-Roberts è co-fondatore di SUSTAIN Summit, Expo and Festival AFRICA e della consulenza sulle comunicazioni CHANGE AGENT. I suoi progetti combinano creatività, sostenibilità e cambiamenti positivi, contribuendo a definire la futura Africa. Negli ultimi 20 anni Brendon ha progettato, curato e pubblicato. Con oltre 100 importanti pubblicazioni e mostre, al suo attivo, ha contribuito a lanciare le carriere di molti dei migliori artisti e creativi del Sudafrica. Insieme a sua moglie Suzette è il fondatore ed editore della rivista Art South Africa, che si è evoluta in una piattaforma digitale in linea con la sua attenzione al ruolo della creatività, sostenibilità e cambiamento positivo nella rivoluzione digitale africana.
Relatori:
Ijeoma Uche Okeke
Nato in Nigeria e con base a Johannesburg, Ijeoma ha lavorato per oltre 3 anni come responsabile dei progetti artistici presso la prestigiosa Galleria MOMO di Johannesburg, ed è ricercatore indipendente, facilitatore culturale e project manager. Ha oltre dieci anni di esperienza professionale nel settore delle arti e della cultura come amministratore, curatore e facilitatore, e ha lavorato attivamente come direttore delle arti e della cultura sia nel settore creativo che in quello delle arti dello spettacolo in Nigeria, e più recentemente in Sudafrica. Ha conseguito un BA (Hons) in Belle Arti e Arti Applicate, presso l'Università della Nigeria Nsukka, un PGD in Gestione delle arti e della cultura e un Master in Heritage Studies presso l'Università del Witwatersrand, Johannesburg. È stata recentemente nominata Responsabile dello sviluppo della rete regionale presso la Visual Arts Network South Africa (VANSA).
Thembinkosi Goniwe
Thembinkosi Goniwe è un artista e storico dell'arte che attualmente insegna alla Vaal University of Technology, avendo anche tenuto conferenze presso l'Università di Fort Hare, l'Università del Witwatersrand e l'Università di Cape Town. Curatore di importanti mostre e collaboratore di saggi, Goniwe ha partecipato a mostre, residenze, conferenze e workshop a livello locale e internazionale.
Tshepiso Bathea Mohlala
Tshepiso Mohlala è la creatrice e direttrice del! Kauru Contemporary African Art Project, che ha lanciato nel 2012. Attraverso questo progetto, Tshepiso mira a creare un dialogo in Africa - e anche a livello internazionale - su noi stessi, al fine di facilitare un cambiamento di percezione sul continente che utilizza il veicolo dell'arte contemporanea.
Tshepiso ha 15 anni di esperienza nel campo del marketing e della pubblicità, lavorando per società blue chip come BMW (Sudafrica) Audi AG (Germania e Sudafrica) e Sony Ericsson. Ha l'esperienza di lavorare su eventi di alto profilo come il Lion King CSI Project, la cerimonia di apertura e chiusura della Fifa 2010. La sua compagnia Back-to-Back Experiential Marketing sta gestendo il! Kauru African Contemporary Art Project. ! Kauru offre una piattaforma per artisti e professionisti culturali africani contemporanei, su cui impegnarsi in una vetrina di arte contemporanea proveniente dal continente. Mira inoltre a sensibilizzare il pubblico sudafricano e africano al valore della propria produzione di arte contemporanea e a promuovere l'apprezzamento dell'arte contemporanea di qualità del continente.
Beathur Mgoza Baker
Beathur Mgoza Baker è il direttore e co-fondatore di INCA - Independent Collectors of Art in Africa - una nuova organizzazione che sostiene l'inclusività e facilita la partecipazione di nuovi ed emergenti collezionisti d'arte nell'economia artistica del continente. Andando oltre i confini del tradizionale "cubo bianco" e i suoi limiti intrinseci, INCA sta creando forme innovative e stimolanti di impegno per i collezionisti attraverso lo spettro socio-economico in Africa, per offrire loro un migliore accesso ed esposizione agli artisti e alle loro opere d'arte.
Esperto dirigente dei media, curatore e attivista dello sviluppo nel settore delle arti visive e della cultura, Beathur è anche un pluripremiato regista africano. La sua esperienza e competenza si estende a trasmissioni, film, arte, cultura e patrimonio; la sua attuale attenzione è la crescita dell'accesso alle arti visive per gli africani, attraverso nuove forme esperienziali di coinvolgimento e sviluppo del pubblico e maggiore inclusività a tutti i livelli economici.
12: 00 - 13: 00 EDITORIA D'ARTE INDIPENDENTE
Una tavola rotonda sull'editoria indipendente e su misura per l'arte e il design. Gli argomenti incentrati riguarderanno la pubblicazione di edizioni, nonché collaborazioni tra studi e case editrici. Considererà la pubblicazione di edizioni come un acquisto conveniente per i giovani collezionisti e come la pubblicazione indipendente viene utilizzata per ampliare il pubblico e ispirare la creatività.
Pubblicazioni come Art South Africa e DesignTimes ispirano importanti conversazioni sulla creatività africana e sudafricana. La collaborazione è fondamentale nell'editoria indipendente; Il focus di Warren Editions è su tutto ciò che è collaborativo. In qualità di agenzia molto rispettata e conosciuta, Am I Collective collabora con studi ed editori indipendenti per creare opere che portano l'illustrazione e il design in primo piano. Le pubblicazioni e le edizioni su misura sono un modo facilmente accessibile per il pubblico di essere ispirato e collezionare pezzi in edizione limitata a prezzi accessibili, nonché un prezioso sito di collaborazione tra i settori creativi.
Presidente: Matthew Partridge
Matthew Partridge è uno scrittore d'arte con sede a Johannesburg. Ha scritto per pubblicazioni tra cui Art South Africa, Artthrob, Mail & Guardian e The Financial Mail.
Relatori:
Brendon Bell-Roberts
Brendon Bell-Roberts è co-fondatore di SUSTAIN Summit, Expo and Festival AFRICA e della consulenza sulle comunicazioni CHANGE AGENT. I suoi progetti combinano creatività, sostenibilità e cambiamenti positivi, contribuendo a definire la futura Africa. Negli ultimi 20 anni Brendon ha progettato, curato e pubblicato. Con oltre 100 importanti pubblicazioni e mostre, al suo attivo, ha contribuito a lanciare le carriere di molti dei migliori artisti e creativi del Sudafrica. Insieme a sua moglie Suzette è il fondatore ed editore della rivista Art South Africa, che si è evoluta in una piattaforma digitale in linea con la sua attenzione al ruolo della creatività, sostenibilità e cambiamento positivo nella rivoluzione digitale africana.
Mark Rosenberg
Mark Rosenberg è fondatore ed editore di DesignTimes, un giornale bimestrale dedicato a design, fotografia e illustrazione, con oltre 50 numeri in 5 anni. L'obiettivo principale della pubblicazione era il design grafico, il web design e la fotografia, ma ha ampliato la nostra attenzione per includere moda, architettura, prodotto, interni, giochi, design industriale e di gioielleria. DesignTimes mantiene i suoi lettori esposti alle tendenze mondiali dal design locale a quello internazionale. DesignTimes è sulla buona strada per diventare la pubblicazione di design preferita dal Sud Africa, con gli occhi puntati sull'Africa meridionale.
Ruan Vermeulen
Ruan Vermeulen è partner e direttore creativo di Am I Collective; un'agenzia con sede a Città del Capo che offre soluzioni creative pluripremiate ai clienti di tutto il mondo nel settore del packaging e della progettazione di circuiti integrati, direzione di animazione, tipografia e illustrazione. Hanno collaborato a vari progetti di arte creativa e design, tra cui 13, un'edizione di incisioni, con lo studio di incisione Warren Editions e la copertina di un numero della rivista Art South Africa.
Zhané Warren
Zhané Warren è la principale tipografa e direttrice dello spazio di progetto presso Warren Editions, uno studio di incisione con sede a Città del Capo ed editore d'arte. Ha studiato Belle Arti alla Stellenbosch University e nel 2006 ha conseguito un Master in Tecnologia delle Belle Arti presso l'Università di Johannesburg. Premiata con una borsa di studio, ha frequentato il Karel de Grote Hogeskool all'Università di Anversa ed è rimasta in Belgio per cinque anni lavorando a fianco di artisti e incisori di fama. Nel 2007 è tornata in Sudafrica come riconosciuta tipografa. Come artista visivo e performativo, Zhané Warren ha organizzato numerose esibizioni e mostre, in Sud Africa e all'estero. Le mostre personali includono Live with me (KZN Gallery, Durban, 2007), Recurrence (Art on Paper, Johannesburg, 2006) e In between here and there (con Robert van Dromme al Contemporary Wei, Anversa). Il suo lavoro è rappresentato in varie collezioni, in Sudafrica e in Belgio. Nel 2008, Zhané Warren ha fondato Warren Editions. Collaborando con artisti affermati ed emergenti, Warren Editions è uno studio di stampa dinamica ed editore di stampe d'arte. Con la sua mostra inaugurale, 5 Years in Print, ha lanciato nel 2013 Warren Editions Projects, uno spazio espositivo e una piattaforma per le collaborazioni di stampa dello studio. Zhané Warren è un'autorità rispettata nel campo della stampa e dell'editoria artistica e un educatore appassionato, come si evince dal programma di stage e dai seminari popolari dello studio.
14: 30 - 15: 30 DAVID KRUT E STEPHEN HOBBS SULLA COLLABORAZIONE, RETI E PRATICA ARTISTICA
Una conversazione tra David Krut e Stephen Hobbs, incentrata sulla collaborazione duratura tra i loro due studi. Lo studio Hobbs e il David Krut Print Workshop (DKW) presso Arts on Main sono geograficamente vicini l'uno all'altro nel centro di Johannesburg, ed entrambi gli spazi funzionano come estensioni della città, aperti alla discussione sull'arte e la rigenerazione urbana, allineando strategicamente diversi talenti fino alla fine della scrittura riflessiva e creativa, mostre, editoria e sviluppo del pubblico. Arts on Main, in particolare, funziona come un hub per la messa in rete di vari talenti, processi di pensiero e modalità di produzione. La conversazione toccherà l'importanza di pubblicare e promuovere edizioni, la distillazione della pratica mercuriale pubblica / urbana di Hobbs in una pratica di studio e il ruolo dello studio di stampa per un artista guidato dai processi. La conversazione tratterà dell'estensione della collaborazione tra Hobbs e DK Projects a Città del Capo nel 2014. Il progetto pianificato include un'indagine specifica per sito del Montebello Design Center di Newlands, dove ha sede la galleria, e una risposta al contributo del sito alla discussione di World Design Capital 2014.

David Krut
David Krut fece un grande cambiamento di carriera nel 1980, che gli permise di dedicare il suo tempo alla sua passione per i libri e le opere d'arte su carta. Nel 1981 ha pubblicato la sua prima edizione, una complessa stampa calcografica dell'artista britannico Joe Tillson, che ha portato a uno stretto rapporto di lavoro con il maestro stampatore Jack Sheriff al 107 Workshop nel Wiltshire, in Inghilterra. Krut ha avuto la fortuna di essere guidato da Alan Cristea, il più importante editore contemporaneo di edizioni al mondo. Durante le visite regolari alla sua famiglia in Sud Africa ha portato mostre che aveva curato di incisori contemporanei britannici, americani e italiani. Nel 1992 ha invitato William Kentridge a fare edizioni con Jack Sheriff. Alla fine degli anni '1990 Krut aveva curato mostre di stampe delle edizioni dell'artista a Chicago, Washington DC e New York, e ad oggi ha pubblicato oltre 200 edizioni dell'artista. Nel 1997 David Krut Publishing (DKP) ha ideato e prodotto il CD-ROM di William Kentridge, una piattaforma interattiva per presentare le attività multimediali degli artisti. Nel 1999 ha intrapreso la pubblicazione della serie TAXI Art Book, con finanziamenti dei governi francese, olandese e svizzero e il National Arts Council. I libri TAXI formano una serie di 15 monografie di artisti a colori, scritte, prodotte, stampate e pubblicate in Sudafrica, e concluse con ogni libro con un supplemento educativo, per fornire materiale agli insegnanti per l'educazione artistica in Sudafrica. Ha continuato il suo programma di tutoraggio incoraggiando la scrittura e il design in Sud Africa. Dopo aver invitato vari maestri tipografi di New York a collaborare con artisti di Johannesburg, nel 1992 fondò il suo laboratorio di tipografia / casa editrice / libreria / galleria a Johannesburg nel 2007 che portò all'ampliamento della striscia d'arte su Jan Smuts Avenue, a Parkwood. Nel 2009, David Krut Projects è stato fondato presso il Montebello Design Center di Cape Town e nel 100 è stato istituito uno spazio David Krut Projects ampliato presso Arts on Main nel centro di Johannesburg. La tipografia è gestita dalla Master Printer Jillian Ross che ha collaborato con più di 50 artisti dal Sud Africa; mentre l'attività di pubblicazione di libri ha pubblicato più di XNUMX libri.
Stephen Hobbs
Attraverso una pratica estesa di indagine e sperimentazione urbana, focalizzata in particolare su Johannesburg dal 1994, Hobbs ha sostenuto un dialogo con lo spazio urbano attraverso video, installazione, progetti speciali curati e un approccio correlato alla fotografia e alla scultura. Negli ultimi anni, la pratica di Hobbs si è estesa fino a includere un serio impegno con la stampa, che distilla e traduce la sua mercuriale pratica urbana nel formalismo del mezzo. Il particolare fascino di Hobbs per i conflitti sociali e politici in conflitto a Johannesburg ha portato a numerose osservazioni sullo stato precario delle città che subiscono radicali cambiamenti fisici. Stephen Hobbs si è laureato alla Wits University con un BAFA nel 1994. È stato curatore delle Market Theater Galleries (Johannesburg) dal 1994 al 2000. Dal 2001 è co-direttore dell'artista collaboratore e specialista di arte pubblica - The Trinity Session, The Gallery Premises (chiuso nel 2008) al Joburg Theatre, e dal 2004 ha coprodotto una serie di progetti urbani e di rete, con Marcus Neustetter, sotto il nome di collaborazione Hobbs / Neustetter.
16: 30 - 17: 30 AGOPUNTURA URBANA
Una tavola rotonda sull'agopuntura urbana: interventi su piccola scala ma socialmente catalitici per trasformare il più ampio contesto urbano; guardando il ruolo che gli spazi pubblici, l'arte e il design svolgono in un ambiente urbano. Con Cape Town come World Design Capital 2014, l'attenzione mondiale è rivolta a questo centro urbano e ai modi in cui utilizziamo il design per risolvere i problemi, migliorare gli ambienti e facilitare la creatività. Le discussioni hanno lo scopo di esaminare le innovazioni che stanno avvenendo nell'ambiente urbano e il modo in cui le persone usano la propria creatività per influenzare il cambiamento positivo. Il ruolo dell'arte pubblica nelle città e le relazioni della comunità con gli spazi pubblici saranno discussi in relazione al concetto di agopuntura urbana.
Presidenza: Mike van Graan
Mike van Graan è il direttore esecutivo dell'African Arts Institute (AFAI), con sede a Città del Capo, la cui missione è aiutare a sviluppare la leadership per il settore creativo africano e costruire mercati regionali per artisti africani e le loro opere creative. Era il segretario generale fondatore di Arterial Network, una rete panafricana di artisti, attivisti culturali, imprese creative e altri impegnati nel settore creativo africano e il suo contributo ai diritti umani, alla democrazia e allo sviluppo. È un esperto tecnico della Convenzione dell'UNESCO del 2005 sulla protezione e la promozione della diversità delle espressioni culturali. È il drammaturgo associato di Artscape - un teatro sovvenzionato dallo stato in Sud Africa - e ha ricevuto numerosi premi per le sue opere che interrogano la condizione post-apartheid.
Relatori:
Christopher Swift
L'artista ambientale di Cape Town, Chris Swift, crea modi per commentare gli aspetti che influenzano l'impatto ambientale attraverso la riappropriazione dell'oggetto trovato. Dal suo punto di vista, tutto è interconnesso, quindi è impossibile alterare veramente la condizione dell'ambiente - urbano / rurale / selvaggio - senza comprendere le forze storiche, politiche, sociali, industriali ed ecologiche che le modellano. Gli oggetti dei detriti trovati che Swift utilizza nelle sue installazioni sono code visive che insieme offrono una storia più completa. La motivazione di Swift è l'effetto stimolante che le sue ricette visive hanno sul discorso e le percezioni, che può portare a modi alternativi di pensare alle sfide ambientali con un imperativo verso la loro soluzione.
Andi Norton
Andi è l'amministratore delegato di Imagine Inc., una società di Community Impact con sede a Stellenbosch. Utilizzando marketing strategico, analisi dei bisogni intensiva e capacità di gestione dei progetti, Imagine Inc. lavora su progetti in cui l'arte e il design urbani vengono utilizzati per avere un impatto significativo e migliorare la qualità della vita. I progetti includono mostre annuali di arte pubblica a Stellenbosch che portano le sculture di alcuni dei migliori artisti del paese per le strade perché tutti possano goderne; l'installazione Nelson Mandela di fronte al municipio di Stellenbosch progettata da Strijdom van der Merwe, installazioni di sculture di Dylan Lewis a livello internazionale e locale, il progetto di sensibilizzazione KickstART che cerca e guida attivamente adolescenti creativi e progetti di community design a Kayamandi. Imagine Inc. sta attualmente lavorando alla trasformazione di una serie di spazi urbani trascurati nel Western Cape, utilizzando arte e design per creare luoghi di interazione e arricchimento della comunità. Andi è un amministratore fiduciario dello Stellenbosch Outdoor Sculpture Trust e siede nel consiglio di Imbadu.
Siphiwe Ngwenya
Ngwenya è il moderno Imhotep, un maestro poeta, pittore, illustratore, concettualista, esploratore e scienziato sociale autodidatta. Quando è tornato da una spedizione scientifica che lo ha portato dalla sua città natale, Alexandra Township, in Antartide nel gennaio del 2008, non solo è tornato con una postazione di lavoro mobile solare ed eolica da far vedere al suo quartiere, ma ha dimostrato al Comunità sudafricana che la sua carriera è più che offrire soluzioni sociali per un giovane in pericolo. Oggi Ngwenya è un giovane che propone addirittura soluzioni per la crisi energetica, artistica e culturale sudafricana. La musica, l'arte e il messaggio di Ngwenya sono sempre stati riservati a qualcosa di molto più importante. In qualità di avanguardia della cultura e dell'espressione hip hop, è il membro fondatore del fenomeno pop del Sud Africa, Skwatta Kamp. Mantenendo la sua filosofia secondo cui la casa è l'epicentro degli affari culturali, Ngwenya si è ritrovato a trasformare in gallerie più di 50 case di persone nelle township del Sud Africa. Ngwenya collabora con scienziati, archeologi, ingegneri e artisti per il progresso di una cultura sudafricana progressista. Lo fa sempre con l'intenzione di coltivare un record di successo per sviluppare giovani menti e salvare vite.
Ricky lee gordon
Ricky Lee Gordon (alias Freddy Sam) è un curatore, attivista artistico e pittore del Sud Africa.
Dipinge murales stradali su larga scala per connettere e condividere la sua arte con persone di ogni estrazione sociale. Questo lo ha portato a viaggiare per il mondo, dipingendo per le strade del Sud Africa in grandi città e piccoli villaggi in tutta l'Africa - come Gambia, Ruanda e Swaziland - e più lontano, in luoghi come Nepal, Marocco, Berlino, Istanbul, Stati Uniti e molti altri. “Credo che rimuovere il grigiore dall'anima della città sia compito di artisti, musicisti e poeti. “Color Ikamva è l'ultimo progetto di Ricky fondato con Megan King nel 2013; un'idea creata per servire "un'istruzione di qualità in spazi stimolanti". 'Crediamo che l'amore possa ispirare il genio e l'amore può esprimersi negli ambienti che scegliamo di creare intorno a noi. Il nostro lavoro, insieme agli studenti delle scuole svantaggiate in tutto il Sud Africa, è creare ambienti favorevoli alla vita ”. Ricky ha fondato la residenza e galleria per artisti / A WORD OF ART nel 2008, curando numerose mostre e progetti su larga scala sotto la piattaforma / AWOA. La chiusura nel 2013 per concentrarsi sul colore Ikamva / AWOA aprirà nuovamente le sue porte ad artisti di tutto il mondo nel 2015. Ha vinto numerosi premi per la sua arte, imprenditorialità e lavoro orientato alla comunità, oltre ad essere stato invitato a essere un curatore di il panel per World Design Capital 2014.
Striscione Cape Town Art Fair